Top
Image Alt

Miprendoemiportovia - Blog di viaggi

La nostra avventura nelle isole Lofoten in van ha avuto inizio durante un viaggio on the road nell’affascinante Norvegia del nord. Abbiamo attraversato il paese da nord a sud e dopo aver trascorso 3 giorni emozionanti e incredibili a Capo Nord, con il vento tra i capelli e baciati dai luminosi raggi di un sole che non tramonta mai, ci siamo rimessi in viaggio verso sud con destinazione: isole Lofoten. Queste isole paradisiache hanno conquistato i nostri cuori e i nostri occhi. Sei pront* per scoprirle con noi? Si parte! Siamo certi che te ne innamorerai!

Dove si trovano le isole Lofoten

Le isole Lofoten sono un arcipelago della Norvegia del nord e si estendono a nord-ovest tra due regioni: Nordland e Troms. Si trovano a circa 200 km a nord dal circolo polare artico e, nonostante la posizione, godono di un clima piuttosto mite grazie alla corrente del Golfo.

Come arrivare nelle isole Lofoten

Arrivando da nord, abbiamo percorso lunghi tratti nella natura incontaminata e ci siamo lasciati affascinare dai magnifici scorci sui fiordi. Le strade sono molto curate e ben segnalate. Nel nostro on the road abbiamo incontrato ponti moderni e alti, tunnel sotto il livello del mare e gallerie scavate nella roccia. La rete stradale è ottima e viaggiare con il proprio mezzo è un vero piacere. Da Capo Nord ci siamo diretti prima nella città di Alta, poi verso Tromsø, per ripartire verso il suggestivo arcipelago delle Vesterålen e infine per giungere nelle bellissime isole Lofoten. Per chi viaggia da sud, il nostro consiglio è di arrivare a Bodø da dove partono i traghetti per le isole. L’arcipelago delle Lofoten è inoltre servito dall’aeroporto della capitale Svolvær. A parer nostro il modo migliore per esplorare le isole è quello di noleggiare un van con cui andare alla scoperta del luogo, per questo un po’ ovunque si trovano servizi di noleggio auto, van e camper. Non perderti l’occasione di vivere un’avventura slow all’insegna della libertà e della bellezza in questa terra unica al mondo.

Prima di partire, consigliamo come sempre di munirsi di un’ottima assicurazione di viaggio per lasciare a casa i pensieri e godersi il viaggio, al riparo da qualsiasi imprevisto: la nostra è Heymondo e, se la attivi da questo link, hai uno sconto del 10%!

Quando andare nelle isole Lofoten

Le isole Lofoten offrono un’esperienza di viaggio incredibile. Il periodo migliore per visitarle va da maggio ad agosto, quando le temperature raggiungono una media di 15° e si vive l’emozione del sole di mezzanotte. Durante i mesi invernali invece, la temperatura può scendere fino a -2 . In questo periodo dell’anno si ammirano paesaggi innevati incantevoli e di notte si assiste all’affascinate spettacolo della Dama Verde, l’aurora boreale.

Itinerario per un viaggio fai da te nelle isole Lofoten

Il nostro incredibile viaggio in queste isole è iniziato a Svolvaer, considerata la porta delle Lofoten. Da qui siamo partiti per un on the road verso sud tra le montagne appuntite, il mare turchese e cristallino e la vegetazione incontaminata.

Le isole Lofoten in estate, uno spettacolo della natura

Svolvær, la capitale delle Lofoten

Dopo aver viaggiato tra panorami da cartolina, siamo arrivati a Svolvær, la capitale delle isole Lofoten. Questa vivace città è un gioiello ricco di cultura e storia ed è il punto di partenza perfetto per esplorare le isole. Il capoluogo vive intorno al suo porto e alla piazza centrale con i tanti locali affacciati sul mare. Ecco 5 cose da fare a Svolvær:

