Top
Visitare Bruxelles Mechelen e Lovanio

Blog di viaggi di Elisa & Luca - Miprendoemiportovia

Visitare Bruxelles, Mechelen e Lovanio

Se ami la birra artigianale sai bene che un viaggio nelle Fiandre è la migliore cosa che tu possa fare, essendo da secoli culla dei migliori birrifici mondiali. Visitare Bruxelles, Mechelen e Lovanio ti darà la possibilità di immergerti in questa cultura secolare e scoprire come passione, tradizione e materie prime in questo triangolo di Belgio siano capaci di fondersi creando una formula unica al mondo.

Se poi ci aggiungiamo il fascino romantico delle città delle Fiandre è facile capire perché tutti coloro che decidono di trascorrere una vacanza qui ci lascino il cuore!

Scopriamo insieme in questo dettagliato articolo, basato sulle nostre personali esperienze, quelle che sono le chicche imperdibili in un viaggio nella capitale belga e nei suoi dintorni, come Mechelen e Lovanio e birrifici e brasserie da visitare.

Visitare Bruxelles Mechelen e Lovanio

Visitare Bruxelles, Mechelen e Lovanio alla ricerca della miglior birra belga

La città di Mechelen, tra splendidi birrifici e chiese trasformate in pub

A pochi chilometri da Bruxelles in direzione Anversa, nella regione delle Fiandre, si trova una graziosa città tutta da scoprire: Mechelen. Ho avuto la fortuna di scoprirla qualche anno fa, durante una vacanza in scambio casa con una famiglia belga, e devo dire che mi ha davvero sorpreso! Mechelen è una tappa perfetta per una gita in giornata fuori dal ritmo metropolitano della capitale ed ha ottimi motivi per essere visitata anche dai beer lover. Conosciamola insieme 😉

Cosa vedere a Mechelen in una passeggiata nel suo centro storico

Il centro storico di Mechelen, fatto di vicoli, ponti sul fiume Dijle e localini, è davvero un gioiello. Imponente nel cielo, a dominare su tutta la città, svetta il campanile di San Rombaldo. La sua forma è davvero singolare, sai perché? Non è mai stata completata! Se hai gambe e polmoni potrai affrontare i suoi 500 gradini per avere una vista pazzesca sulla città (e non solo).

Ai piedi della torre si trova la splendida Grote Markt, la piazza centrale di Mechelen, dove si affacciano edifici storici in tipico stile fiammingo che la rendono super fotogenica.

Visitare Bruxelles Mechelen e Lovanio

A pochi passi si entra nel quartiere del beghinaggio, il Groot Begijnhof, che una volta attraversato permette di giungere ad uno storico birrificio.

Het Anker, il birrificio storico di Mechelen

Si tratta di Het Anker, produttore tra le altre della celebre serie Gouden Carolus. Le sue origini risalgono al lontanissimo 1872, quando la famiglia Van Breedam (ancora oggi proprietaria) acquistò il precedente birrificio modernizzandolo. Al suo interno si trovano tap room, uno splendido ed ottimo ristorante e anche un hotel 3 stelle, una vera singolarità nel mondo birrario!

Nel 2010, nell’antica fattoria risalente al XVII secolo fuori Mechelen, è stata anche inaugurata la distilleria Het Hanker che tre anni dopo ha immesso sul mercato il suo primo whiskey, vincendo fin da subito numerosi premi.

Het Anker – Guido Gezellelaan 49 Mechelen – Tel. +32 15 287 141

Batteliek, una microbrewery in una location unica

Batteliek Mechelen

In un quartiere/villaggio alla porte di Mechelen si trova un locale super particolare, recentemente inaugurato. Ci troviamo all’interno di una enorme chiesa sconsacrata trasformata in un microbirrificio, il Batteliek. È una scelta perfetta se vi volete concedere una serata tra hamburger, frites e beer tasting in una location d’impatto.

Batteliek – Wolverbosstraat 42 Battel, Mechelen

Dove dormire a Mechelen

Se decidi di trascorrere una notte a Mechelen imperdibile è il Martin’s Patershof, hotel allestito all’interno anch’esso di una chiesa sconsacrata. È un’esperienza che io ed Elisa non avevamo ancora vissuto!

hotel dove dormire a mechelen

Visitare Lovanio, una chicca da scoprire a pochi km da Bruxelles

A circa 25 km dall’aeroporto Zaventem di Bruxelles si trova Lovanio, capoluogo della regione del Bramante Fiammingo. Facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici o in auto dalla capitale, Leuven (questo il suo nome in fiammingo)  rappresenta anch’essa un’ottima scelta per chi voglia trascorrere una giornata alla scoperta di una città fuori dalle solite rotte turistiche.

