Firenze lo sai

“Sì ma cosa ci vado a fare a Firenze?”

Uno straniero sentendo una frase così al minimo mi sviene. Ma un italiano? Se è Toscana forse mi toglie la parola però non me ne vogliate ma ho sempre visto Firenze come un qualcosa di poco reale. Sarà forse che se abiti in Emilia una gita alle elementari a Firenze ci scappa sempre e allora da grande non ne puoi più, l’associ a quello ed è fatta, Kaput per sempre bella mia, non vi è mai capitato?

Io Firenze l’ho sempre collegata a orde di turisti con l’audio guida in mano, capi gita con l’ombrello teso verso l’alto che se ti perdi lo puoi sempre vedere, venditori ambulanti di cianfrusaglia.

L’ultima volta che l’ho visitata però mi è rimasta un po’ nel cuore.

Non è da questo blog descrivere le cose più ovvie da visitare, quelle di cui vi parlerebbe ogni guida, quindi oggi abbiamo deciso di regalarvi un elenco di cose, alcune insolite ed altre un po’ meno, da fare assolutamente a Firenze.

Attraversare Ponte Vecchio e dirigersi verso i Giardini di Boboli. Se poi c’è il sole siete a cavallo e un sorriso non ve lo toglie nessuno.

Visitare la fondazione Alinari per la fotografia. Se amate la fotografia questo è un must. Vedrete l’evoluzione della macchina dagli antipodi ad oggi.

Assistere ad uno spettacolo al teatro Verdi. Uno dei teatri più storici di Firenze è già di per sé un’emozione esserci.

 

 

Partecipare alle sue innumerevoli manifestazioni, fiere, festival. Il luogo più quotato è la Fortezza da Basso ma noi vi consigliamo il Conventino dove a metà Dicembre si tiene Lungoungiorno una manifestazione organizzata da un’associazione di artigiani di Firenze che si tiene ogni anno.

Ascoltare un concertino alla Citè. Un localino che si snoda in tre sale, pieno di libri e scale a pioli di legno su cui sedersi. L’atmosfera è godereccia ed alternativa, non andateci se vi piacciono i tacchi alti e i locali glamour o andateci se non vi piacciono i tacchi alti e i locali glam.

Godere della sua cucina. Se amate, come noi, le osterie non perdetevi la simpatia dei camerieri dell’Osteria de pazzi o l’atmosfera dell’Antico Noè. Per la fiorentina poi il meglio è la Trattoria L’antico Fattore. Se invece il tempo è poco o vi basta uno spuntino andate al  ristoro dei perditempo dove vi aspettano squisiti panini per spezzare la fame dopo una lunga camminata ai Giardini di Boboli. Ma il top secondo noi è Da vinattieri in Santa Margherita, un bugigattolo di persone sorridenti che vendono manicaretti da leccarsi i baffi! E i baffi ne siamo sicuri ve li leccherete prima di imbroccare ancora il portafogli e pregare l’oste di averne un altro.

p.s noi a Firenze ci si torna la prossima settimana, abbiamo ricevuto il Welcome pass per il BTO12 la fiera del Turismo on-line quindi ci lanceremo alla scoperta di altre chicche, ne avete alcune da regalarci?

 

 

 

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

6 commenti

  • Rispondi novembre 22, 2012

    Giovyvy

    Firenze m’è sempre piaciuta da matti.
    L’unica pecca è che l’ho frequentata troppo per lavoro e quindi la mia mente non si è mai sentita libera in quella città.
    C’è una trattoria dove però mi sono sempre sentita a casa: i Due G, vicino a Santa Maria Novella. Davvero da non perdere!

  • Rispondi novembre 22, 2012

    alberto

    ok, tutti alla Trattoria L’antico Fattore quindi !!!!

  • Rispondi novembre 23, 2012

    WYW

    A noi ha fatto lo stesso effetto Ravenna!! Dalle nostre parti tutti vanno in gita scolastica a Ravenna!!
    Per fortuna Firenze non ci ha fatto questo effetto e siamo riusciti a godercela alla grande!
    Noi l’amiamo tantissimo, ci piace perderci nelle vie centrali e scoprire qualche locanda nascosta. Una l’abbiamo trovata ma sinceramente non ci ricordiamo il nome, è passato qualche anno…
    Ragazzi, invece, purtroppo non abbiamo mai fatto una sosta da vinattieri…sembra bellissimo! Noi ci fermeremmo sicuramente in un posto così!
    Poi ovviamente i Giardini di Boboli sono magici!

    • Rispondi novembre 23, 2012

      miprendoemiportovia

      Vinattieri è d’obbligo, siamo sicuri che lo apprezzereste 🙂

  • Rispondi aprile 16, 2013

    Nelli

    La prossima volta che passi di qua batti un colpo 😉 carino il tuo post!

    • Rispondi aprile 16, 2013

      miprendoemiportovia

      Sarà fatto 🙂

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.