Peccioli: arte contemporanea in un borgo toscano

Quando Elisa e Luca mi hanno proposto di partire come loro inviata per Peccioli con il Touring Club Italiano mi sono domandata come avrei potuto raccontarvi di questo borgo toscano.

I borghi toscani sono molto belli, ma sono davvero tanti, ero curiosa di scoprire cosa poteva stupirmi di Peccioli, piccolo borgo Bandiera Arancione, scelto quindi per la qualità dell’accoglienza e la valorizzazione del territorio.

Accoglienza che abbiamo subito potuto sperimentare all’Agriturismo Diacceroni dove ci hanno fatti sentire come a casa. Siamo stati accolti inoltre da una pace e un silenzio ai quali non siamo abituati e una vista sulle colline toscane che ti riconcilia con il mondo.

Peccioli Agriturismo Diacceroni

Potrei iniziare parlando dei reperti etruschi custoditi dentro al museo archeologico, degli stretti vicoli medievali, oppure del tabernacolo di Benozzo Gozzoli, ma non lo farò perché non è questo che mi ha colpito di Peccioli.

Queste sono cose che potete trovare in diversi borghi toscani, e allora perché scegliere questo?

Dove trovare l’arte contemporanea a Peccioli

A Peccioli la storia e la classicità del tipico borgo toscano si fondono con opere d’arte contemporanea e con una visione ben chiara del futuro. Un museo diffuso tra le strade cittadine e le frazioni circostanti.

Scritte luminose e luci al neon che si illuminano al passaggio. La cosa che meraviglia di Peccioli è come la modernità si sposi con i mattoni antichi. Come l’installazione “Lo sguardo di Peccioli” dove, su un muro in mattoni che guarda la collina, sono appese le foto degli occhi degli abitanti sulle quali campeggia la scritta “La felicità è una via”.

A Peccioli hanno trasformato una discarica in un’opera d’arte a cielo aperto. Il Triangolo Verde, spazio della società Belvedere S.p.A., dove vengono organizzati eventi e concerti nell’anfiteatro adiacente. Proprio qui sono presenti due sculture giganti, realizzate da Naturaliter, che raffigurano uomini, “Presenze” che sorvegliano la discarica. Devo ammettere che la bellezza delle colline e queste opere magnifiche non ci hanno fatto sentire assolutamente in una discarica, anzi.

Peccioli Triangolo Verde

Per dare ulteriore colore a questo posto l’artista David Tremlett ha realizzato un’opera proprio sui muri di contenimento in cemento armato. Ora i due muri si stagliano con i loro colori saturi all’interno della discarica, un esempio di arte che si confronta con un ambiente molto discusso.

Questa però non è l’unica opera di David Tremlett presente nel comune di Peccioli, infatti a Ghizzano, una frazione poco lontano, si sta ultimando un’altra opera. In una delle vie del paese tutte le case sono dipinte di una diversa tonalità di verde con dei tocchi di rosso ad incorniciare porte e finestre. Anche qui uno scorcio estremamente moderno, racchiuso in un borgo antico.

A Peccioli la modernità anche in Tavola

Anche a tavola Peccioli si contraddistingue portando avanti il binomio tra modernità e innovazione!

Le attività del paese, ristoranti e piccoli produttori, si fondono formando quasi un’economia circolare. Un’assidua attenzione per il biologico e i prodotti di qualità, che raramente avevo visto in modo così concentrato in un piccolo comune.

Dove mangiare a Peccioli

Siamo partiti con il pranzo alla Pasticceria Ferretti dove ci hanno servito un piatto che era tanto bello, quanto buono ed era un peccato toccarlo. Funghi, tartufo e fiori su un humus con la curcuma. Elementi della classica cucina Toscana si sposavano perfettamente con l’innovazione.

Peccioli Pasticceria Ferretti

Una degustazione di ottimo vino biologico in casa della Contessa nella Tenuta Ghizzano della famiglia Pesciolini. Una splendida dimora antica con delle meravigliose cantine e un enorme giardino settecentesco visitabile nella bella stagione.

Peccioli Tenuta Ghizzano

Peccioli vini Tenuta Ghizzano

Per la cena siamo stati ospitati da I Tartufi di Teo, Teo e sua moglie ci hanno aperto le porte della loro bellissima casa. Abbiamo assaggiato l’eccellenza del suo tartufo biologico. Anche in questo caso sia il vino, che la pasta e le farine utilizzate erano tutti prodotti da aziende locali.

Grazie a questa azienda è possibile vivere in prima persona una giornata alla ricerca dei tartufi, oppure comprare diversi prodotti realizzati con questa eccellente materia prima.

Peccioli I tartufi di Teo

L’ultimo giorno, dopo aver visto il Triangolo Verde, siamo andate a vedere gli orti collettivi. Terreno che il comune e la società Belvedere hanno messo a disposizione in parte ai cittadini ed in parte alla gestione di una cooperativa. Tutto il raccolto è utilizzato nel ristorante Congusto Social Eating, dove si gusta una cucina del territorio che valorizza le attività locali.

Peccioli Congusto Social Eating

Se siete in partenza per un tour tra le colline toscane vi consiglio di inserire Peccioli nel vostro itinerario. Avrete modo di gustare ottimi prodotti biologici e scoprire come l’arte moderna si può sposare perfettamente con il gusto antico di un piccolo borgo e se non avete ancora pensato ad una soluzione su dove alloggiare date uno sguardo alle case vacanza di Holidu.

Peccioli opere moderne in un borgo

Spero che il racconto di questa mia esperienza vi sia piaciuto, è stato un onore per me partire come inviata di Elisa e Luca per questo progetto.

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

1 commento

  • Rispondi Maggio 16, 2019

    Mariella De Vanna

    Interessante…

Sono Claudia amo la vita, i viaggi e mio marito, Mattia, con il quale ho creato il nostro blog www.2cuoriinviaggio.it . Le nostre passioni e le nostre competenze si sono fuse in questo progetto. Sul nostro blog parliamo di viaggi, di fotografia e di come essere fashion anche durante un viaggio. Mi definisco una "Viaggiatrice Guerriera", quello che mi è successo negli ultimi due anni, mi ha profondamente cambiata. Il mio motto è diventato : "Fa che la felicità sia la tua bussola" Ci trovate su Instagram come @2_cuori_in_viaggio o su Facebook come 2 cuori in viaggio. Spero di rivedervi in giro per il mondo o sul nostro blog.