Top
Restrizioni Italia

Miprendoemiportovia

restrizioni Immagine copertina

Ci siamo lasciati con il nostro articolo sul foliage, di questa stagione che mano a mano che si avvicina il freddo invernale cambia di colore. Purtroppo in questo momento, oltre alla natura che cambia intorno a noi, altri colori si sono aggiunti. Dal nuovo DPCM del 3 Novembre anche il nostro territorio ha iniziato a cambiare colore e scherzi a parte, sembra proprio che le nostre regioni abbiano gli stessi colori della natura che ci circonda. Nuovi colori e nuove restrizioni.

restrizioni in Italia

Il rosso, l’arancio e il giallo come i colori vivaci e principali dell’autunno, anche ognuno di noi che vive in una regione diversa dall’altra ha cambiato e sta cambiando di colore. È una notizia che ci rende tristi soprattutto chi come noi e voi è viaggiatore sotto tutti i punti di vista. Noi che spostarci da un luogo all’altro, è fonte di ricchezza delle nostre menti e occupa una parte del conoscere e svagarsi in questo periodo che per tutti, è stato ed è molto difficile.

È difficile per il semplice motivo che ognuno di noi deve fare un piccolo passo alla volta, dobbiamo cercare davvero di fare il nostro dovere per essere più responsabili possibili e rispettare le nuove restrizioni che ci sono state date. È inutile dire che viaggiare ci manca moltissimo e chi come noi è amante del viaggio, può benissimo capire quel piccolo vuoto che dentro di noi continua a rimuginare.

Le nuove restrizioni

Da domani 15 Novembre il nostro territorio cambia di nuovo colore e in base a quello che viene riportato, ognuno di noi ha responsabilità diverse da attuare sul proprio territorio, ma tutti abbiamo un’unica finalità, combattere questo nemico affinché tutti noi possiamo tornare a viaggiare e riunirci tutti insieme. Dal DPCM del 3 Novembre le nostre regioni sono state suddivise in tre diverse aree e da domani si suddivideranno così:

  • Rossa: Calabria, Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Campania, Toscana e Provincia di Bolzano.
  • Arancione: Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Puglia, Sicilia, Liguria, Marche, Abruzzo, Basilicata e Umbria.
  • Gialla: Lazio, Molise,Trento, Sardegna e Veneto.

Mascherina

Ecco cosa possiamo fare e cosa no con le nuove restrizioni

Area Gialla

Chi è in area gialla è raccomandato non spostarsi se non per motivi di salute, lavoro, studio, situazioni di necessità. Non possiamo circolare o lasciare la nostra abitazione dalle 22:00 alle 5:00. Non possiamo recarci nei centri commerciali durante i giorni festivi e prefestivi. I musei e le mostre rimangono chiusi. I nostri bambini più piccoli possono continuare ad andare a scuola, continuare ad imparare e a socializzare con i loro compagni. I nostri ragazzi più grandi invece devono rimanere a casa. Chi di noi ha un bar o un ristorante deve chiudere alle 18:00, ma ci consentono di fare asporto oltre quella fascia oraria.

Area Arancione

Chi è in area arancione, come noi, non può spostarsi dalla propria regione e dal proprio comune se non ha un motivo di necessità o lavorativo. Non possiamo circolare dalle 22:00 alle 5:00 e restare ovviamente nella nostra abitazione nell’arco di quella fascia oraria. Chi ha un bar o un ristorante deve restare chiuso per tutto il giorno, 7 giorni su 7 e deve auto munirsi se vuole fare l’asporto. Anche qui i nostri musei e le mostre sono chiuse. La didattica è a distanza se non per i piccoli che possono continuare ad andare a scuola.

Area Rossa

Chi è in area rossa non può spostarsi in qualsiasi orario, se non per motivi di estrema necessità o lavorativo. Qua è come essere tornati indietro a qualche mese fa. I bar e ristoranti, come tutte le altre attività, ad esempio i negozi, rimangono chiusi per tutto l’arco della giornata, munendosi anche del servizio di fare asporto. Rimangono aperte solo quelle attività di prima necessità come ovviamente i supermercati o alimentari.

viaggiare nuove restrizioni

Ma è sicuro viaggiare?

Non è facile dare una risposta univoca quando ci viene chiesto, il quando si potrà tornare a viaggiare perché è una domanda alla quale neanche noi possiamo dare risposta. C’è chi tra di voi ha dovuto rinunciare a dei progetti, progetti di viaggio.

Chi di voi ha preso un volo aereo e non sa come ottenere un rimborso, o chi magari non c’è ancora riuscito, per questo vogliamo mandarvi al sito ufficiale di Ryanair, per quelli che di voi abbiano un conto in sospeso con questa compagnia, per vedere tutti gli aggiornamenti per tutti i biglietti che sono stati acquistati o posticipati in periodo COVID. Ora come ora, per gli annullamenti volontari normalmente non sono previsti rimborsi da parte di compagnie aeree o agenzie di viaggio.

Alla base del viaggiare sicuri c’è l’essere informati. Informiamoci sempre, prima di pianificare, in base a ciò che ci viene detto dalle autorità competenti. Ora come ora è consigliato di non spostarsi, viaggiare su un mezzo di trasporto è sicuro ma viene sconsigliato se non per motivi di necessità.

Insieme

Dobbiamo impegnarci tutti insieme

È difficile. È difficile perché dopo un periodo di serenità siamo tornati ad essere intimoriti da quello che sta succedendo ora intorno a noi. Ma ognuno di noi ha una responsabilità, ognuno di noi se vuole ritornare ad essere “libero” deve rispettare le regole che ci sono state imposte. Dobbiamo rispettare le nuove restrizioni che ci sono state date.

Anche se tutto è un taboo, anche se ognuno di noi non ha la sicurezza di poter portare a termine degli obbiettivi, cerchiamo di utilizzare questo periodo in modo gratificante. Cerchiamo di fare quelle cose che mai saremo riusciti a fare dopo una giornata piena fuori casa. Cerchiamo di viaggiare anche con la nostra mente, con la fantasia, con la nostra forza.

C’è chi potrà scoprire piccoli scorci vicino a casa, chi invece potrà buttare giù mille idee di cosa potrà fare una volta che tutto questo si sarà calmato.

Il non pianificare un viaggio sta diventando “pesante”. Per chi sa, non c’è cosa più bella dell’adrenalina che sale quando siamo in preparazione di un viaggio, il programmare, il decidere, la felicità che ci assale. Questo periodo deve essere un giusto motivo per riconoscere ciò che è prezioso, per sapere che quando sarà tutto finito, il mondo è lì che ci aspetta e che anche lui non vede l’ora di rivederci.

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.

post a comment