Cosa vedere nel centro storico di Lovanio

Una volta volta giunti alla Grote Markt è impossibile non rimanere impressionati dall’edificio dello Stadhuis, il palazzo del municipio di Lovanio. Un vero spettacolo. Sarà facile sentire il rintocco delle campane suonare ad ogni ora perché di fronte si trova la Collegiata di San Pietro sulla cui sommità un campanaro completamente dorato batte con un martello una campana.

Percorrendo la Kortestraat si giunge all’Oude Markt, la seconda piazza della città. Ti consigliamo di visitarla alla sera perché uno dei suoi due lati lunghi è completamente occupato da una una serie infinita di locali dove bere una birra o un cocktail.

A dieci minuti a piedi dalla piazza si entra in un luogo magico: il Groot Begijnhof, il quartiere grande del beghinaggio di Lovanio. Non è un quartiere, sembra un intero villaggio tanto sono importanti le sue dimensioni. Nel 1998 l’UNESCO lo ha inserito nella lista dei patrimoni dell’umanità.

Dopo questa passeggiata nel centro storico di Lovanio non ti è venuta un po’ di sete? Allora è arrivata l’ora di scoprire i suoi birrifici, sei pronto? Andiamo!

Domus, il brew pub nel cuore di Lovanio

Domus lovanio

Nel pieno centro storico, a due passi dalla piazza principale, si trova il brew pub Domus. La birra prodotta nel piccolo birrificio viene servita all’interno del ristorante (il passaggio avviene attraverso tubi!) e la si può accompagnare a deliziose portate di piatti della tradizione belga. Attenzione, le porzioni sono super abbondanti! Consiglio: ordina il beer tasting!

Domus – Tiensestraat 8, 3000 Leuven – Tel. +32 16 20 14 49

Brouwerij de Coureur, nuovo microbirrificio di Lovanio

Brouwerij de Coureur

In un quartiere residenziale alle porte di Lovanio è stato recentemente inaugurato un nuovo microbirrificio dallo spirito green: Brouwerij de Coureur. Il birrario Bart e sua moglie Ine hanno deciso di abbandonare il loro precedente lavoro in azienda e di rivoluzionare la loro vita seguendo la loro passione per la birra per avere uno stile di vita più slow. Abbiamo amato tanto le loro birre sperimentali quanto loro!

Brouwerij de Coureur – Borstelsstraat 20/bus 1, 3010 Leuven – Tel. +32 485 17 86 95

Braxatorium Parcensis e De Abdijmolen

park abbey leuven

Sul limitare del perimetro cittadino di Lovanio si trova Park Abbey, abbazia risalente al XII secolo. Questo edificio, oltre al fatto di trovare in una bellissima location rurale, ha la particolarità di ospitare al suo interno, al pian terreno un birrificio, il Braxatorium Parcensis. Non avendo potuto visitarlo abbiamo degustato le sue birre, davvero ottime, presso la brasserie Abdijmolen, costruita all’interno dell’antico mulino alle porte dell’abbazia.

Park Abbey – Abdij van Park 7, 3001 Leuven

La Farm Brewery Hof Ten Doormal

Hof ten doormal

Avete mai sentito parlare di farm brewery? A differenza della gran parte dei birrifici che le acquistano esternamente, le farm brewery producono e lavorano le materie prime che utilizzano per creare la birra. A 10 km a nord di Lovanio si trova una di queste eccellenze, Hof Ten Doormal. L’atmosfera bucolica che si vive in questo birrificio fattoria immerso nelle campagne delle Fiandre vi conquisterà (così come le loro birre).

Hof Ten Doormal – Caubergstraat 2, 3150 Haacht – Tel. +32 498 31 97 76

Dove dormire a Lovanio

L’offerta di locali e birrifici dove bere birra belga qui è così ampia che decidere di dormire a Lovanio è un’ottima scelta. Noi lo abbiamo fatto nell’elegante Martin’s Klooster, hotel 4 stelle costruito all’interno di un antico edificio di 500 anni (la colazione è super wow!).

Alla scoperta della birra a fermentazione spontanea tra Pajottenland e Bruxelles

Il mondo della birra belga è caratterizzato, oltre per la sua grande qualità, anche per stili di birra che si possono trovare solo qui. Uno di questi è sicuramente il lambic, birra a fermentazione spontanea che viene prodotta nei dintorni di Bruxelles e più precisamente nel territorio del Pajottenland, a sud-ovest della capitale.

