Top
Image Alt

Miprendoemiportovia

cosa vedere nelle marche

Cosa vedere nelle Marche? Ogni regione della nostra Italia ha storie, luoghi, arte, paesaggi ed esperienze diverse da offrire. Ogni regione ha la sua caratteristica, quella cosa che la contraddistingue da tutte le altre. È questo il bello no? Poterci ritrovare in uno scenario diverso appena si passa da un luogo all’altro, macinando KM su KM, ma ritrovando sempre la stessa cosa..la bellezza! Oggi la regione di cui vogliamo parlarvi è la regione delle Marche ma non vogliamo spifferavi troppo. Venite insieme a noi per scoprire cosa vedere nelle Marche con 10 spunti imperdibili.

Cosa vedere nelle Marche: luoghi e momenti indimenticabili

cosa vedere nelle marche urbino

Fare un tuffo nel passato ad Urbino durante la Festa del Duca che celebra l’epoca rinascimentale

Proseguendo verso l’entroterra della provincia di Pesaro-Urbino, giungiamo a Urbino. Oggi la città è sede di un’importante Università, ma soprattutto, continua a conservare un’inestimabile eredità architettonica e culturale del Rinascimento italiano, motivo per il quale nel 1998 è entrata a far parte del Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Dobbiamo ringraziare il Duca Federico se oggi possiamo ancora passeggiare tra le stanze del Palazzo Ducale e affacciarci sulle dolci colline del Montefeltro dai suoi panoramici torricini. Federico fu un personaggio talmente importante per Urbino che in diversi periodi dell’anno la città continua a rendergli omaggio con eventi e manifestazioni in suo onore.

Vivere la magia di Gradara in occasione del suo fiabesco evento “The Magic Castle”

È capitale del Medioevo e si è aggiudicata la Bandiera Arancione del Touring Club Italiano e la nomina per uno dei Borghi più belli d?italia nel 2018. Stiamo parlando di Gradara, un piccolo borgo nell’entroterra di Pesaro-Urbino, diventato famoso per un amore che si è consumato tra le mura del suo castello: quello di Paolo e Francesca narrato da Dante. Ogni anno, nei primi giorni di agosto, l’amore lascia il posto alla magia e artisti provenienti da tutto il mondo portano a Gradara musiche, colori e danze. Un evento immancabile per viaggiare con la fantasia e tornare a sognare come bambini!

Assaporare una delle eccellenze culinarie delle Marche: il tartufo bianco di Acqualagna

Dalla magia alla storia, passando per la tavola.. ad Acqualagna. Anche conosciuta come la Capitale del Tartufo, Acqualagna ospita ogni autunno la Fiera Nazionale del Tartufo bianco, la Fiera Regionale del tartufo Nero Pregiato a febbraio e quella del tartufo Nero Estivo a luglio. Insomma, il tartufo è un’eccellenza del territorio di fondamentale importante per il sostentamento dell’economia locale (tanto da dedicarle addirittura un museo) e se vuoi immergerti in una vera truffle experience, Acqualagna entra di diritto nel tuo itinerario marchigiano. Le tue papille gustative ti ringrazieranno!

Vedere il presepe vivente più grande del Mondo nel piccolo comune di Genga

Genga è un piccolo comune in provincia di Ancona conosciuto a livello nazionale ed internazionale per una manifestazione unica nel suo genere che, a partire dal 1981, si tiene ogni anno proprio qui. Si tratta di un presepe vivente. Non uno qualunque, ma il più grande del mondo! Con 30 mila metri quadri di superficie coperta, circa 300 figuranti coinvolti e complice la suggestiva location della Gola di Frasassi, il presepe vivente di Genga attira migliaia di visitatori e si aggiudica sicuramente il titolo di “evento dell’anno” del centro delle Marche.

parete libri pesaro

Assistere ad uno dei festival di musica classica più importanti d’Europa: il Rossini Opera Festival di Pesaro

Pesaro ha dato i natali ad uno dei più grandi compositori italiani: Gioachino Rossini. Il ricordo dell’artista è tutt’oggi molto vivo in città: il teatro ed il conservatorio portano il sue nome ed è stata inventata anche una pizza dedicata a lui! Inoltre, sempre in suo omaggio, ogni anno Pesaro ospita una delle maggiori manifestazioni di musica lirica: il Rossini Opera Festival. Per l’occasione il centro storico diventa un palcoscenico di eventi importanti, si popola di artisti e per le strade si respira un’aria elettrizzante. E’ senza ombra di dubbio il momento migliore per vivere la città di Rossini!