  • passeggiare lungo il porto turistico tra i famosi rorbuer, le antiche capanne rosse di legno dei pescatori.
  • fare una escursione in barca per l’avvistamento delle balene e delle aquile di mare.
  • provare la cucina tipica in uno dei tanti locali del centro con vista sul porto.
  • visitare il Krigsminnemuseum, il museo dedicato alla seconda guerra mondiale.
  • entrare nel Magic Ice Lofoten, un locale con esposizioni di sculture di ghiaccio.
Il porto di Svolvær da dove partono escursioni in barca alle Isole Lofoten

Henningsvær, un villaggio di pescatori unico al mondo

Il nostro on the road nelle isole Lofoten ci ha portati in direzione sud, in un luogo semplicemente incantevole: Henningsvær. Questo piccolo villaggio ci ha regalato un’esperienza unica tanto che i nostri occhi si sono letteralmente riempiti di bellezza. Abbiamo trascorso un pomeriggio tra le antiche vie del borgo per poi scalare fino ad un punto panoramico incredibile. Seduti sulla roccia ci siamo lasciati cullare dal vento. È stato magico!

La piccola isola di Henningsvær è suggestiva e affascinante. Ti consigliamo 5 cose da fare e che ti faranno innamorare delle Lofoten:

  • passeggiare tra i vicoli di uno dei villaggi di pescatori più belli della Norvegia. 
  • gustarsi un aperitivo vista mare e una cena tipica a base di pesce in uno dei vari ristoranti.
  • visitare il campo da calcio più affascinante del mondo, circondato dal mare con vista sulle montagne.
  • salire sul roccione accanto al campo sportivo e raggiungere il punto panoramico da cui godere di uno spettacolo mozzafiato.
  • visitare una delle grandi strutture dove vengono fatti essiccare gli stoccafissi.
Il campo da calcio più famoso della Norvegia a Henningsvær

Unstad, la spiaggia dei surfisti

La spiaggia di Unstad è il posto perfetto per gli amanti del surf, ma anche per chi vuole rilassarsi in un luogo unico per godersi il sole di mezzanotte o l’aurora boreale. Dopo aver percorso 110 km fermandoci di tanto in tanto per passeggiare in riva al mare e per visitare i piccoli villaggi di pescatori sparsi qua e là, siamo arrivati nella spiaggia selvaggia di Unstad.

La spiaggia di Unstad, famosa per il surf che qui è praticato tutto l'anno.

Volevamo dormire in spiaggia ascoltando le onde del mare, ma non avendo trovato posto ci siamo spostati sulla collina a 2 km di distanza con una vista mozzafiato, raggiungendo più tardi il villaggio a piedi. Se come noi, ami il mare e la natura, non lasciarti sfuggire questo posto. Nel borgo non ci sono molti servizi, solamente un b&b con una caffetteria e un punto di ristoro, ma il luogo è talmente suggestivo che ti lascerà senza fiato.

Il piccolo villaggio di Unstad, nelle isole Lofoten

Hamnøy e Reine, due borghi sul mare imperdibili

Dopo esserci goduti un tramonto senza fine nella spiaggia dei surfisti e dopo un risveglio in un panorama da cartolina, ci siamo rimessi in viaggio fermandoci in ogni dove perché i paesaggi sembravano incantati e l’emozione di essere in un luogo paradisiaco ha fatto battere forte i nostri cuori. Ci siamo lasciati trasportare dalla magia del piccolo villaggio di Hamnøy con i suoi rorbuer, le casette di legno rosse dei pescatori che vantano un’antica storia. Infatti nel 1120 Re Øystein ordinò la loro costruzione affinché i suoi pescatori vivessero in buone condizioni e non più sotto le barche capovolte. Oggi sono abitazioni affascinanti e molte sono diventate case vacanza per i turisti. Capita spesso di vederle con i tetti erbosi, si tratta di una tradizione norvegese, il manto d’erba aiuta a stabilizzare la casa ed è un buon isolante.