Pajottenland Visitare Bruxelles Mechelen e Lovanio

Se non hai mai bevuto un lambic, devi prepararti psicologicamente ad avere un’esperienza completamente inedita nella tua vita. Il gusto è tendente all’acido, una sorta di anello di congiunzione tra il mondo della birra e quello del vino!

Ecco tre birrifici imperdibili, che producono birre pazzesche e che offrono anche la possibilità di approfondire la conoscenza del lambic attraverso la visita ai loro storici locali.

Brasserie Cantillon e il museo della Gueuze

Iniziamo questo itinerario nel mondo del lambic da Bruxelles dove si trova la Brasserie Cantillon. Da tre generazioni la famiglia Van Roy ha riportato in auge le tradizionali birre a fermentazione spontanea fino a renderle addirittura oggetto di culto per gli appassionati di birra artigianale di tutto il mondo. La qualità straordinaria delle birre, l’accoglienza della famiglia Van Roy e dello staff e il fatto che il birrificio sia anche Museo della Gueuze rende la Brasserie Cantillon una tappa obbligatoria in ogni viaggio a Bruxelles e dintorni.

Brasserie Cantillon – Rue Gheude 56, 1070 Anderlecht Bruxelles – Tel. +32 2 521 49 28

Timmermans, istituzione nel mondo lambic

Timmermans lambic

Ad ovest di Bruxelles a circa 15 km dal suo centro si trova il piccolo villaggio di Itterbeck. Nessuno conosce il suo nome eccetto tutti gli appassionati di birra belga perché qui da 300 anni si trova uno dei più celebri produttori di lambic: il birrificio Timmermans. Visitarlo è una vera gioia tanto per gli occhi che per le papille gustative. La sala degustazione e il percorso attraverso il suo antico impianto sono una vera bellezza e le birre… beh! Vi dico solo che nel 2015 la loro Oude Gueuze ha vinto il premio come miglior birra acida ai prestigiosi World Beer Awards. Quando l’ho visitato nel mio ultimo viaggio nelle Fiandre mi hanno letteralmente dovuto trascinare via!

Timmermans – Kerkstraat 11-1701 Itterbeek – Tel. +32 (0)2 569 03 57

Oud Beersel, tra passione grande qualità

Oud Beersel Visitare Bruxelles Mechelen e Lovanio

Il nostro viaggio alla scoperta del lambic continua con una vera chicca. Spostandoci verso sud arriviamo nel paesino di Beersel dove sorge l’omonimo birrificio, Oud Beersel. A causa della mancanza di continuità nella gestione nel 2002 il birrificio, ha rischiato di chiudere i battenti. Sconvolto dalla perdita di questo incredibile patrimonio culturale Gert, l’attuale proprietario, ha deciso, non senza grandi rischi, di rilevare l’attività e rilanciare la produzione. Oggi Oud Beersel è uno dei più apprezzati produttori di birre a fermentazione spontanea e numerosi sono i premi conseguiti.

Oud Beersel Gert

Quest’anno, a fianco del birrificio, Gert ha acquistato il “piccolo bar di paese” trasformandolo in una splendida Bierhuis, casa della birra, dove si possono degustare le sue birre accompagnandole a piatti caldi cucinati con le creazioni Oud Beersel. Se volete bere birre strepitose e sentirvi a casa this is the place!

Per conoscere gli orari della bierhuis e prenotare una visita al birrificio vi consiglio di visitare il sito.

Oud Beersel – Laarheidestraat 230 – 1650 Beersel – Tel. +3226807954

Visitare Bruxelles: dove bere birra belga tra brasserie e birrifici

Bruxelles: le nostre tre chicche da non perdere

La capitale del Belgio ha una serie infinita di motivi per essere visitata e amata. Vogliamo darti tre pillole che per noi la rendono unica e speciale.

  1. Grand Place: lo so lo so, potrà anche sembrare scontato ma il suo monumento più famoso e visitato da solo vale la visita a Bruxelles. Quando camminando nel suo centro storico ti ritrovi al centro della sua piazza principale vieni sopraffatto da un senso di stupore totale. Sei completamente circondato a 360 gradi da edifici ricchi di decorazioni dalle fondamenta al tetto, spesso ricoperte di oro. L’effetto è davvero spettacolare, tanto di giorno quanto di notte.
  2. Il fumetto in Belgio è una cosa seria, quasi una religione. Lo si capisce dalla presenza in città di un museo bellissimo interamente dedicato alla nona arte. E lo si capisce camminando per la città, perché è davvero facile imbattersi in qualche colorato murales dedicato al mondo del fumetto. Ricordati quindi di tenere sempre gli occhi aperti e il naso all’insù 😉
  3. Nella capitale belga la scelta di dove bere birra belga è davvero infinita. In ogni via sembra spuntare un’insegna di una brasserie o di un pub. Ma tra tutta questa moltitudine ci sono due locali che non possono mancare nella lista di luoghi da visitare a Bruxelles. Dopo averteli presentati ti porteremo alle porte della città in un’abbazia conosciuta in tutto il mondo. Sei pronto?

