Castello di Torrechiara: Le colline di Parma tra vigneti ed affreschi

Ciao Viaggiatori! Per il progetto VIVILITALIA vogliamo presentarvi Alice una giovane studentessa della Travel Blogger School. Oggi ci racconterà del Castello di Torrechiara, un luogo suggestivo della provincia di Parma. Quindi, fatevi trasportare da lei alla scoperta di questo ambiente romantico e affascinante.

Castello di Torrecchiara

Ciao a tutti, mi chiamo Alice e il lockdown, appena concluso, mi ha permesso di riflettere sul mio ikigai, cioè viaggiare e raccontare le mie emozioni e le mie esperienze.

Ho così deciso di aprire il mio blog, grazie all’incontro con Elisa e Luca e alla loro Travel Blogger School.

Il mio blog “in erba” si chiama Mango Sticky Vibes, nome piuttosto personale, nato dal mio viaggio del cuore in Thailandia. Un viaggio che mi ha fatto accendere questa passione per lo zaino sempre a portata di mano e mi ha fatto scoprire quanto la possibilità di viaggiare ci arricchisca.

“Viaggia con la testa” è il mio slogan. Riassume la mission del mio spazio digitale: voglio promuovere una diversa mentalità e un diverso approccio al viaggio che valorizzi le peculiarità di ogni cultura, che sostenga le attività economiche che lavorano sul e per il territorio e che rispetti l’ambiente circostante.

Cosa significa per te Vivilitalia?

Vivilitalia è un progetto che ci permette di valorizzare il nostro territorio per le eccellenze e le bellezze che ha da offrire. Per me è una bellissima opportunità per farvi conoscere un piccolo angolo di Parma, che in questo (sfortunato) 2020 avrebbe dovuto essere Capitale della Cultura.

Di solito, Parma è conosciuta per il suo centro storico magnifico, ricco di storia e tradizione ed è tra le mete preferite del turismo gastronomico, tanto da essersi meritata il titolo UNESCO di “Città Creativa per l’Enogastronomia” e capitale della Food Valley. Ma io voglio mostrarvi un posto insolito e speciale. Venite con me!

Castello Vigne

Castello di Torrechiara

In mezzo ai vigneti delle prime colline parmensi, nel comune di Langhirano, sorge il Castello di Torrechiara e il suo borgo.

Fu fatto costruire tra il 1448 e il 1460 da Pier Maria Rossi per motivi strategici su un’altura che domina la vallata del torrente Parma. È un vero e proprio gioiello dell’architettura castellana del Quattrocento, tra i meglio conservati in tutta Italia.

La struttura imponente del castello, formata da quattro torri, tre cerchie murarie e il doppio fossato richiama la funzione di difesa, ma il Conte lo edificò anche come dimora per il suo amore con Bianca Pellegrini da Arluno.

Artisti scelti personalmente dal Conte hanno affrescato le sale residenziali a temi naturalistici e fantastici : la Camera d’Oro, in cui è celebrato l’amore della coppia, è la più famosa e l’unica a conservare ancora la sua decorazione originaria.

Camera d'oro castello

Tutte le stanze ti terranno con il naso all’insù per la bellezza delle loro pitture.

Come ogni maniero che si rispetti, anche il Castello di Torrechiara è accompagnato dalla sua leggenda: si narra che il fantasma del Conte si aggiri nella fortezza pronunciando la frase “nunc et semper” (ora e sempre) dedicata alla sua amata Bianca, così come riportato nella Camera d’Oro.

Castello di Torrechiara: consigli pratici

  • Potrai visitare il Castello tutti i giorni tranne il lunedì, al costo di 5 euro.
  • La parte sotterranea e le torri sono aperte solo per occasioni speciali.
  • Potrai lasciare la macchina nel parcheggio gratuito ai piedi del borgo e raggiungerlo dopo una salita piuttosto ripida.
  • Questa perla è il punto di partenza ideale per una gita tra i colli parmensi. Potrai esplorare i dintorni con dolci camminate oppure con le biciclette: il territorio è collinare, ma le salite non sono impegnative e sono accessibili a tutti.

Borgo Castello

Aperitivo in vigna

Ti consiglio di fermarti ad assaggiare la cucina tipica in una delle tante osterie oppure di organizzare una degustazione di vini nelle cantine presenti a poca distanza.

Complice è la meravigliosa vista sul Castello che fa da scenario. Alcune aziende agricole come La madonnina e Lamoretti, organizzano aperitivi estivi in vigna per gustare un buon calice di vino, accompagnato dai tipici prodotti parmigiani come il salame di Felino, il Prosciutto Crudo di Parma e il Parmigiano Reggiano.

Non ti resta che fermarti, ammirare lo splendido paesaggio e ti assicuro che non te ne pentirai.

Se ti trovi a Parma potrebbe anche interessarti anche questo articolo, dagli un’occhiata.

Aperitivo in vigna

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi? Lascia un commento