Cosa fare a Genova: oltre all’acquario c’è (molto) di più

Siamo arrivati a Genova di sera tardi giusto il tempo di ricordarci quanto è bella. Genova è una città che ha bisogno di tempo per essere apprezzata dalla maggior parte dei turisti che la visitano.

Non fate l’errore di sottovalutarla.

Datevi il tempo di entrare nella sua anima e, ve lo assicuriamo, ne rimarrete affascinati come noi, che siamo alla nostra quinta visita, siamo da poco tornati a casa, e abbiamo già voglia di ritornare.

Cosa fare a Genova

C’è chi arriva a Genova, visita l’acquario e se ne va. Peccato. Si perde tutta la sua bellezza. Si perde i palazzi antichi, i carruggi pieni di vita vera, la street art del porto. Si perde Nervi e Bocadasse che da sole meritano il viaggio.

Non ci fraintendete l’acquario è bellissimo ed è senza dubbio uno dei fiori all’occhiello della città, solo vi diciamo, non fermatevi a quello, andate oltre, addentratevi nei vicoli, mangiate street food, visitate i suoi palazzi antichi, godetevi i tramonti sul porto. Immergetevi in questa città, sentitene l’anima. 

Cosa fare a Genova

Cosa fare a Genova e dintorni

Abbiamo trascorso a Genova tre giorni indimenticabili. Abbiamo scoperto alcuni misteri della città e abbiamo apprezzato i suoi dintorni. Lasciatevi prendere e portare via con noi alla sua scoperta. Pronti per scoprire cosa fare a Genova e dintorni? Andiamo!

Primo giorno

Il nostro primo giorno a Genova è cominciato dalla visita di Villa del Principe, una vera chicca, un giardino imponente con una grande fontana e le stanze piene di arazzi.

Cosa fare a Genova

Cosa fare a Genova

È proseguito con il primo assaggio di street food, un mini corso su come preparare la panissa e un caffè in uno dei bar storici ed è terminato con un panorama della città dall’alto, il primo del nostro quinto viaggio a Genova, da Castello d’Albertis.

Cosa fare a Genova

Una cena speciale ha suggellato la fine di questo primo giorno, dalla terrazza del Grand Hotel Savoia (che è stato anche il nostro appoggio per questi tre giorni a Genova) con una vista strepitosa su tutta la città.

Cosa fare a Genova

Consigli: Da palazzo d’Albertis si gode di un bellissimo panorama sulla città ma il palazzo in sé è anche molto interessante per gli amanti dei viaggi perché ospita un museo delle culture dal mondo voluto da Capitano Enrico Alberto D’Albertis, suo ideatore e grande viaggiatore che ha racchiuso nella sua dimora il mondo conosciuto per terra e per mare tra l’ottocento e il novecento. Nel palazzo sono spesso organizzati degli eventi come quelli descritti dalla guida nel nostro primo podcast su spreaker.

Cosa fare a Genova

Cosa fare a Genova

Cosa fare a Genova

Secondo giorno

Amiamo l’arte in tutte le sue forme e per il nostro secondo giorno a Genova abbiamo deciso di dedicarci interamente a lei. Prima tappa a palazzo Ducale per due mostre: Vivian Maier e Elliott Erwitt (qui l’articolo che abbiamo scritto sulla mostra).

Cosa fare a Genova

Cosa fare a Genova

Cosa fare a Genova

Mostre d'arte a Genova

La prima sconosciuta durante la vita e super celebrata da morta grazie al ritrovamento per caso delle sue fotografie e il secondo tanto celebre quanto ironico e mai sazio di nuovi stimoli. Poi via verso il porto alla scoperta della street art.

Cosa fare a Genova

Cosa fare a Genova

Pranzo alla trattoria Zimino, una delle più ruspanti della città, sui gradini di piazza Lampadi con una canzone cantata a squarcia gola nel negozio di musica.

