Visitare Bergen: la Norvegia che non ti aspetti

Se c’è un aspetto che amo del viaggiare è quello di farmi sorprendere, ma in un’epoca ultradigitale come la nostra in cui veniamo bombardati da informazioni, racconti, foto e video trovare qualcosa di inaspettato non è sicuramente cosa semplice. E questo vale pure per la Norvegia. Le immagini dei suoi fiordi mozzafiato e dell’aurora boreale sono il simbolo di questo paese che, soprattutto per il grande flusso di turismo di questi anni, sembra non avere più segreti per nessuno. Ma forse così non è, perché la Norvegia di segreti ne ha parecchi, me ne sono accorto subito, in particolar modo quando ho deciso di visitare Bergen.

Visitare Bergen Norvegia

Questo gioiello di città ha parecchi soprannomi, ma ce n’è uno che i suoi abitanti non amano particolarmente: la porta d’ingresso ai fiordi. Sì, ok, dal suo porto partono tutte le principali escursioni e crociere che portano i turisti alla scoperta delle meravigliose e frastagliate montagne che si tuffano nel mare di Norvegia, ma Bergen non è solo un punto di partenza o una città degna di una passeggiata di un paio d’ore.

Bergen, così come la Norvegia, ha molto di più da offrire.

Visitare Bergen Norvegia

Visitare Bergen classica: il porto e la funicolare

Sceso dalla Hurtigruten, il mitico traghetto postale che percorre tutta la costa norvegese, e posati i bagagli in albergo sono partito a piedi per visitare Bergen. Dopo un paio di vie mi sono trovato al cospetto del suo porto, letteralmente travolto dalla sua bellezza. Su due lati si trovano i mercati del pesce, quello antico e quello moderno (davvero stupendo), mentre sul terzo lo storico quartiere Bryggen.

Visitare Bergen Norvegia

Visitare Bergen Norvegia

Visitare Bergen Norvegia

È qui nel Vågen (il porto), cuore di Bergen, che si riversa la maggior parte dei turisti. Ma fin da subito guardandomi attorno ho capito c’era qualcosa di speciale. Di solito “zona turistica” equivale a “zona da evitare” perché colma di vere e proprie trappole (se non truffe) per i visitatori tra ristoranti di pessima qualità, negozi stracolmi di cianfrusaglie kitch da brividi, artisti di strada imbarazzanti a-là-Tutankamon per intenderci e così via, una sorta di galleria degli orrori a cielo aperto. Bene, a Bergen non esistono (o se esistono devono essere nascoste proprio bene). Mal che vada qualche pescivendolo cercherà in tutte le lingue del pianeta di abbordarvi per testare la qualità dei suoi prodotti, ma penso non ci sia niente di male nel farlo, no? Soprattutto quando il pesce è ottimo!

Impossibile resistere al fascino delle casette colorate dello storico quartiere di Bryggen, patrimonio dell’UNESCO e lo scorcio più fotografato di Bergen.

Visitare Bergen Norvegia

Qui per secoli si sono svolte le principali attività legate alla pesca e le lavorazioni dello stoccafisso da parte dei commercianti anseatici. Tra scale scricchiolanti e con le narici piene del profumo del legno bisogna solo lasciarsi trasportare alla scoperta di questo angolo da favola che trasuda storia in ogni suo angolo.

Visitare Bergen Norvegia

Visitare Bergen Norvegia

L’altra classica tappa di Bergen, un must davvero imperdibile, è la Fløibanen, la funicolare che porta fino in cima alla collina di Fløyen e che permette di dominare tutta la città. Un consiglio: andateci verso l’ora del tramonto perché quello che vedrete rimarrà scolpito nella vostra memoria per parecchio tempo, ve l’assicuro.

Visitare Bergen Norvegia

E fin qui tutto meraviglioso, ma niente di nuovo, questa è la classica Bergen. O almeno quella alla quale si dedica nemmeno una giornata intera, prima di ripartire verso nord, a bordo di una nave da crociera alla scoperta dei fiordi.

