Top
Image Alt

Blog di viaggi di Elisa & Luca - Miprendoemiportovia

cosa vedere in Umbria

Cosa vedere in Umbria? L’Umbria è una meta che arricchisce chi la visita da ogni punto di vista. L’Umbria è una meta del gusto per far conoscere le eccellenze gastronomiche e i luoghi dove provarle.

In questo articolo vi diremo 10 consigli su cosa vedere in Umbria. Viaggiatori segnatevi tutto perché non ne rimarrete delusi.

Cosa vedere in Umbria: tra borghi e panorami

cosa vedere in Umbria Orvieto

Orvieto sopra e dentro la rupe

Quando si pensa ad Orvieto arriva l’immagine del suo famoso Duomo. La maestosità di questo scrigno d’arte gotica custodisce la reliquia legata al miracolo del Corpus Domini e conserva anche un capolavoro dell’arte rinascimentale: il Giudizio Universale di Luca Signorelli, che da solo vale il viaggio. Sulla rupe è bello addentrarsi nei vicoli e tra le case di tufo, a caccia di piccoli negozi di artigianato locale o di locali dove gustare i piatti tipici e i prelibati vini bianchi. Dentro la rupe si può arrivare fino al fondo del Pozzo di S. Patrizio scendendo e poi risalendo 258 gradini o visitando Orvieto Underground, in un labirinto di grotte, cunicoli, pozzi e cisterne scavate nel tufo.

Viaggio slow sulla via degli Ulivi: da Spello a Trevi

La Strada dell’Olio DOP Umbria attraversa tutta la regione con le sue cinque zone di produzione: i Colli Assisi Spoleto, Martani, Amerini, Orvietani e quelli del Transimeno. Uno di questi percorsi è particolarmente suggestivo ed è quello della “Fascia Olivata di Assisi – Spoleto”, un susseguirsi di paesaggi preservati da generazioni di contadini. Un’esperienza emozionante è concedersi un viaggio, tra Spello e Trevi, due tra i borghi più belli d’Italia, facendo soste artistiche e gastronomiche nei ristorantini e frantoi.

Perugia e i suoi dedali

Perugia è una città incredibile e vi accorgerete fin da subito che un giro mordi e fuggi non vi basterà. Uno dei luoghi più suggestivi è senza dubbio il dedalo di viuzze ed edifici nella penombra dei sotterranei della Rocca Paolina. Imperdibile è una passeggiata su Corso Vannucci, salotto della città fino a raggiungere il Duomo e la Fontana Maggiore. Per gli appassionati d’arte e archeologia non potete perdervi senz’altro l’Arco Etrusco, la Porta Marzia, la Galleria Nazionale dell’Umbria e il Museo Archeologico Nazionale. Per i più golosi vale una sosta la Casa del Cioccolato della Perugina, per scoprire la storia del famoso Bacio.

Sagrantino

On the road sulle strade del Sagrantino da Bevagna a Montefalco

Un viaggio perfetto per gli amanti del vino è percorrere la Strada del Sagrantino. Il mio consiglio è quello di partire dalla ringhiera dell’Umbria: Montefalco, per fare un primo assaggio ammirando la valle fra Perugia e Spoleto. Intorno al borgo troverete tante cantine dove partecipare a degustazioni o visite in vigna. Continuando il viaggio ci troveremo a Bevagna, un delizioso borgo dall’aspetto medievale e circondato da vigneti e cantine. Gualdo Cattaneo, Giano e Castel Rinaldi sono luoghi perfetti per trovare i pregiati Rosso di Montefalco e i passiti di Sangrantino.

Perdersi tra il blu e il verde della Valnerina

La Valnerina è la Valle del fiume Nera e si può scegliere come meta per una vacanza ricca di avventura o per una sosta spirituale nel silenzio dei boschi e delle abbazie, in ambedue i casi la natura è la protagonista indiscussa. Potrete percorrerla a piedi, in bicicletta, a cavallo o dedicandovi agli sport estremi. Tra i paradisi naturalistici la Cascata delle Marmore e la Piana di Castelluccio di Norcia, soprattutto durante la fioritura estiva. Per i golosi tutti i prodotti della norcineria che proprio qui, da Norcia, prendono il loro nome. Se siete amanti delle due ruote la strada che costeggia il Nera è particolarmente suggestiva e ricca di curve.

