Istria: itinerario e consigli per un’indimenticabile vacanza in Croazia

La prima volta che ho visitato l’Istria è stato per partecipare ad un festival di teatro sociale. Di lei ricordo soprattutto persone provenienti da tutti i paesi del mondo e un campeggio a picco sul mare in cui mi rilassavo su grandi scogli in riva ad un blu infinito.

Sul mio ritorno in Istria nutrivo grandi aspettative ma ancora non sapevo che in verità avrei ricevuto grandi sorprese. Prima fra tutti l’aver scoperto un paese non solo fatto di spiagge sensazionali ma anche di verde, montagne, trekking nel bosco e avventura. Non mi aspettavo di perdermi col naso all’insù per paesini colorati e davanzali fioriti, di incappare in un matrimonio al tramonto e ballare sul piazzale innanzi alla chiesa con persone sconosciute o di assaggiare piatti da mille e una notte.

Itinerario di viaggio in Istria

Nel mio ultimo viaggio ho scoperto che non c’è una sola Istria, ma che ne esistono tante e io oggi vi parlo di tre Istrie diverse che ho avuto il piacere di conoscere nel mio ultimo viaggio in questa meravigliosa parte di Croazia.

L’Istria del blu

Istria

C’è un’Istria conosciuta ai più che si affaccia su un mare azzurro e trasparente fatto di scogli selvaggi. Questa è l’idea di Croazia che arriva fino a noi in Italia.

Ed è bella, bella da impazzire.

Questa parte di Istria per me è rappresentata dal parco naturale di Premantura e in particolare da punta Kamenjak che occupa circa trenta chilomentri di costa. Un paesaggio immerso in una natura incontaminata composta da più di 500 specie di piante e da venti specie di orchidee. Qui ho conosciuto Lovro e Sanjia che gestiscono il Windsurf Station con un’allegria che è davvero contagiosa. E sempre qui ho trovato il mio bar preferito al mondo, non sto scherzando, il Safari Bar inglobato nella foresta e con playground in legno da capogiro in cui vorrei presto portare Manina, il mio bimbo.

Visitare l'Istria

E poi ci sono le isole Brioni (Brijuni), un paradiso naturale della Croazia‬ a pochi passi dalla costa di Fazana. Ci si arriva in traghetto in meno di venti minuti. È un luogo dove si respira una strana pace e il ricordo della presenza di Tito, che qui riceveva i principali capi di stato, aleggia ovunque. Nell’isola principale ci sono tre grandi alberghi, un safari (Tito amava gli animali e tutti i capi di stato gliene regalavano) e un museo.

Visitare l'Istria

Al porto di Fazana vendono i biglietti combinati traghetto e visita in trenino dell’isola principale, ma io vi consiglio di visitarla in bici respirando a pieni polmoni il suo ritmo lento.

L’Istria del verde

Istria

C’è un’Istria che non tutti conoscono, è l’Istria verde, fatta di trekking fino a 1400 metri e percorsi cicloturistici. Ne abbiamo assaggiato un pezzo grazie alla salita al Monte Maggiore e alla gita in bicicletta di quasi trenta chilometri sulla Parenzana.

Istria

Alen, il nostro autista, ci aveva avvertiti “La vera Istria è quella dell’interno“. Dopo pochi minuti ci siamo resi conto che aveva pienamente ragione: dolci colline a perdita d’occhio che tanto ci hanno ricordato paesaggi tra i nostri preferiti come quelli della Toscana, Umbria e Provenza. Grazie alla ciclabile Parenzana, nata sulle ceneri della vecchia linea ferroviaria costruita in epoca fascita che collega Trieste a Parenzo, ci siamo immersi in questo polmone verde che custodisce al suo interno paesini tutti da visitare. In sella alle bici di Outdoor-mania.hr e in compagnia della sua guida Ales abbiamo percorso la tratta da Grisignana a Levade, circa 25 km, praticamente tutti in discesa tra tunnel e boschi.

Istria

Istria

Infine se siete alla ricerca di un momento di vera adrenalina il nostro consiglio è di provare lo Zip Line Pazinska Jama che vi porterà a volare sopra una foresta verde per più di mezzo chilometro.

Istria

L’Istria dei paesini indimenticabili

C’è un’Istria fatta di paesini che guardano al mare ed altri arroccati su punte rocciose come a controllare la valle intorno a sé. Ci sono paesini popolati di artisti ed altri di murales. Paesini tutti da visitare e in cui perdersi è d’obbligo.

