Conoscere Reggio Emilia

Da quando le hanno erette, anche se non tutti ne sono entusiasti, sono divenute il simbolo della città: le vele di Calatrava. Sì perchè quando passi sull’autostrada del Sole anche senza volerlo le vedi, li che si stagliano nel cielo, illuminate se siamo dopo il tramonto. Tre archi bianchi e altissimi di design futuristico che si ergono in cielo quasi a dirti. “tu sia il benvenuto qui a Reggio Emilia!”.

Ecco questo post lo scrivo per questo motivo, dare il benvenuto a coloro che vorranno visitare la mia piccola città, ancora poco turistica ma che ospita una delle manifestazioni di fotografia più importanti a livello europeo: Fotografia Europea di cui abbiamo già parlato in un altro post.

Perciò oggi ciò che vorrei fare è una piccola guida tra ciò che secondo me offre di più interessante.

COSA VEDERE

La cosa più affascinate di Reggio Emilia secondo me sono le piazzette che la caratterizzano. Quelle che io adoro di più sono Piazza Fontanesi che mi ricorda un pò Parigi per la sua struttura, Piazza dei Leoni la cui Chiesa rosa al tramonto è imperdibile e la piccola Piazza Casotti.

Le due piazze più grandi e conosciute sono Piazza della Vittoria e Piazza Prampolini che ospitano rispettivamente il Teatro Valli con innanzi le fontane danzanti (un vero spettacolo di notte) e il Duomo con la statua della Madonna d’oro.

Tra Piazza Prampolini e Piazza Casotti sorge il Comune che dà i natali al Museo del Tricolore. Sì perchè il Tricolore è nato proprio qui e si può visitare sia il Museo che ne narra la storia ma anche la Sala in cui venne proclamata la bandiera italiana.

DOVE MANGIARE

Reggio Emilia è piena di locali dove mangiare qualcosa di buono, tante sono le osterie, i ristoranti e le pizzerie. Quelle che a noi hanno rubato il cuore e che vi consigliamo vivamente sono:

Osteria la Guerrina: per una cena e un dopocena emiliani! Verso la mezzanotte del sabato e del venerdì si anima con dj set.

Risotrante Pizzeria Piccola Piedigrotta: per assaggiare la pizza in assoluto migliore del centro storico.

Piatto unico: splendido locale arredato con estremo gusto che unisce la musica alla cucina con possibilità di pranzare all’esterno.

DOVE FARE L’ APERITIVO

I posti per l’apertivo a Reggio Emilia stanno crescendo a vista d’occhio, molti bar verso le sette di sera si trasformano riempiendo i propri banconi di ogni prelibatezza.

I nostri posti preferiti che vi consigliamo sono:

L’opposto che vi servirà ottimi cocktails.

Il Dimmelo Tu che si affaccia sulla nostra amata Piazza Fontanesi.

Il Caffè Europa per godersi la bella Piazza Prampolini.

Se invece cercate qualcosa di messicaneggiante potete affidarvi a Greg all’Hot Chili in una laterale della Via Emilia.

Per dover di cronaca segnaliamo due vie dove potete trovare un locale dietro l’altro e scegliere da voi cosa preferite: Corso Garibaldi e poco fuori dal centro Viale Simonazzi.

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

2 commenti

  • Rispondi dicembre 9, 2015

    Reggio Emilia in un giorno | Ritagli di Viaggio

    […] miprendoemiportovia/2012/05/conoscere-reggioemilia Conoscere Reggio Emilia di Miprendoemiportovia […]

  • Rispondi aprile 11, 2016

    Reggio Emilia in un giorno - Ritagli di Viaggio

    […] Conoscere Reggio Emilia di Miprendoemiportovia […]

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.