La Collezione Burri di Città di Castello

A Città di Castello potrete conoscere l’arte contemporanea informale di Alberto Burri in due musei a lui dedicati. La sua è un’arte dal grande impatto emotivo e comunicativo, un Maestro nel modellare la materia. Nel rinascimentale Palazzo Albizzini sono esposte 130 opere (1948 -1989) fra Catrami, Muffe, Gobbi, Sacchi, Legni, Ferri, Combustioni, Cretti e Cellotex. Le opere di grandi dimensioni, suddivise per cicli e realizzate da Burri tra il 1979 e il 1993 sono esposte invece presso gli Ex Seccatoi del Tabacco, completamente dipinti di nero per volontà dello stesso artista.

Lago Trasimeno

Giro del Lago Trasimeno in 6 borghi e due isole

Il Lago Trasimeno è il più grande del centro Italia ed è perfetto per una vacanza romantica alla scoperta dei suoi caratteristici borghi. San Feliciano, borgo di pescatori; Tuoro famoso per la battaglia fra Romani e Cartaginesi; Passignano con un bel lungolago turistico; Castiglion del Lago con il suo castello e il vivace centro storico; la piccola perla di Monte del Lago; Panicale e il suo panorama mozzafiato. Delle tre isole Polvese, Maggiore e Minore, soltanto le prime due sono visitabili e raggiungibili tramite battelli. L’isola Polvese ospita un’oasi naturalistica mentre la Maggiore è molto caratteristica con i suoi sentieri, negozietti artigianali e ristorantini a bordo lago.

Tour del Tartufo

L’Umbria conta il più alto numero di tartufi neri in Italia dunque luogo ideale per lasciarsi guidare dal profumo di questo prezioso tubero. Un tour gastronomico che ha come tema la ricerca di ristoranti con degustazione di specialità a base di tartufo: il nero, che matura in primavera e in estate, e il bianco, che si raccoglie in autunno. Molte aziende organizzano cacce al tartufo accompagnati da esperti e dai loro fedeli cani da trifola su sentieri naturalistici nella campagna umbra con degustazione finale a base di tartufo.

Il Borgo di Spoleto

Tra le tante città d’arte umbre Spoleto è famosa per il Festival dei Due Mondi che l’ha resa particolarmente viva artisticamente e culturalmente. L’Arco di Druso, il teatro e una casa del I sec d. C. sono testimonianze del passato romano, ma è nel Medioevo e nel Rinascimento che si è formato il suo aspetto più tangibile. Le possenti costruzioni del Ponte delle Torri e la Rocca albornoziana dialogano con le delicate raffigurazioni degli affreschi di Filippo Lippi presenti nel Duomo di Santa Maria Assunta. E per coniugare arte e natura perfetta una passeggiata nel vicino “bosco sacro” di Monteluco.

Assisi

Assisi tra sacro e profano

Assisi è la città di S. Francesco, la sua spiritualità è viva in ogni pietra, il suo pensiero si respira in ogni angolo. La visita di questo delizioso centro umbro si snoda tra la vita di Francesco e quella di Chiara, dal basso all’alto del colle o viceversa ripercorrendo le tappe fondamentali che hanno segnato le loro vite. La Basilica di S. Francesco ha poi un valore enorme dal punto di vista artistico per la presenza degli affreschi di Cimabue e Giotto. Ma Assisi è anche profana, ricca di negozi di artigianato e di prodotti tipici, ristoranti e piccoli alberghi o b&b.

Cosa vedere in Umbria? Questo articolo è stato scritto da Monica per lo Special Guest del Mercoledì. Monica è una studentessa della Travel Blogger School, la nostra scuola online per diventare Travel Blogger Professionista. Se sei interessato a scoprirne di più iscriviti alla lista d’attesa del mini corso 100% gratuito per cominciare a muovere i primi passi nel mondo del travel blogging.

Monica è l’autrice del blog Destinazione Umbria. Il blog nasce per parlare ai viaggiatori di una regione stupenda, l’Umbria, di cui le piacerebbe condividere itinerari ed ispirazioni di viaggio seguendo il suo motto: il vero lusso per l’anima. Nel suo blog troverete tantissime categorie di viaggio per nutrire mente, corpo e spirito.

Bene viaggiatori in questo articolo avete trovato 10 chicche da non perdere assolutamente quando visiterete l’Umbria. Ora tocca a voi scoprire e visitare le bellezze di questa fantastica regione. Se conoscete o avete altri consigli da darci su cosa vedere in Umbria, scriveteli nei commenti qui sotto.

Ciao siamo Elisa e Luca, due viaggiatori incalliti che hanno fatto della loro vita un viaggio senza fine. Ci siamo entrambi licenziati da un lavoro che ci piaceva ma che non ci permetteva di vivere la vita che volevamo. Abbiamo un cuore rock’n’roll che batte all’unisono e un’anima gipsy. Il nostro motto? I sogni nel cassetto fanno la muffa, quindi tiriamoli fuori che la vita è lì che ci aspetta!

post a comment