Dignano d’Istria – Vodnjan

Istria

Abbiamo capito che Dignano d’Istria ci sarebbe piaciuta appena l’abbiamo vista. Nel 2013 un’artista di Parigi ha deciso di fare qualcosa di speciale: un festival di street art che regalasse colore e bellezza al paese che ha dato i natali a sua madre. Così è nato il Boombarstick Project. Graffitari da tutto il mondo hanno realizzato 30 graffiti e una volta iniziato il progetto gli abitanti ne sono rimasti talmente entusiasti che sono stati loro i primi a chiedere agli artisti “Dipingete anche casa mia!“.

Istria

Istria

Da non perdere l’Eco Museo Istrian de Dignan che oltre a dare uno spaccato della vita tradizionale del paese dà la possibilità di prenotare ottime degustazioni di vino, salumi e pane fatti in casa.

Visitare l'Istria

Cittanova – Novigrad

Istria

Novigrad è un borghetto sul mare con un delizioso porticciolo e installazioni di ombrelli colorati un po’ ovunque. Qualche indirizzo speciale: Vitriol se cercate un posto per fare un aperitivo sul mare, Damir e Ornella per provare i piatti migliori della città e Aura se volete acquistare qualche prodotto tipico.

Istria

Istria

Grisignana – Groznjan

Grisignana è conosciuta come la città degli artisti di tutta l’Istria e la sua storia è bellissima. La seconda guerra mondiale la rese deserta perciò negli anni ’60 il comune decise di dare le case agli artisti a prezzi bassimi. Oggi è piena di gallerie d’arte, dalle finestre esce musica classica e la vista sulla valle lascia senza fiato.

Istria

Istria

Fasana – Fazana

Fazana è un insieme di bianco accecante, muri rosa e azzurro da ogni lato.

Istria

È un paesino che guarda al mare e alle meravigliose isole Brijoni. Abbiamo dormito qui, a due passi dalla piazzetta principale dove le campane della chiesa alla mattina della domenica suonavano a festa e dove ho assistito al mio primo matrimonio croato, mi sono unita agli amici che accompagnavano la sposa e ho ballato al ritmo della banda.

Visitare l'Istria

Se cercate un posticino carino e pulito in cui dormire vi consiglio Villeta Phasiana, mentre per cenare a base di pesce in un’osteria autentica andate da Konoba Feral. Le serate a Fazana non possono che terminare tra gli ulivi da Nicoletta ed Emanuele all’Arboretum Pub. Nella trattoria di Fazana, un tempo gestita dai genitori, oggi Nicoletta ha costruito uno dei migliori pub della zona. Qui Emanuele, di origini baresi, serve ottime etichette di birra artigianale e lei propone giganteschi hamburger di Angus.

Pola – Pula

Pola era l’unica città dell’Istria che conoscevo già e questa volta ho avuto modo di apprezzarla ancora di più. Mi sono emozionata ascoltando la storia di questa parte di Croazia e della minoranza etnica italiana narrata da Erika, all’ombra di alcune pietre dentro al suo meraviglioso anfiteatro che d’estate ospita grandi festival e mi sono sorpresa davanti all’accostamento cromatico dell’Arco dei Sergi e dell’attiguo palazzo giallo ocra.

Rovigno – Rovinj

Istria

Rovigno è una delle città più belle della Croazia e, sebbene sia molto visitata, gode di un fascino immutato. Per apprezzarla a pieno vi consigliamo di seguire l’itinerario suggeritoci da Goran, la nostra guida in questa città. Dalla stazione delle corriere scendete verso il mare, dirigetevi verso la parte sud del lungomare, salite fino alla Chiesa di Sant’Eufemia e poi scendete per la via più commerciale (che solitamente tutti utilizzano per salire), la strada Grisia.

Istria

Istria

La chicca: sorseggiare un mojito al tramonto sprofondati nei cuscini di Buffet Trevisol in via Trevisol.

Visitare l'Istria

Oltre al mare, alla natura e ai paesini caratteristici l’Istria è anche buona tavola. Tanti sono i ristoranti che abbiamo testato, ma soprattutto uno è quello che ci è rimasto nel cuore. Per una vera esperienza culinaria che vi lascerà il segno, prenotate per tempo da Ingrid al ristorante Stari Podrum di Most e ordinate zuppa di zucchini, finferli saltati in padella e un filetto che il nostro Alen ha giustamente definito “il più buono del mondo“, il tutto annaffiato dagli ottimi vini istriani. Qualche etichetta da non perdere? Il Refosco di Veralda e la malvasia di Giorgio Clai.

Istria

Istria

Il nostro viaggio in Istria è stato indimenticabile e ci ha portato alla scoperta di una regione che ha veramente tanto da offrire, molto più di quanto si pensi.

Ciao Istria questo è solo un arrivederci, dicono che non ci sia il due senza il tre, no?

