Top
Image Alt

Miprendoemiportovia

Villa Caruso

Oggi per il progetto VIVILITALIA vogliamo presentavi Roberto. Un ragazzo fiorentino che ha deciso di portarci con lui all’interno di Villa Caruso, in una splendida cornice alle porte di Firenze. Conosciamolo insieme..

Ciao, sono Roberto e il mio blog si chiama TravelNini, lo scrigno sul web che contiene i racconti dei viaggi che faccio principalmente con Elisa (alias Nina, mentre io, ovviamente, sono Nino; così ci piace chiamarci). Rivivere le emozioni che proviamo quando esploriamo una nuova destinazione insieme. Allo stesso tempo, aiutare gli altri a viverle al meglio mi sembrava un’idea eccezionale. Ecco che nel 2020 è nato il nostro blog.

Essendo una coppia giovane cerchiamo di orientarci sempre su viaggi comfort ma non eccessivamente costosi. Per questo ho inserito anche una sezione sul planning, oltre che l’immancabile sezione food viste le capacità culinarie della mia compagna Elisa.

Non solo vedere un luogo, ma viverlo: è questo il nostro motto!

Cosa rappresenta per te vivilitalia?

Questo progetto è una luce che illumina il tunnel buio da cui tutto il mondo del turismo italiano sta uscendo. Dare spazio alle nostre meraviglie, alle nostre terre, alle emozioni che queste regalano, alle tradizioni e alle culture che la permeano è doveroso sempre, a maggior ragione adesso.

Perché esplorare il mondo è bello, ma quando si va in giro poi, chissà perché, abbiamo sempre voglia di rivedere la nostra bellissima, amata Italia.

Villa Caruso di Bellosguardo

Oggi vorrei presentare un luogo ai più sconosciuto che fa parte del mio comune, Lastra a Signa, in provincia di Firenze. Si tratta di Villa Caruso e del suo meraviglioso Parco.

Entrata Villa

Amiamo venire qui perché il suo immenso parco è adatto a tutto: una corsa, una camminata, ammirare il tramonto su Firenze e chi più ne ha più ne metta. Che siate una coppia, una famiglia o una sola persona, vi potrete perdere nell’incantato silenzio che qua regna sovrano.

È possibile anche visitare il museo dedicato ad Enrico Caruso e l’interno della villa, ma quello che non vi scorderete sarà senz’altro l’esterno che vi rapirà con la sua maestosità. Potremmo definirlo come il fratello “minore” del famoso giardino di Boboli fiorentino.

Fontana

Statua leone

Anche al di fuori del parco si può camminare lungo una serie di strade sterrate collinari tra vitigni, paesini nascosti, viste da urlo e sentieri boschivi. Tutta questa zona meriterebbe senz’altro di essere più visitata.

Consigli utili

  • Per raggiungere la villa vi basterà percorre Via delle Selve oppure Via del Fantone. Vi troverete davanti ai due ingressi principali del parco che è liberamente visitabile.
  • Sul sito ufficiale di Villa Caruso, troverete tutte le info riguardanti la visita alla villa stessa e al museo dedicato al tenore Enrico Caruso.
  • Restate fino al tramonto, lo scenario diventa impeccabile.

Villa al tramonto

Non vi lasciate sfuggire l’occasione di fare un salto in questo posto, sono sicuro che non ve ne pentirete!

post a comment