Il villaggio di Hamnoy con i suoi rorbuer, oggi abitazioni o alloggi per turisti

Dopo aver lasciato Hamnøy, siamo ripartiti alla volta di Reine, un altro villaggio di pescatori molto caratteristico e famoso per il suo trekking di 1566 gradini. Questo percorso porta alla cima del monte Reinebringen. La vista da quassù è magnifica: un panorama a 360 gradi fatto di  montagne appuntite, mare cristallino e isolotti. Il nostro consiglio è di salire alla cima, il percorso è lungo 1,1 km ed è fatto interamente di gradini di pietra di varie dimensioni. Il sentiero è un po’ arduo soprattutto per chi non è allenato e per chi soffre di vertigini, ma si è ripagati di tutta la fatica con un paesaggio sbalorditivo da custodire per sempre.

Vista spettacolare dalla cima del monte Reinebringen sul villaggio di Reine

Å, un villaggio di pescatori e gabbiani

Abbiamo lasciato Reine e ci siamo spostati verso sud raggiungendo Å, il paese con il nome più corto del mondo situato proprio alla fine dell’arcipelago. Qui si vive esclusivamente di pesca e i gabbiani sono i veri padroni di casa. Alza gli occhi al cielo e vedrai ovunque i loro nidi. 

Ecco 3 cose da  fare in questo piccolo villaggio:

  • ammirare gli originali rorbuer affacciati sul mare.
  • visitare il Lofoten Stockfish Museum, il museo della pesca e dello stoccafisso.
  • entrare nella Bakery più famosa delle Lofoten, la Bakeriet p å Å. Fatti guidare dal profumo del pane appena sfornato e dei dolci e non scordarti di assaggiare i loro fantastici cinnamon rolls, costosi, ma buonissimi!
Il villaggio di Å alle isole Lofoten famoso per la pesca dello stoccafisso.

Dove sostare con il van nelle isole Lofoten

Nelle isole Lofoten, come in tutta la Norvegia, è molto amata la vita all’aria aperta. Viaggiare in van o in camper è una delle grandi passioni dei norvegesi e da sempre questa terra è la meta tanto desiderata dai camperisti e dagli amanti della van life.

Qui potrai sostare ovunque con la massima libertà, troverai moltissimi spot anche negli angoli più incredibili e godrai di viste e paesaggi unici. Noi siamo dei grandi amanti della natura, della semplicità e della libertà per questo abbiamo scelto di vivere queste isole dal punto di vista più selvaggio e naturale, ma in questa terra troverai anche molti campeggi dotati di tutti i servizi. 

Sosta in van in piena libertà alle isole Lofoten

Dove sostare a Svolvær

A Svolvær, la capitale delle Lofoten, c’è un’area sosta camper nelle vicinanze del porto e ci sono vari parcheggi (a pagamento solo nelle ore diurne.) Noi abbiamo scelto di fermarci in un parcheggio nelle vicinanze del centro, molto comodo per visitare la città. Nella piazza centrale c’è il centro informazioni, qui è possibile pagare un servizio per poter accedere a bagni con docce, alle lavatrici e asciugatrici al costo di 50 NOK, circa 5 Euro. 

Dove sostare a Henningsvær

Henningsvær è uno dei posti più belli delle isole Lofoten, qui troverai un’area sosta camper e tantissimi spot con viste mozzafiato dove potrai fermarti gratuitamente, ricorda sempre di mantenere una distanza di 150 m dalle abitazioni e tieni presente che durante l’estate le isole sono piuttosto affollate. Noi ci siamo fermati prima del villaggio, da un lato il mare e dall’altro le affascinanti montagne. Lasciati ispirare dalla bellezza del posto e fermati dove ti suggerisce il cuore.

Dove sostare a Unstad

A Unstad, famosa per essere la spiaggia dei surfisti, ci sono 2 soluzioni per la sosta: una piccola area privata senza servizi e un grande parcheggio di fronte al mare. Purtroppo noi non abbiamo trovato posto in queste aree così ci siamo spostati a 2 km dalla spiaggia in cima ad una collina in una piccola area gratuita.