Ma Bergen, da quello che ho potuto vedere, è un po’ come i norvegesi che ho incontrato: perfetta ma non statica nella sua bellezza. L’idea che avevo di Bergen (e della Norvegia) quando sono partito dall’Italia era quello di un paese senza macchia tanto da risultare asettico, glaciale, come il suo clima (altro luogo comune errato). E’ bastato dedicare più tempo di quello che solitamente si concede a questa città per rendermi conto che in verità racchiude un’energia e una vitalità tutte sue.

Visitare Bergen e il suo fascino nascosto

A seguire un elenco di luoghi e locali di cui mi sono innamorato e che chiunque voglia visitare Bergen non debba perdersi.

Skostredet

Visitare Bergen Norvegia

A due passi dal porto si trova questa via in cui sono concentrati i più bei locali di Bergen sia per fare aperitivo che per trascorrere la serata. Pallet colorati, murales alle pareti, musica soul, spine di birra artigianale: appena ho messo piede qui ho capito di essere nel posto giusto. Vi consiglio caldamente di frequentarla il sabato sera perché è quello il momento in cui i Norvegesi danno il meglio di loro!

Visitare Bergen Norvegia

Visitare Bergen Norvegia

Visitare Bergen Norvegia

Skuteviken

Il mio angolo preferito di Bergen. Leggermente fuori dal Vågen, oltre il parco di Bergenhus che racchiude al suo interno l’Håkonshallen, la fortezza di Bergen, si trova questo piccolo sobborgo fatto di casette bianche e strette vie acciottolate che si arrampicano su lungo il fiordo alle spalle di Bergen.

Visitare Bergen Norvegia

Visitare Bergen Norvegia

Visitare Bergen Norvegia

Risalite lungo Skuteviksveien verso Blekeveien fino alla vecchia caserma dei pompieri a fianco del laghetto artificiale per godere dell’ennesima splendida vista sulla città. E poi giù dritti per tornare a Bryggen per completare a mio avviso la più bella escursione di Bergen. Un consiglio: scarpe comode e con una buona suola perché ci si arrampica e si scende parecchio!

Museo della Pesca (Norges Fiskerimuseum)

Oltre lo Skuteviken si trova il Museo della Pesca, luogo da visitare per comprendere storia e tecniche di lavorazione dello stoccafisso e aringhe. L’ambiente è davvero splendido, un mix tra antico e moderno che colpisce appena si mette piede nel suo ingresso.

Visitare Bergen Norvegia

Durante la visita ho anche sperimentato in prima persona la tecnica con la quale veniva sbriciolato lo stoccafisso prima di cucinarlo. Non vi dico la fatica!

Visitare Bergen Norvegia

Kode – Museo delle Arti

Il Kode è il più grande museo di arte e musica dell’intera Scandinavia. Suddiviso in quattro edifici (il primo rimarrà chiuso fino al 2017) si affaccia su uno dei lati del Lille Lungegårdsvann, il lago di Bergen. Qui, durante il mio soggiorno in città, ho potuto visitare la mostra dedicata ad uno dei miei pittori preferiti e massimi rappresentanti della pittura norvegese: Edvard Munch.

Visitare Bergen Norvegia

USF Verftet

Un luogo che racchiuda un ristorante bar lungo il mare, una sala concerti dove si svolgono performance più disparate dal jazz al punk, angolo djset, una sala proiezioni e tanto altro? Con tanto di lucine all’esterno? Sembra utopistico ma non lo è perché esiste davvero e si chiama USF Verftet. Questo è l’angolo più cool di Bergen.

Visitare Bergen Norvegia

Enhjorningen

Al numero 29 del Bryggen si trova questo ristorante davvero splendido. Se quello che cercate è una cena di classe in una location storica questo è quello che fa per voi. I piatti dell’Enhjorningen sono esclusivamente di pesce, dalla trota, passando per baccalà e salmone fino ad arrivare alla balena (che non è un pesce, sì lo so).

Visitare Bergen Norvegia

Pingvinen

Della serie “se non lo conosci non lo troverai mai”, il Pingvinen è il classico pub per locali, dove si mangia buon cibo tradizionale, si fa tardi fino al mattino (è aperto fino alle 3) ma soprattutto si può trovare una vasta scelta di birra artigianali, molte delle quali norvegesi e della stessa Bergen. Forse non tutti lo sanno, ma la birra artigianale norvegese è davvero di ottima qualità. Il nome più celebre è quello di Nøgne Ø, mentre se volete bere birra artigianale di Bergen vi consiglio la 7 Fjell Bryggeri.

