Safari in Kenya: la grande migrazione dal Serengeti al Masai Mara

La grande migrazione dal Serengeti al Masai Mara è considerata l’ottava meraviglia del mondo moderno ed è la cosa più bella a cui si possa assistere durante un safari in Kenya.

Anzi a dire la verità secondo me è la cosa più emozionante di qualsiasi safari su tutta la faccia della terra.

Almeno per me è stato così e se ci penso mi viene ancora la pelle d’oca.

grande migrazione safari kenya

L’emozione di assistere alla grande migrazione

Di tutti i Safari della mia vita e sono al sesto, non ho mai e dico mai, vissuto una giornata come quella al Masai Mara dove ho potuto assistere alla grande migrazione.

grande migrazione safari kenya

Il game drive è cominciato alla mattina presto, ammirando un leone che faceva l’amore con la sua leonessa. E mi sono detta: “ok, Elisa per oggi puoi essere felice“. Erano le nove del mattino è ancora non sapevo che avrei assistito ad altre 2 esperienze incredibili: la prima è stata immergersi nella grande migrazione, la seconda è stata assistere alla caccia del ghepardo.

grande migrazione safari kenya

A luglio e agosto gnu, zebre, antilopi e gazzelle migrano dal Serengeti, in Tanzania al Masai Mara, in Kenya. Avere la fortuna di assistervi vuol dire essere catapultati in mezzo ad due milioni di esemplari. E già così, viaggiatori, la mia felicità era alle stelle. Ma non è finita qui.

grande migrazione safari kenya

Una seconda, incredibile esperienza era lì ad attendermi. Abbiamo avvistato i ghepardi, che se ne stavano placidi sotto una pianta. Poi all’improvviso uno ha alzato la testa e si è lanciato alla caccia di una preda, attaccandola. Se ci ripenso ho il cuore che mi batte ancora forte in petto, è stata una cosa talmente emozionante che entrambe le volte mi sono commossa profondamente. La natura mi ha completamente stravolta. È stato uno dei giorni più belli e indimenticabili di tutta la mia vita di viaggiatrice.

grande migrazione safari kenya

La grande migrazione dal Serengeti al Masai Mara

Come in una grande magia in Kenya, ogni anno, da Luglio ad Ottobre si rinnova uno spettacolo della natura pari a pochi altri: la grande migrazione. Quasi due milioni di esemplari tra gnu, antilopi, zebre e gazzelle si muovono dal Serengeti al Masai Mara in cerca di cibo. Attraversano fiumi e affrontano difficoltà in unico grande branco che si muove insieme.

grande migrazione safari kenya

grande migrazione safari kenya

Grazie alle piogge di maggio e giugno le savane del Masai Mara riacquistano la vita ed è così che gli animali arrivano in massa dal Serengeti e attraversano le correnti del fiume Mara combattendo le correnti e la paura di essere attaccati dai coccodrilli. Sulle tracce degli erbivori si muovono anche il leone e il leopardo e si può assistere ad accoppiamenti, nascite e cacce.

grande migrazione safari kenya

I modi per assistere alla grande migrazione sono molteplici: con una safari in jeep come abbiamo fatto noi oppure a piedi guidati dai Masai, in mongolifiera all’alba o al tramonto, o addirittura a cavallo.

in mongolfiera all'alba nel Masai Mara

Dove alloggiare al Masai Mara

Le soluzioni di alloggio durante la grande migrazione sono molteplici: dai lodge di lusso ai campi tendati. Durante il mio viaggio al Masai Mara ho alloggiato al Mara Engai Lodge, un lodge a 1800 metri e a circa 15 chilometri dal fiume Mara dotato di 20 tende.

dove alloggiare al Masai Mara

Consiglio questo lodge per chi vuole immergersi in un ambiente unico con una bellissima vista sulla savana. Tenete però in conto che è in montagna e che quindi si raggiungere a bordo di una jeep particolare che si inerpica per una salita ripidissima. Una volta arrivati la vista e il senso di pace e di isolamento vi ripagherà di tutto. Le tende sono grandissime, sono arredate in stile coloniale con manufatti africani, una grande terrazza e due letti king size.

safari kenya dove alloggiare

Durante la nostra permanenza abbiamo partecipato ad una tradizionale danza Masai intorno al fuoco e cena a lume di candela, alla colazione all’alba ammirando la savana e un aperitivo al tramonto. Tre esperienze indimenticabili.

grande migrazione safari kenya

grande migrazione safari kenya

Come raggiungere il Masai Mara

Durante i primi del Novecento il Masai Mara era una riserva di caccia che nel 1961 si costituì in riserva protetta gestita dagli stessi Masai. Il Masai Mara attualmente è suddiviso in diverse riserve.
L’area che abbiamo visitato noi si chiama The MaraTriangle ed è situata tra il fiume Mara e la scarpata di Oloololo. (a questo link potete trovare maggiori informazioni).
grande migrazione safari kenya
grande migrazione safari kenya
grande migrazione safari kenya
grande migrazione safari kenya
grande migrazione safari kenya
Per raggiungere i lodge ci sono almeno sei diversi airstrip in tutto il Masai Mara, noi siamo arrivati all’airstrip Mara Gate. Ogni persona che decide di entrare nella riserva deve pagare l’entrata che è di 80USD per giorno.
grande migrazione safari kenya
Vivere l’emozione di un safari durante la grande migrazione in Kenya è una delle esperienze più belle che ci si possa regalare. Sogno di ritornarci presto per portare con me anche Manina e Luca.

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

4 commenti

  • Rispondi luglio 4, 2017

    Marco Tamborrino

    Elisa, questo safari dev’essere stato proprio un’esperienza indimenticabile! Vi ho seguite tutte (o quasi: tu, Manuela e Nunzia), ho adorato le vostre foto e le vostre stories! Mi è venuta davvero una voglia matta di fare un viaggio in Kenya, ammirare questi bellissimi animali nel loro habitat naturale e vivere per qualche giorno a contatto con questa natura selvaggia.

    P.s. la foto con le zebre in fila è spettacolare!

    • Rispondi luglio 5, 2017

      Elisa e Luca

      Ciao Marco esatto è stato un sogno ad occhi aperti! La foto delle zebre è stata scattata nel posto giusto al momento giusto, quelle foto che chi ha scattato ricorda per sempre.
      grazie mille Elisa

  • Rispondi luglio 5, 2017

    Nicola

    Sarò banale ma vedere tutti quelli animali insieme dal vivo deve essere proprio un’esperienza unica! Fa emozionare anche il solo immaginarlo guardando le tue foto!! Adoro le zebre in fila! 🙂

    • Rispondi luglio 6, 2017

      Elisa e Luca

      Grazie mille Nicola

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.