Top
Image Alt

Miprendoemiportovia

Massa Lubrense da Capri

Viaggiatori, oggi, per il progetto VIVILITALIA, vogliamo farvi conoscere Eliana e Fabio, del blog ALLARREMVIAGGIO. Ci porteranno con loro a Massa Lubrense, nell’incantevole scenario della penisola sorrentina. Prima di iniziare, conosciamoli insieme. Avanti.

Eravamo con i piedi in ammollo nelle acque cristalline di Creta, Davide stava gattonando lì vicino e Manuele si tuffava nell’acqua tutto felice. Io e Fabio ci siamo guardati, con uno sguardo ci siamo detti: “ce l’abbiamo fatta, siamo giunti alla fine del nostro primo bellissimo on the road con due bambini piccoli!” Da qui è nata la voglia di condividere con gli altri genitori la nostra esperienza. L’amore che abbiamo, io (Eliana) per la scrittura e Fabio per la fotografia, ha fatto il resto. Il blog è nato alla fine di aprile del 2018. Il nome ALLARREMVIAGGIO è venuto fuori all’improvviso, è stato Fabio a sceglierlo. Parla di noi, di due bimbi che sognano di essere due pirati, di una famiglia che ama i viaggi avventurosi, sempre alla scoperta di tesori nascosti e luoghi ricchi di leggende.

Cosa vi ha spinto a partecipare a vivilitalia?

Nelle ultime settimane abbiamo viaggiato per l’Italia, sorprendendoci per la bellezza dei luoghi incontrati, da sempre sottovalutati. Per questo motivo ci fa molto piacere partecipare al progetto vivilitalia, è importante soprattutto in questo periodo, far conoscere ai viaggiatori luoghi belli ed insoliti del nostro stupendo paese.

Oggi andiamo a scoprire un luogo dove echeggiano miti e leggende del passato. Un paese incastonato tra il verde degli oliveti e il blu del mare della Penisola Sorrentina. Le sue coste scoscese e meravigliose furono attraversate da Ulisse, che qui fu tentato dal canto melodioso di esseri per metà donna e metà uccello. Oggi viaggiamo verso Massa Lubrense, chiamata anche la “Terra delle sirene”.

Isole dei li galli

Massa Lubrense

Massa Lubrense profuma di mare e di limone, ha il sapore del sale sulle labbra e il gusto dell’olio buono mangiato sul pane appena sfornato. È un sogno fatto di pergolati, sentieri a picco sul blu e calette belle come zaffiri. È il rintocco di una campana antica, una terra ricca, curata dalle mani callose ed esperte dei contadini.

Se come noi ami i viaggi on the road potresti inserire questa tappa all’interno di un itinerario della costiera Sorrentina e Amalfitana, comprendendo la visita di Ischia, Procida e Capri. La terra delle sirene è infatti l’ultimo bellissimo lembo di terra della Penisola Sorrentina, il punto della terra ferma più vicino a Capri.  Quello che non puoi perderti di questo stupendo paese sono i sentieri che affacciano sul mare. Ti consigliamo i percorsi che noi abbiamo esplorato insieme ai nostri Bambini di 4 e 7 anni.

punta campanelle

Una delle passeggiate più belle è quella che dalla frazione di Termini porta a Punta Campanella. Lungo il tragitto sentirai solo il suono assordante delle cicale e incontrerai antichi reperti romani. L’orizzonte apparirà infinito, ti sembrerà di sfiorare Capri con un dito. Alla fine del percorso si arriva alla torre saracena di avvistamento con il suo faro, a picco sul mare. Qui la leggenda racconta di una campana lasciata cadere in fondo al mare, che talvolta ancora risuona dalle acque.

punta campanelle bambini

Consigli:

Ci sono poi altri tre percorsi incredibilmente panoramici che si affacciano sugli isolotti delle sirene, chiamati “Li Galli”:

  • Il primo percorso parte da Marina del Cantone e arriva alla bellissima baia di Recommone. Si procede guardando il mare, si incontra una antica torretta e si arriva ad una baia dalle acque cristalline. (Sconsigliamo solo l’ultimo tratto, dove si accede alla spiaggia, un po’ più pericoloso per i più piccoli e gli anziani.
  • Il secondo è il sentiero Sirenuse. Si parte da Sant’ Agata sui due Golfi, dove ci si immerge in un bosco di castagni. Andando avanti si apre un panorama stupendo su Positano, sul Vesuvio e sulle isole delle sirene. Il tragitto è ad anello, lungo circa 8 km, con i bambini consigliamo di percorrerne un piccolo tratto.
  • Il terzo tragitto parte dalla frazione di Termini e porta al monte San Costanzo. Salendo verso la bianca chiesetta si gode di una vista che si apre a 360 gradi sulla costa. Si vede il Golfo di Salerno, Positano, Amalfi, il Vesuvio, il Golfo di Napoli e ovviamente gli isolotti di Li Galli.

massa lubrense sentiero sirenuse

massa lubrense monte san costano

Ora chi ha voglia di venire a Massa Lubrense alzi la mano!

post a comment