Essere catapultati negli anni 50 al Summer Jamboree di Senigallia

Il Summer Jamboree è uno dei festival più rinomati delle Marche, che si tiene da ben venti anni, tutte le estati, nella città di Senigallia. Durante l’evento che anima la città da mattina a notte fonda, per circa dieci giorni,  In ogni angolo del centro storico e del lungo mare puoi assistere a spettacoli e balli, incontrando personaggi “agghindati” in perfetto stile Grease. Non ti resta che indossare un vestito da PinUp oppure un chiodo di pelle e unirti alla festa, lasciandoti travolgere dal ritmo del rock n’roll!

grotte

Essere speleologo per un giorno, all’interno delle Grotte di Frasassi

Hai mai sentito parlare del Turismo Speleologico? Nelle meravigliose Grotte di Frasassi, il complesso carsico nel cuore delle Marche, potrai fare anche questo! Al contrario del classico percorso turistico, quello speleologico consente di visitare le grotte al di fuori dai sentieri realizzati artificialmente e senza illuminazioni (se non quella della torcia). 

Ti basterà indossare tuta, casco e stivali e partirete alla volta dell’esplorazione insieme a delle guide esperte che ti accompagneranno alla scoperta del cuore della montagna.

Vedere l’unico lago di origine glaciale delle Marche: il Lago di Pilato

Incastonato nel cuore dei Sibillini, sul monte Vettore, a quasi 2000 metri slm,  si nasconde uno specchio d’acqua davvero speciale. Si tratta del Lago di Pilato, l’unico di origine glaciale delle Marche, che è visibile solo a seguito dell’innalzamento delle temperature dei mesi primaverili. Questo lago è unico anche perché è l’unico al mondo che ospita un piccolo animaletto: si tratta di un crostaceo che prende il nome di Chirocefalo Marchesoni. Bastano tre ore di cammino nello splendido panorama del Parco Nazionale dei Monti Sibillini per raggiungere questa perla naturale delle Marche.

Immortalare un luogo in continua trasformazione: le Lame rosse (conosciute come “canyon delle Marche”)

Un luogo che si è meritato l’appellativo di “Canyon delle Marche” non può che destare una certa curiosità. Stiamo parlando delle Lame Rosse, un altro luogo immerso nel contesto del Parco Naturale dei Monti Sibillini. Perché è decisamente particolare? E’ caratterizzato da conformazioni rocciose rossastre a forma di pinnacoli modellate dal poetico lavoro dagli agenti atmosferici, nel corso degli anni. Per immortalare le Lame Rosse, in continua evoluzione, è sufficiente fare una semplice escursione nei pressi del Lago di Fiastra. Un trekking facile e d’effetto!

Scoprire la storia di padre Pietro e del suo amato eremo, alle Gola dell’Infernaccio

I Monti Sibillini custodiscono un altro tesoro dal valore inestimabile. E’ la storia di un uomo speciale, Padre Pietro, che nel 1965 iniziò la sua missione: ristrutturare un eremo abbandonato. Lo fece da solo, mattone dopo mattone, fino alla sua morte. Oggi, grazie all’opera del “Muratore di Dio” possiamo godere della bellezza dell’Eremo di San Leonardo, un’opera immersa nella natura, raggiungibile solo a piedi dopo diverse ore di cammino all’interno della Gola dell’Infernaccio.

Se vuoi saperne di più sui Monti Sibillini ti consigliamo di andare a leggere questo articolo già presente sul nostro blog.

eremo

Cosa vedere nelle Marche? Questo articolo è stato scritto da Filippo e Ornella per la rubrica dello Special Guest del Mercoledì.

Amanti della natura, responsabili, fuori dall’ordinario e iperattivi, Filippo e Ornella sono gli autori del blog Viaggiadori nel quale raccontano le loro esperienze sostenibili, con un tocco green e con l’ironia e la leggerezza di una coppia sulle nuvole.

Sono degli studenti della Travel Blogger School, la nostra scuola online per diventare Travel Blogger Professionista. Se sei interessato a scoprirne di più iscriviti alla lista d’attesa del mini corso 100% gratuito per cominciare a muovere i primi passi nel mondo del travel blogging.

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.

Comments:

  • 2 Gennaio 2021

    E’ stato un vero piacere essere accolti nel mondo Miprendoemiportovia e speriamo che i nostri consigli possano essere spunto di bellissimi viaggi nelle Marche.

    reply...

post a comment