Musica a Londra: 5 esperienze musicali da non perdere

Sei music addicted e cerchi posti particolari per vivere la musica a Londra? Dopo il mio ultimo viaggio nella city, lo scorso marzo, ho selezionato per te 5 esperienze musicali da non perdere.

Articolo scritto da Roby , musicista nell’anima – 35 anni sulla carta d’identità, molti meno nello spirito. Curiosa per natura e sognatrice entusiasta. Con una grande passione per i viaggi e il mare.

Ascoltare musica a Londra: 5 esperienze musicali da non perdere

Quando penso a Londra vengo sempre travolta da un’ondata di energia e positività. Per me è una città unica, dalle mille opportunità, soprattutto dal punto di vista musicale. Se ami la musica, qui troverai tantissimo da fare. Oggi, però, voglio raccontarti 5 esperienze imperdibili che ho vissuto durante la mia vacanza di 5 giorni a Londra.

Musica dal vivo a Londra 

La prima sera a Londra l’abbiamo trascorsa al Ronnie Scott’s, un locale jazz d’altri tempi nel cuore di Soho. E quando dico d’altri tempi, è proprio così! Una tenda di velluto rosso pesante delimita l’ingresso. Entri ed improvvisamente vieni catapultato in un’altra epoca. Sembra di stare in un film degli anni ’30: luci soffuse, moquette bordeaux e sullo sfondo un quartetto jazz che suona dell’ottima musica. Un vero e proprio must per gli amanti del genere!

Ronnie Scott’s - musica dal vivo a Londra

Ronnie Scott’s – musica dal vivo a Londra

Consiglio assolutamente una serata in questo locale: qui si fa musica tutte le sere fino a tardi e la domenica si può anche pranzare gustandosi una bella performance.

Londra è piena di locali dove ascoltare musica dal vivo di tutti i generi, ti basterà fare una piccola ricerca su Songkick per scoprire tutti gli eventi della giornata e scegliere il più adatto a te.

Jam Session & Open Mic

La musica a Londra non è solo da ascoltare ma anche da suonare. Ci sono tantissime jam session e serate Open Mic in cui fare uscire allo scoperto il proprio talento. La nostra seconda serata è iniziata al Green Note di Camden Town, uno dei tantissimi locali che offrono serate cosiddette Open Mic.

Open Mic al Green Note

Open Mic al Green Note

Hai scritto una canzone e vuoi farla sentire a tutti? Ti basterà presentarti al locale e metterti in lista: la chitarra e il microfono li mettono a disposizione gli organizzatori.

Da Camden Town siamo tornati poi al Ronnie Scott’s per una fantastica jam session: se sei un musicista e vuoi uscire allo scoperto queste serate sono quello che fa per te.  Si inizia con il concerto della resident house band e si prosegue con un sacco di musicisti bravissimi che si alternano sul palco. La cosa davvero speciale delle jam session è l’estrema libertà di espressione. Tutti possono partecipare. Anche io e il mio ragazzo quella sera abbiamo suonato un brano con musicisti mai visti prima ed è stato…magico!

Un altro locale consigliatissimo per serate di jam session è il Troy Bar a Shoreditch.

Buskers

A Londra la musica si trova davvero ad ogni angolo grazie ai tantissimi artisti di strada (chiamati buskers) che animano le piazze più famose della città: da Covent Garden a Camden Town, da Piccadilly Circus alla più viva Leicester Square.

Andrew Duncan Leicester Square

Andrew Duncan Leicester Square – busker Londra

In giro per Londra abbiamo incontrato grandissimi talenti, come Andrew Duncan, giovane musicista scozzese alla ricerca di fortuna nella capitale. Un cantante pazzesco da cercare per le vie di Londra e da seguire su Instagram: il suo account conta quasi 80K follower.  E come lui ci sono tanti altri musicisti straordinari da scoprire negli angoli più vivi della city.

Musical

Non puoi visitare Londra, senza assistere almeno ad un musical. I teatri e gli spettacoli sono tantissimi e spaziano dai grandi classici di Broadway a produzioni più moderne. La nostra quarta serata a Londra l’abbiamo trascorsa allo Shaftesbury Theatre per assistere al musical Motown. Ci siamo recati ai botteghini last-minute (cosa che consiglio di fare a tutti) chiedendo quali spettacoli fossero ancora disponibili. Questo ci ha permesso di avere biglietti molto scontati per posti a sedere top. La scelta è caduta un po’ casualmente su questo spettacolo e non ce ne siamo pentiti! L’aria che si respira in teatro è davvero emozionante, riesci a sentirti parte dello spettacolo fin dal primo minuto. La qualità delle produzioni, poi, è molto alta: gli attori bravissimi, la band dal vivo eccezionale, le coreografie coinvolgenti. Un’esperienza da fare assolutamente!

Teatro Shaftesbury esterno

Musical Londra – Teatro Shaftesbury esterno

Negozi di musica e mercatini a Londra

Un giretto tra negozietti e mercatini dedicati alla musica è d’obbligo. A Camden Town, ad esempio, ne troverai tantissimi. L’ultimo giorno della nostra vacanza a Londra ci siamo concessi una lunga passeggiata tra le bancarelle. Che meraviglia! Abbiamo scoperto negozietti di strumenti musicali, vinili, t-shirt e spartiti…e il tempo è volato. Se sei appassionato di shopping musicale, tieniti almeno una mezza giornata libera per goderti la bellezza di questi luoghi. E fissati un budget :-), è molto facile spendere più del dovuto!

Musica a Londra Camden Town mercatini

Musica a Londra Camden Town mercatini

C’è tanta musica da scoprire a Londra. Dalle piazze agli angoli più nascosti della città. Magia, emozioni ed entusiasmo si alternano di continuo. È come vivere in un mondo parallelo dove la colonna sonora è sempre diversa. Noi non vediamo l’ora di tornarci per vivere altre avventure musicali.

E tu? Hai vissuto altre esperienze musicali imperdibili a Londra che vuoi consigliare?

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi? Lascia un commento

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.