Letture consigliate

Termino questo chilometrico post con un consiglio di lettura per chi volesse prepararsi ad un viaggio in Norvegia. Ho letteralmente divorato “Dalla A alla Å – Norvegia: istruzioni per l’uso” di Camilla Bonetti, edito da Polaris Edizioni. In poco più di 200 pagine Camilla ha descritto la sua triennale esperienza di italiana in Norvegia con uno stile che mi ha letteralmente stregato fin dalle prime righe. Ritengo sia il miglior modo di iniziare a conoscere un paese magico come la Norvegia!

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

7 commenti

  • Rispondi luglio 11, 2016

    Chiara Paglio

    Ho seguito su Snapchat il viaggio di Luca in Norvegia ed è stato bellissimo. Le foto sono splendide. Prima o poi spero di avere l’occasione di visitare questo paese (tra l’altro, il mio ragazzo studia norvegese), anche se i costi mi spaventano un po’ 🙂

    • Rispondi luglio 14, 2016

      Elisa e Luca

      Grazie Chiara. Bergen e la Norvegia sono proprio come sembrano: splendide. Effettivamente i costi sono abbastanza alti per le nostre tasche italiane, ma non in tutte le cose. Ad esempio lo street food non l’ho trovato così costoso al contrario degli alcolici (ahimè, visto che amo la birra norvegese) invece in cui ho riscontrato un buon 50% in più. Comunque facendo le scelte giuste (alloggio, pasti, trasporti) è una vacanza che si può affrontare anche per chi non ha grande disponibilità (come noi…).

  • Rispondi luglio 13, 2016

    michela figliola

    Aspettavo questo post, dopo aver seguito su Snapchat le avventure di Luca, stoccafisso compreso!
    Ammetto che mi piacerebbe fare una bella crociera nei fiordi, ma son certa che se mai accadrà farò in modo di dedicare del tempo in più a Bergen e le sue casette appuntite!

    • Rispondi luglio 14, 2016

      Elisa e Luca

      Assolutamente, merita davvero un sacco, un paio di giorni tranquillamente. Ancor meglio se nel weekend perché alla sera ci si diverte parecchio!

  • Rispondi luglio 14, 2016

    Elisa

    Ciao, mi permetto di scriverti per chiedervi un’informazione. Questa estate io e amici abbiamo intenzine di fare una vacanza in Norvergia: arriveremo a Bergen affitteremo la macchina e arriveremo fino a Stavanger. Poi sarebbe nostra intenzione tornare a Bergen via traghetto: sapete darci qualche dritta su quest’ultimo aspetto? Grazie mille in anticipo, Elisa

    • Rispondi luglio 14, 2016

      Elisa e Luca

      Ciao Elisa. Per quanto ne so (confermato dai ragazzi dell’ente turistico) il modo migliore per muoversi tra i fiordi è l’auto, visto che i mezzi pubblici seppur molto efficienti non arrivano ovunque. Per lo spostamento via mare per arrivare a Bergen partendo da Alesund (più a nord, mooolto carina e con bellissime escursioni) io ho utilizzato il mitico Hurtigruten, il battello postale che percorre tutta la costa dei fiordi norvegesi fino al confine con la Russia, ma a quanto ne so non arriva più a sud di Bergen, quindi per compiere quella tratta dovrete prendere qualche altro traghetto. Vi consiglio di visitare il sito https://www.visitnorway.it, quello ufficiale dell’Ente Norvegese in Italia, perché hanno veramente un sacco di indicazioni utili. Valutate i fiordi più belli dicono siano da Bergen andando verso nord…
      Spero di esserti stato utile!

  • Rispondi luglio 14, 2016

    Camilla Bonetti

    Un bellissimo viaggio in quella che per me è stata la porta al mondo norvegese. Tanti consigli utili: ho preso appunti per un prossimo ritorno. Grazie e…buon viaggio a voi, viaggiatori 🙂

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.