Dove mangiare la fonduta a Zurigo: la chicca di Zurich West

A Zurigo siamo stati una notte.

Nevicava e noi eravamo diretti alle Canarie. Il 2014 stava per finire e la nostra mente era proiettata verso caldi lidi. Zurigo quindi non doveva essere altro che una parentesi.

Di aspettative non ne avevamo nemmeno una, se non quella di trovare una città sotto una spessa coltre di neve.

E come sempre accade quando siamo in questo mood abbiamo scoperto una città veramente interessante, viva e in divenire. Inutile dire che ci è rimasta una voglia pazza di tornare per conoscerla per davvero questa bella signora svizzera, che fin dalla prima impressione ha stuzzicato la nostra curiosità. Durante il nostro stop over a Zurigo abbiamo avuto la possibilità di assaggiare (perché di fatto si è trattato solo di un rapido testing) Zurich-West, un tempo quartiere industriale e oggi di tendenza. Il suo simbolo è il Flagship store di Freitag, l’azienda elvetica più famosa in Europa in tema di borse riciclate. Sapete quelle ottenute dai teloni dei camion? Ecco, proprio quelle! Il negozio di per sé vale il viaggio e non (solo) per quello che si può comprare all’interno visto che quando siamo arrivati noi era già chiuso (per fortuna di Luca) ma per la struttura avveniristica che lo ospita, una singolare torre di diciannove container, che decisamente non passa inosservata.

freitag store zurigo

Appena sotto a questa vera e propria scultura industriale alta ventisei metri sorge Frau Gerolds Garten  un colorato giardino urbano che mette allegria all’istante. Composto da sei atelier, un bar, un ristorante e una terrazza panoramica oltre che da numerosi tavolini all’aperto che, possiamo solo immaginare, col sole estivo danno il meglio di sé. Non ci possiamo lamentare però perché anche sotto la neve, le lucine colorate sospese che illuminavano il giardino gli conferivano un’atmosfera davvero magica.

zurich west

zurich west

L’intera area è stata costruita ridando vita a vecchi contenitori, a botti e teloni; ovunque ci sono cassette di piante aromatiche (che chi vuole può prendersene cura mandando una mail all’organizzazione) e le pareti del giardino sono decorate da murales. Il più importante di tutti è quello dell’illustratrice Sarah Parsons, dal titolo “You get what you give” rappresentato da due grandi mani che tengono il simbolo dell’infinito, in omaggio alla Natura e a ciò che ci offre se ce ne prendiamo cura.

Dove mangiare la fonduta a Zurigo

zurich west winterstube

All’interno del Frau Gerolds Garten si trova l’omonimo ristorante, uno dei posti migliori di Zurigo dove mangiare la fonduta. Basta varcare la soglia della grande struttura in legno per capire di essere nel posto giusto. I tavolini sono sistemati in modo circolare e ospitano gruppi di amici, famiglie con bambini e romantiche coppiette tutti qui con un ‘unico scopo: mangiare la fonduta intorno al fuoco dell’enorme stufa in ghisa al centro del locale su comodi divanetti in un’atmosfera davvero rilassante. Fonduta con pane, patate e sottaceti è un vero must!

fonduta zurigo

Contatti: Geroldstrasse 23, 8005 Zürich, Svizzera +41 78 971 67 64

Come arrivare a Zurich West

A Zurigo i mezzi pubblici sono decisamente efficienti. Per raggiungere Zurich West basta scendere alla stazione di Hardbrücke e a pochi passi troverete il Frau Gerolds Garten.

Zurigo aspettaci, stiamo per tornare!

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

1 commento

  • Questo posto è assolutamente da segnare se mai passeremo da Zurigo. Una fonduta così non ce la deve togliere nessuno 😛

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.