Alla scoperta delle Marche con Pop Up! Gluppa: Art, Food and Travel

Lo scorso week end sono stata nelle Marche per scoprire il progetto Pop Up! Gluppa.

Pop Up! nasce dall’idea di portare l’arte in un contesto popolare: di solito chi vuole scoprire l’arte visita musei e mostre, qui invece è l’arte stessa che raggiunge le persone entrando a far parte dei luoghi della loro vita quotidiana, i luoghi di lavoro, le stazioni ferroviarie, le strade della propria città.

street art Marche

Grazie a Pop Up! e alla sua collaborazione con artisti internazionali, la regione Marche nella zona di Ancona, Colli Esini e Frasassi, è disseminata di diverse opere d’arte contemporanea, una vera e propria galleria d’arte a cielo aperto e dal 2008, in contemporanea alla realizzazione delle opere stesse, sono stati creati una serie di eventi, performance, istallazioni, concerti di musica live e itinerari per coinvolgere sempre più anche i cittadini.

Pop uo! Gluppa street art nelle Marche

Quest’anno si è pensato di presentare le opere d’arte come valore aggiunto a ciò che offre il territorio  marchigiano, studiando itinerari alla scoperta di paesaggio + arte urbana + gusto con il Pop Up! Gluppa.

Si aggiunge questa nuova parola che può sembrare senza significato, ma in realtà è una parola che viene dal passato e porta con se la tradizione. La gluppa infatti era il tessuto usato per trasportare il cibo, il fazzoletto di stoffa annodato ai 4 angoli per formare un fagotto portavivande.

Innanzitutto l’arte contemporanea si trasferisce sulla Gluppa stessa, grazie alla collaborazione di Moneyless, artista di fama internazionale e l’antica Stamperia Carpegna. Con una tecnica di stampa molto antica e l’utilizzo di colori naturali, la Gluppa diventa tela per l’arte e contenitore dei prodotti eccellenza del territorio.

Pop uo! Gluppa street art nelle Marche

Gli itinerari che abbiamo percorso hanno toccato terra e mare per farci scoprire la varietà che caratterizza la regione. Ogni luogo non è mai uguale all’altro e assolutamente degno di esser scoperto, luoghi che colpiscono dritto ai sensi, per gli occhi coi colori dell’arte, il gusto dei prodotti enogastronomici, il profumo del mare e della terra che influenzano le produzioni locali e il contatto con persone autentiche che credono nella loro potenzialità.

3 luoghi da non perdere che ho scoperto grazie a Pop up! Gluppa 

Bike tour ad Ancona

Ancona è decisamente un ottimo punto di partenza per scoprire l’arte urbana, magari con un bike tour. Da non perdere tutta l’area del porto, qui arte, ambiente e lavoro quotidiano si fondono completamente. Ho amato anche Largo Oberdan, dove una maestosa opera unisce le vie della città al cielo e il Raval tapas bar in P.zza del Plebiscito, dove gustare un cocktail ammirando l’opera che invade il bancone del bar stesso.

Pop Up! Gluppa

Pop uo! Gluppa street art nelle Marche

L’azienda Agricola Moroder

Continuiamo a scoprire arte e territorio in questa azienda vinicola che ha accolto in pieno lo spirito di Pop Up! Gluppa, infatti troviamo un’opera d’arte proprio all’interno della loro proprietà. Qui si può visitare la cantina, mangiare al ristorante o anche solo degustare un calice del loro ottimo vino, magari durante una serata con musica dal vivo. Per maggiori info moroder.wine

pop Up! Gluppa

La Riserva Privata San Settimio

Vale la pena seguire l’arte fino ad Arcevia per scoprire la Riserva San Settimio, una tenuta immersa nelle colline marchigiane, un luogo dove si respira pace e relax e dove l’arte è padrona di casa. Un luogo talmente speciale che merita un post tutto suo, presto ve ne parlerò.

E’ stato un week end intenso e ricco di sorprese, ho trovato un territorio inaspettato sia dal punto di vista pesaggistico, sia per la varietà di attività che offre. Ed ho trovato anche persone che credono nella loro terra e hanno avuto voglia di accompagnarmi alla sua scoperta, e questo senz’altro ha fatto la differenza.

Ciao Marche, non vedo l’ora di ritornare.

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi? Lascia un commento

Paola, ha fatto un sacco di viaggi, con libri e film, con la mente, coi racconti e le foto degli altri. Poi ha deciso che era ora di partire ed ha iniziato un viaggio da cui non è ancora tornata, perché il viaggio è diventato parte di lei, o è sempre stato lì da qualche parte finché non se n'è accorta. Sempre in movimento, anche con la mente perché col corpo a volte non si può. E ora qui per fare due chiacchiere, per scambiarsi qualche consiglio, per avere un confronto. Un po' hippie e un po' zen, un po' razionale e un po' creativa, anche un po' alternativa. Ama l'arte, la musica, l'acqua e le piccole cose di tutti i giorni.