Top
Image Alt

Blog di viaggi di Elisa & Luca - Miprendoemiportovia

Oggi voglio parlarvi di un progetto straordinario. Un progetto di accoglienza turistica e di inclusione: quello dell’Albergo Etico.

Mi sono imbattuta per caso in questa realtà passeggiando per il quartiere Flaminio di Roma, dove sorge uno di questi hotel. E, incuriosita dal nome, ho voluto dedicare del tempo alla conoscenza di questo incredibile “modello turistico” ma soprattutto di questo programma sociale. Pronti a scoprire questa meravigliosa storia e gli alberghi etici?

accoglienza turistica

Fonte immagine Albergo Etico Asti

L’albergo Etico è un’associazione che nasce, effettivamente, nel 2009 ma l’idea vede luce già nel 2006 ad Asti. Da Antonio ed Egidio De Benedetto, due fratelli e gestori di un ristorante, e Niccolò un ragazzo con la sindrome di Down che inizia presso di loro uno stage nel ristorante. Uno stage che si è trasformato in un contratto per Niccolò che, da questa esperienza, ha tratto benefici come integrazione, crescita sociale e personale.

Un’inclusione che si è solidificata, si è rafforzata fino a coinvolgere altre persone, professionisti di vari settori che condividono questa filosofia e la “mission“: quella di migliorare la società dove vivono e dare possibilità di formazione e inserimento lavorativo. E così la cooperativa Download è diventata associazione: una realtà, un punto di riferimento per progetti professionali di ragazzi con sindrome di Down e disabilità intellettuali. Da tutto questo scaturisce l’idea di creare, anche, un’impresa sociale per l’accoglienza turistica: e nel 2015 viene aperto il primo Albergo Etico, ad Asti in Piemonte.

Da allora numeri in crescita: più di 90 persone con disabilità coinvolte, 11 hotel nati nel mondo (4 di questi appartenenti alla stessa rete), più di 30 imprenditori del servizio alberghiero e “l’Accademia dell’Indipendenza” un percorso di formazione all’interno dell’hotel. Non solo professionale ma anche personale dove i ragazzi creano i loro spazi, intraprendono relazioni tra loro e i clienti e sono autonomi.

Ed io vi prendo e vi porto con me nei 4 alberghi etici della cooperativa Download.

Accoglienza turistica: Albergo Etico Asti

Fonte immagine Albergo Etico Asti

Questo hotel sorge nel cuore della città di Asti, accanto a Piazza Alfieri. Precedentemente la struttura era una casa di ringhiera a corte chiusa in mattoni. Dalla ristrutturazione sono nate 21 camere con bagno privato, aria condizionata ,TV e Wi-Fi. Al suo interno un servizio bar, la lavanderia e in una sala con volte a botte sarà possibile gustare una colazione con prodotti locali e genuini. Nella hall, inoltre, sono disponibili postazioni di Co-Working dotate di PC, stampante e piccola libreria.

Albergo Etico Roma

accoglienza turistica

Fonte immagine Albergo Etico Roma

E’ nato nel 2019 in una palazzina degli inizi del 900 che era un antico convento. Si trova nel centro di Roma, vicino a Piazza del Popolo, nel quartiere Flaminio. Troviamo 18 camere con bagno privato, minibar, TV e Wi-Fi. Dispone di una terrazza esterna, una sala riunioni da 30 posti e una sala colazioni. Anche qui uno spazio Co-Working per studenti e professionisti: “l’hotel che diventa la tua casa“.

Accoglienza turistica: Albergo Etico Fènis

accoglienza turistica

Fonte immagine Albergo Etico Fènis

Si trova vicino al castello di Fenis, proprio nel centro della Valle d’Aosta. Un luogo strategico e collegato a tutta la valle. Qui, circondato da montagne, sorge l’albergo etico. Struttura che assomiglia ad una baita di montagna: più di 25 camere con bagno privato, TV, Wi-Fi, patio o balcone con vista montagna. La struttura comprende anche un bar per aperitivi e degustazioni di vini, un’area giochi attrezzata per bambini e noleggio gratuito di biciclette.

Albergo Etico Blue Mountains (Australia)

Il primo albergo etico in Australia, nel New South Wales. A circa due ore da Sydney, l’hotel è una vera e propria “Manor House” (edificio di campagna). Immerso nella natura, è composto da 15 camere con bagno privato, sala TV, un solarium, una piccola biblioteca e un bar/ristorante dedicato proprio a Niccolò.

Accessibilità è la parola chiave.

Ad oggi questa realtà è presente, oltre in Italia e Australia, anche negli Stati Uniti, in Argentina, in Norvegia, Spagna e Slovacchia. Un modello che può essere replicato: accoglienza turistica di qualità abbinata a inclusione.

L’Albergo etico regala un’esperienza non solo di vacanza ma anche di vita. E lo spiega bene l’imprenditore proprietario dell’hotel di Roma: “perché la disabilità deve essere un punto di forza e non una cosa da combattere”.

 

Veruska, per gli amici Veryna. Viaggiatrice, sognatrice, boardgamer, grande lettrice, animatrice ed anche attrice (amatoriale). Ma soprattutto agente di viaggio. Il tempo non mi basta mai per seguire le passioni, ma lo sfrutto al meglio con generosità, voglia di fare e tanto tanto sorriso.

post a comment