Consigli di viaggio per Cuba

Cuba è sinonimo di spiagge bellissime, acqua cristallina, gente ospitale, ritmi latini, storia densa di un popolo e forse…un sigaro.

18 GIORNI SU E GIU PER L’ISOLA

17 Luglio: arrivo ad Holguin 18 Luglio: playa Esmaralda, Playa Guardalava, Cayo Saetia 19 Luglio: Baracoa 20 Luglio: La Farola, Santiago de Cuba 21 Luglio: Santiago de Cuba 22 Luglio: Camaguey 23 Luglio: Cayo Coco 24 luglio: Cayo Gullielmo 25 Luglio: Trinidad 26 Luglio: Trinidad 27 Luglio: Santa Clara, Remedios 28 Luglio: Remedios, Pinar del Rio 29 Luglio: Vinales 30 Luglio: Vinales 31 Luglio: Maria la Gorda 1 Agosto: Maria la Gorda 2 Agosto: Cayo Levisa 3 Aosto: Cayo Jutias 4 Agosto: Avana 5 Agosto: Avana 6 Agosto: Avana 7 Agosto: Avana 8 Agosto: Milano malpensa, Reggio Emilia

Tutto l’oriente merita moltissimo perchè è lì che si incontra la vera Cuba, magari quella che normalmente non ci vendono nei doumentari su sky! L’oriente è rigogliossissimo, con una vegetazione fantastica, le città e la gente non sono una vetrina per il turismo ma vivono di vita propria! Ciò non toglie che Trinidad e l’Avana restino dei veri gioielli, basta un colpo d’occhio per capire perchè siano patrimonio dell’umanità, peccato però che la gente e la musica sembra esistere perchè c’è un turista pronto ad ascoltare…

Da non perdere per nessun motivo la valle di Vinales, con le sue fabbriche di tabacco (che uomo Robaina e la sua azienda), il suo mare opalescente e la vegetazione più tropicale che esiste! Che dire del mare, fantastico anche se non si è a Varadero o a Cayo largo. E’ possibile soggiornare nei Cayos anche senza stare in un hotel a 5 stelle o in villaggio turistico (a Cayo coco andate al motel los cocos e godetevi le due isole che sono magnifiche), le spiagge più belle le abbiamo viste a Cayo Gullielmo e a Maria la Gorda (un vero paradiso e non solo per i sub!!!)

COME MUOVERSI: Da casa abbiamo prenotato solo la macchina (e forse nel periodo di luglio ed Agosto è veramente consigliabile visto che all’Avana ci hanno detto che le macchine erano introvabili e poi sembra che sia una soluzione più economica). La scelta della macchina ti permette di andare nei posti più impensabili e di assaporare alcune strade veramente indimenticabili (come ad esempio la Farola a Baracoa o la Valle de los injenios vicino a Trinidad) e di raccogliere per strada un sacco di cubani (in molti tentano la sorte aspettando per ore intere al solleone che qualcuno li carichi), ma parlando con alcuni italiani incontrati durante il viaggio ci hanno detto che anche con Via Azul non ci sono problemi, autobus comodi e puntuali, anche se forse non molto frequenti durante il giorno.

LA MUSICA: Ad ogni angolo c’è un complessino che suona. Se potete andate a Santiago de Cuba la settimana che precede il 26 di luglio, tempo di carnbevale con tutte le congas che sfilano e fanno festa. Se volete imparare a ballare la salsa andate da Linda alla Casa della Cultura di trinidad, una maestra indimenticabile! Se invece vi interessa imparare a suonare le percussioni afro cubane c’è Alain in zona Playa a Miramar dell’Avana.

INSOMMA SE SIETE INDECISI DECIDETE PER CUBA, LA VACANZA IDEALE: MARE, SOLE, SPIAGGE, SORRISI, STORIA, MUSICA, CITTà COLONIALI.. Andateci al più presto perchè c’è aria di cambiamento, ma andateci col “fai da te”, non fate l’errore di rinchidervi in gabbia con tanti altri italiani, non ci sono rischi di nessun genere, solo quello di godere di una vacanza indimenticabile!

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

7 commenti

  • Rispondi marzo 22, 2012

    carlo

    sì, sì, Elisa, è così che faremo anche noi, più o meno quel giro (magari meno spiagge). Poi ti racconterò; ritorniamo la sera del 1° maggio. Hai qualche indicazione da darci? tipo casa a Baracoa, o indicazioni di strade… non so. Ciao, hasta pronto
    🙂

    • Rispondi marzo 22, 2012

      miprendoemiportovia

      le strade sono in buone condizioni, solo un pò in montagna! Noi eravamo arrivati all’areoporto di Holguin e da lì con la macchina a noleggio eravamo andati a Cayo Saetia e poi a Baracoa.

      Stupendo!!!!

      • Rispondi maggio 24, 2012

        domunostra

        Ciao! Noi partiamo per Cuba in viaggio di nozze e sceglieremo un fly and drive. Ci faremo prenotare probabilmente solo le prima notti e gli spostamenti dall’agenzia (lista nozze), anche verso cayo largo… ma al resto ci penseremo noi! anche noi preferiamo i viaggi più avventurosi e non siamo mai stati in un resort. Per il viaggio di nozze vorremmo una via di mezzo tra il solito viaggio punkabbestia e la vacanza imbarazzantemente elegante! LOL

        • Rispondi maggio 24, 2012

          miprendoemiportovia

          Ciao LOL

          ti capisco perfettamente, anche noi quando abbiamo prenotato il nostro viaggio di nozze in Sudafrica e Cascate Vittoria abbiamo fatto lo stesso ragionamento! Secondo me avete fatto bene però a scegliere una soluzione intermedia che vi permetta di stare tranquilli ma di sentirvi anche padroni del vostro viaggio scegliendo di farvi prenotare solo le prime notti dall’agenzia perchè prenotando da soli gli altri posti potrete trovarne anche dei migliori visto che le soluzioni proposte dall’agenzia non sempre sono le più belle e sicuramente sono le più costose!

          Augurissimi per il vostro matrimonio!

          Elisa e Luca

  • Rispondi giugno 7, 2014

    Alessandro

    Bellissimo itinerario e lo consiglierei anch’io come guida turistica italiana a Cuba

    • Rispondi giugno 9, 2014

      Elisa e Luca

      Ciao Alessandro benvenuto! grazie

  • Rispondi agosto 24, 2017

    Sig. Lanti

    Ottimo articolo , ben scritto. Io amo Cuba e la sua gente pero’ sempre con lo zaino in spalla ed alloggiando in case particular !!!!

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.