Piccola guida di viaggio per visitare le Seychelles

Oggi torna a trovarci Marianna, che è già stata nostra special guest del mercoledì con un bellissimo racconto sulle Seychelles. Sapete quanto amiamo queste isole in cui siamo appena stati. In attesa che venga pronto il nostro racconto di viaggio vi lasciamo in compagnia di Marianna e della sua ottima guida per visitare le Seychelles.

Guida per visitare le Seychelles

Seychelles

Qual è il periodo migliore per visitare le Seychelles?

Spinti dalla voglia di viziarci un po’, abbiamo deciso con largo anticipo di prenotare un volo con Ethiad da Milano Malpensa a Mahè con scalo ad Abu Dhabi, 12 giorni suddivisi tra 4 notti a Praslin, 3 notti a La Digue e 5 notti a Mahe. Le Seychelles offrono resort di lusso, hotel piuttosto cari, ma anche soluzioni più economiche come B&B e guesthouse (ossia strutture a conduzione famigliare dotate di appartamentini con cucina).

viaggio alle Seychelles

Il periodo da noi scelto è stato Settembre, periodo che corrisponde all’inverno seychellese: “sulla carta” è la stagione secca, ossia con scarse precipitazioni e temperature intorno ai 28°, ma la fitta vegetazione dovrebbe farci pensare diversamente, infatti piove parecchio, su 12 giorni noi abbiamo preso 6  giorni interi di acqua, più svariati giorni nuvolosi, specie in mattinata. I venti in questo periodo rendono il mare piuttosto agitato, con correnti talvolta pericolose e divieto di balneazione su diverse spiagge.

viaggio alle Seychelles

A settembre la tratta in traghetto Mahe-Praslin è stata molto movimentata a causa di una forte tempesta, tuttavia, vi consiglio qualora decidiate di optare per il traghetto di mettere in valigia le pastigliette antinausea. Malgrado il brutto tempo, le Seychelles offrono paesaggi indescrivibili e piuttosto vari, dal mare turchese, incontaminato e costellato da una  barriere corallina fra le più belle al mondo, alle ampie spiagge deserte di sabbia finissima, alle enormi tartarughe che spesso ti attraversano la strada,  alle colline verdeggianti, agli imponenti massi granitici, alla meravigliosa e lussureggiante vegetazione che la circonda ed ai sorridenti e cordiali abitanti che la popolano.

Dove alloggiare alle Seychelles

Noi abbiamo soggiornato a Praslin vicino alla spiaggia di Anse Volbert allo Sky Blue Guest House, a La Digue all’ Oceane Self Catering, ed a Mahe a Le domaine de Bacova. Tutte ottime soluzioni vicine al mare, spaziose, pulitissime e confortevoli.

Dove mangiare alle Seychelles

Vi consiglio a Praslin La Goulue (Anse Volbert) e Laurier Restaurant (Anse Volbert), a La Digue Chez Jules,  Gala Takeaway (La Passe) e Bor Lanmer Takeaway (La Passe), infine a Mahè Del Place Bar and Restaurant (Victoria) , Maria’s Rock Cafe (Baie Lazare), Kaz Kreol Restaurant & Beach Club (Anse Royale). Locali economici e tipici creoli.

viaggio alle Seychelles

Cosa vedere alle Seychelles

  1. Anse Lazio, Anse Georgette e Anse Volbert (Isola di Praslin)
  2. Vallee de Mai Nature Reserve (Isola di Praslin)
  3. Curieuse Island (Isola di Praslin)
  4. Anse Source D’Argent, Anse Coco Beach, Grand Anse e Petit Anse (Isola La Digue)
  5. Spiaggia di Port Launay- Port Glaud, Baie Lazare e Anse Forbans (Isola di Mahè)
  6. Tempio hindu (Victoria)

Come muoversi alle Seychelles

Tra un’isola e l’altra occorre prenotare il traghetto con Cat Cocos, a La Digue il mezzo migliore sono le proprie gambe e la bicicletta, a Mahè l’autobus e il taxi anche se più costoso ed infine a Praslin noi abbiamo optato per muoverci a piedi ed in autobus.

viaggio alle Seychelles

Dove comprare qualcosa

Nelle varie isole ci sono diversi negozi tipici di souvenir, ma è la capitale più piccola al mondo ‘Victoria’, ad offrire una maggior scelta con il Mercato tipico di frutta e verdura e Market street.

Cosa mettere in valigia per le Seychelles

Per il giorno costumi, vestiti leggeri, per la sera golfino, foulard per la brezza, K-way per la pioggia; per la barriera corallina non dimenticatevi di portare l’attrezzatura per snorkeling, scarpe con suola in gomma, berretto e crema solare ad altissima protezione. Infine, non dimenticate l’Autan poiché la lotta con le zanzare può risultare abbastanza faticosa, l’ombrello e la torcia!

Costo totale in due per due settimane: 4.000€

Di confini non ne ho mai visto uno. Ma ho sentito che esistono nella mente di alcune persone.

 (Thor Heyerdahl)

 

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi? Lascia un commento

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.