Dove sostare a Reine

A Reine c’è un’area sosta camper a pagamento nelle vicinanze del porto, offre però il servizio di carico/scarico dell’acqua gratuito. In tutta la zona si trovano molti spot davanti a splendidi paesaggi, noi ci siamo fermati in un parcheggio gratuito lungo la strada vicino alla partenza del trekking Reinebringen, in compagnia di molti van e camper. È un’area molto frequentata, bisogna armarsi di pazienza perché in certi periodi si fatica a trovare posto. Questo parcheggio si trova a 10 km da Å, quindi è ottimo anche per visitare il paese più a sud delle isole.

Informazioni utili per un viaggio in van nelle isole Lofoten

Un viaggio nelle isole Lofoten arricchirà la tua vita di grande bellezza. Ecco tutto quello che devi sapere per prepararti a questa grande avventura:

  • il nostro consiglio è di dedicare almeno una settimana a queste splendide isole. Sono luoghi incantati e hanno molto da offrire, soprattutto agli amanti della natura.
  • per viaggiare sulle strade norvegesi è necessario registrarsi sul sito della rete stradale del paese, tutti gli automobilisti stranieri devono registrare il proprio mezzo nella corretta classe Euro e con il tipo di carburante presso Autopass/EPASS24. L’addebito avverrà sulla carta registrata.
  • in Norvegia il servizio traghetti è davvero ottimo. C’è la possibilità di registrarsi sul sito FerryPay per pagare automaticamente  ogni singola tratta con carta di credito o debito.
  • i pagamenti elettronici sono accettati e consigliati dappertutto.
  • a bordo del tuo van o camper potrai sostare un po’ ovunque, ricorda però di mantenere una distanza di 150 m dai centri abitati. Troverai tantissimi spot con viste incredibili e svegliarsi la mattina davanti a panorami spettacolari sarà magico. 
  • porta con te abbigliamento sportivo e caldo. D’estate il vento si fa sentire e la pioggia è una presenza costante, mentre d’inverno è necessario essere ben equipaggiati con indumenti caldi e tecnici.
  • queste isole sono un vero e proprio paradiso naturale. Qui si possono praticare numerosi sport acquatici, percorsi nella natura e trekking più o meno lunghi. Il nostro consiglio è di essere attrezzati e avere un abbigliamento tecnico e comodo. Ci sono molti punti informativi e di servizio dove noleggiare l’attrezzatura necessaria.
  • le isole Lofoten, come tutta la Norvegia, sono piuttosto costose. Per un viaggio in questa terra, tieni presente che il carburante, i supermercati e i ristoranti sono più cari rispetto alla zona continentale. 
  • in tutta la Norvegia non ci sono molte lavanderie self-service, ma in varie città si trovano punti di servizio (soprattutto nelle aree portuali e presso i benzinai) con lavatrici, asciugatrici e docce a disposizione dei turisti e dei tanti amanti della van life. 
  • inoltre nelle isole troverai diversi campeggi che offrono tutti i servizi. Il nostro consiglio è di fare riferimento all’App Park4Night, una valida guida per van travelers e camperisti.

La nostra esperienza

Viaggiare a bordo del nostro van nelle isole Lofoten è stata un’esperienza unica all’insegna della grande bellezza. Se come noi, sei un amante della natura e della libertà, questo è il posto giusto per te. Queste isole sono magiche e meritano di essere visitate almeno una volta nella vita. Confidiamo che questo articolo sia per te una fonte di ispirazione per i tuoi prossimi viaggi. Ti aspettiamo nei commenti per condividere pensieri e opinioni in tema travel.

Nell’articolo sono presenti link in affiliazione per migliorare la vostra esperienza di viaggiatori: il costo finale, in caso di prenotazioni o acquisti, per voi non aumenta, ma diminuisce nel caso dell’assicurazione, e contribuite a tenere vivo il progetto Miprendoemiportovia per fornirvi sempre guide aggiornate

Ciao, siamo Enrica e Alessio del blog di viaggi "have Van have Fun". Siamo due sognatori che hanno fatto del viaggio la propria filosofia di vita. Viaggiamo con il nostro van "Gianni" alla ricerca di luoghi insoliti per vivere esperienze e avventure uniche. Vieni a bordo e scopri il mondo con noi!

post a comment