Cosa fare a Genova

La sera l’abbiamo passata ammirando il tramonto con un bicchiere di vino locale in mano nella magica spiaggetta di Boccadasse. Non saremmo più voluti venire via.

Boccadasse

Consigli: i piloni di cemento della sopraelevata di Genova, una sorta di confine che divide la città dal mare, sono diventati dei veri e propri pezzi di arte a cielo aperto grazie a famosi street artist che li hanno decorati, fateci una passeggiata, ne vale davvero la pena. Se volete conoscere l’origine del nome di piazza Lampadi ascoltate il nostro secondo podcast su spreaker. E se passate dalla Cattedrale di San Lorenzo (dovete passarci perché è imponente e splendida come tanti palazzi della città) cercate su una delle sue facciate laterali la scacchiera.

Cosa fare a Genova

Terzo giorno

Molte persone che visitano Genova non si spingono fino a Nervi e, credeteci è un grandissimo peccato.
La passeggiata sul mare, il sole, i ristoranti di pesce sono la felicità. Se poi ci metti anche le casette colorate che si sviluppano in altezza è impossibile non innamorarsene.
Cosa fare a Genova
Una passeggiata sul tappeto rosso dal piccolo porticciolo fino al Museo di Arte Moderna con sosta per un piatto di pesce in riva al mare è ciò che ci vuole per capire che è davvero arrivata l’estate. Poi via per un break sportivo a bordo di una canoa per ammirare Nervi e le sue scogliere a picco dal mare.
Cosa fare a Genova
Consigli: i bagni Medusa offrono una squisita cucina di pesce oltre alla possibilità di fare un bagno nella piscina naturale di acqua salata. Non perdeteveli! Dateci retta, non negatevi la possibilità di sentirvi una vera star percorrendo tutto il tappeto rosso nella meravigliosa passeggiata a mare.
L'itinerario di Genova in tre giorni che avete appena letto fa parte di una grande esperienza che abbiamo avuto il piacere di vivere: Get your Liguria Experience (di cui vi abbiamo parlato qui). Ci sono progetti che fanno decisamente la differenza e Get your Liguria Experience è senza dubbio uno di questi. Sono a Bordeaux ma continuo a pensare ai nostri compagni di avventura: Andrea (la social star dalle idee strabilianti su foto indimenticabili), Alessandra (la local guide che ci ha fatto vivere una Genova da veri local), Filipe (il video maker che coi suoi video super creativi ha fatto commuovere Elisa la prima sera di tour) e alle fantastiche organizzatrici che ci hanno accompagnate a scoprire una Genova che ogni anno diventa più bella.
L’itinerario di Genova in tre giorni che avete appena letto fa parte di una grande esperienza che abbiamo avuto il piacere di vivere: Get your Liguria Experience (di cui vi abbiamo parlato qui). Ci sono progetti che fanno decisamente la differenza e Get your Liguria Experience è senza dubbio uno di questi. Sono a Bordeaux ma continuo a pensare ai nostri compagni di avventura: Andrea (la social star dalle idee strabilianti su foto indimenticabili), Alessandra (la local guide che ci ha fatto vivere una Genova da veri local), Filipe (il video maker che coi suoi video super creativi ha fatto commuovere Elisa la prima sera di tour) e alle fantastiche organizzatrici che ci hanno accompagnate a scoprire una Genova che ogni anno diventa più bella.
Cosa fare a Genova
Se anche voi volete ripetere la nostra esperienza seguite get your Liguria Experience e cercate sui social questi due hashtag #GYLE #LamiaLiguria

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

2 commenti

  • Rispondi agosto 17, 2017

    Elisa

    Genova ce l’ho vicino e sinceramente l’ho riscoperta da poco. E concordo con Genova Nervi: che mangiate 🙂

    • Rispondi agosto 18, 2017

      Elisa e Luca

      Quali sono i tuoi posti preferiti?

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.