Istria

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

20 commenti

  • Rispondi luglio 7, 2016

    Silvia

    Adoro la Croazia e Rovigno è davvero un gioiello!! Bellissimo questo post, tanti spunti per luoghi che non conoscevo e che ho messo in lista 🙂

    • Rispondi luglio 7, 2016

      Elisa e Luca

      Rovigno è meravigliosa!!! Buona vacanza in Istria a te <3

  • Rispondi luglio 7, 2016

    stefaniap80

    E’ un posto magnifico, io adoro visitare i paesini in bici, sai se qui ci sono dei posti che le affittano?

    • Rispondi luglio 7, 2016

      Elisa e Luca

      Ciao Stefania certo che ci sono nel post trovi il link di un noleggio bici molto valido

  • Rispondi luglio 7, 2016

    Marika

    Uhh, Novigrad sembra un po’ il Portogallo! 😀
    Comunque vi ho seguiti ed è stato bello perdermi nel verde insieme a voi 🙂

    • Rispondi luglio 7, 2016

      Elisa e Luca

      E noi abbiamo seguito voi durante il vostro bellissimo viaggio in Portogallo <3

  • Rispondi luglio 8, 2016

    Melina

    Ciao.
    Ma sono tutti luoghi straordinari…non l’avrei mai pensato poi vista attraverso i vostri meravigliosi scatti ha un sapore ancora più poetico!
    Il tour che avete fatto è veramente interessante, mi appunto tutto per quando programmerò il mio viaggio in Istria
    Grazie mille
    Melina

    • Rispondi luglio 8, 2016

      Elisa e Luca

      Grazie milla Melina <3

  • Rispondi luglio 8, 2016

    Croazia info

    Ragazzi, questo itinerario in Istria è impostato così bene, che … dobbiamo iscriverci alla newsletter per riceverne altri. Pochi osano a mettere insieme sia il mare che l’entroterra istriano. Le foto poi, le batte semmai solo la scelta dei motivi. Fantastiche! Però, però… il fumetto iniziale, è fatto al computer, vero? Non ditemi che è fatto a mano?

    • Rispondi luglio 8, 2016

      Elisa e Luca

      E’ fatto a mano da parte di http://www.dilloconunfumetto.it e poi passato a pc per la colorazione, è il progetto di Luca che mette al servizio di privati e aziende il suo talento di fumettista. Potete usarlo citando la fonte se volete <3 grazie per i complimenti, detti da voi valgono doppio!

  • Rispondi luglio 11, 2016

    Sabrina

    Ciao! Un po’ in ritardo ma sono arrivata a leggere questo post e che bel post! le foto mettono una voglia assurda di andare in vacanza 🙂

    • Rispondi luglio 11, 2016

      Elisa e Luca

      grazie mille Sabrina

  • Rispondi agosto 19, 2016

    Manuela

    Post meraviglioso! Sono davvero felice per voi!

    • Rispondi agosto 19, 2016

      Elisa e Luca

      grazie mille Manu, siamo molto contenti

  • Sono luoghi che vorrei vedere, ma vista la distanza in auto dal Piemonte dove vivo sono zone che in qualche modo, purtroppo, abbiamo sempre scartato.
    Ed è un peccato xchè tra queste meravigliose parole e fotografie si percepiscono davvero dei luoghi incantevoli da esplorare (e poi hai detto birre? mi sa che in questo modo riesco a convincerlo eheh).
    Monica

    • Rispondi agosto 19, 2016

      Elisa e Luca

      sì in arrivo presto un post sulle birre artigianali. C’è anche la possibilità di volare low cost su Pola Monica prova a controllare!

  • Rispondi giugno 29, 2017

    Antonia

    Complimenti per il diario di viaggio… Volendo andarci con i miei figli di 8e10 anni… Dove soggiornare soprattutto per avere a disposizione spiagge facilmente praticabili?… Sabbia o affini…
    Grazie
    Antonia

    • Rispondi luglio 5, 2017

      Elisa e Luca

      Ciao Antonia, noi abbiamo fatto base a Fazana e da lì ci siamo mossi con la macchina

  • Rispondi agosto 30, 2017

    marina lo blundo

    Fantastico! Ho il mezzo desiderio di andare quanto prima in Istria e questo tuo post mi è fondamentale per capire almeno in che direzione muovermi. Non avrò molto tempo: 3 giorni se riesco a concretizzarlo. Perciò ti chiedo: in 3 giorni cosa rientra di ciò che avete visitato voi? Io vorrei fare sicuramente Rovigno e Pola, ma ci può rientrare qualcos’altro?

    • Rispondi settembre 4, 2017

      Elisa e Luca

      Se fossi in te cercherei di non perdermi nemmeno Fazana e il parco di Premantura

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.