Moeder Lambic

Moeder Lambic Fontainas

Il primo locale in cui ti consigliamo di andare è sicuramente il Moeder Lambic. Dal 2006 vengono servite le migliori birre prodotte in Belgio, tanto da renderlo un vero tempio della birra e meta di pellegrinaggio in ogni viaggio a Bruxelles per i birrofili di tutto il mondo. A dir la verità è un doppio locale perché esiste sia il Moeder Lambic Original, che si trova nel quartiere di Saint-Gilles dallo stile più tradizionale, che il Moeder Lambic Fontainas in centro, dallo spirito più urbano. Non mi ricordo volta in cui sia andato a Bruxelles senza fare almeno una fugace sosta in uno dei due locali!

Moeder Lambic Original -Rue de Savoie, 68 – 1060 Saint-Gilles – Tel.+32 2 544 16 99
Moeder Lambic Fontainas – Place Fontainas 8, 1000 Bruxelles – Tel. +32 2 503 60 68

Delirium Village

Delirium café village Bruxelles

A due passi dalla Grand Place, nato da un café e sviluppatosi lungo tutta la via, si trova il Delirium Village. Immagina una strada dove dietro ad ogni porta si celano pub e tap room con una sfilza di spine senza fine. Se ami le birre trappiste oppure sei alla ricerca delle nuove tendenze qui di sicuro le troverai. Pensa che il Delirium Café, uno dei locali del Village, è entrato nei Guinness dei Primati con le sue 2004 birre disponibili! Il Delirium Village è amato soprattutto dai turisti che affollano i suoi locali durante tutta la settimana 365 giorni all’anno.

Delirium Village – Impasse de la Fidélité 4, 1000 Bruxelles – Tel. 02 514 44 34

Microbrouwerij Grimbergen

Microbrewery Grimbergen

A nord di Bruxelles, a pochi chilometri dall’Atomium, si trova il villaggio di Grimbergen che ospita l’omonima abbazia e il celebre birrificio d’abbazia. Negli ultimi anni è stato lanciato un nuovo progetto, più sperimentale rispetto alla linea classica, un vero e proprio micro birrificio all’interno del perimetro dell’abbazia le cui birre si possono degustare nello splendido ristorante/tap room adiacente. Al primo piano troverai un percorso multimediale che dà la possibilità ad ospiti e clienti di approfondire la loro conoscenza sul mondo della birra belga.

Microbrouwerij Grimbergen – Abdijstraat 20, 1850 Grimbergen

Dove dormire a Bruxelles

Essendo una città amata dai turisti Bruxelles ha una lista infinita di alberghi. Io ed Elisa però amiamo alloggiare in strutture particolari, che abbiano un’anima tutta loro. Nel nostro ultimo viaggio siamo stati ospiti dello Zoom Hotel, una vera chicca a tema fotografico nei pressi dei quartieri Marolles e Sablon tra i più belli della città.

Il nostro articolo su come visitare Bruxelles, Mechelen e Lovanio alla ricerca dei migliori locali e birrifici finisce qui, ma non disperare perché sul nostro blog ci sono una montagna di consigli tanto sulla regione delle Fiandre (come ad esempio l’incantevole Bruges) quanto sul birraturismo. Oltre al nostro blog ti consigliamo di visitare il sito di VISITFLANDERS, l’ente del turismo della regione delle Fiandre, dove potrai trovare info e itinerari di viaggio.

Buona lettura e non dimenticarti di fare un brindisi alla nostra salute… con un bel bicchiere di birra belga ovviamente!

Ciao siamo Elisa e Luca, due viaggiatori incalliti che hanno fatto della loro vita un viaggio senza fine. Ci siamo entrambi licenziati da un lavoro che ci piaceva ma che non ci permetteva di vivere la vita che volevamo. Abbiamo un cuore rock’n’roll che batte all’unisono e un’anima gipsy. Il nostro motto? I sogni nel cassetto fanno la muffa, quindi tiriamoli fuori che la vita è lì che ci aspetta!

post a comment