Safari in Tanzania: in coppia e low cost

Come fare un Safari in Tanzania in coppia in modo low cost.

Chi di noi, almeno una volta nella vita, non ha desiderato partire per l’Africa e fare un Safari? La Tanzania, per questo, è il luogo ideale. Natura incontaminata, animali selvaggi e quel pizzico di avventura che mette l’adrenalina addosso.

C’è un unico problema: i costi, spesso esorbitanti, proposti dalle agenzie viaggio per questo genere di esperienza.
Se sei in coppia e vuoi vivere la vera Africa, concedendoti l’emozione di fare un Safari, continua nella lettura e scopri come farlo in modo low cost.

safari in tanzania

Consigli per un Safari low cost

In alcune zone del mondo, a causa dell’ostilità del territorio e della pericolosità di alcuni paesi, è sconsigliato il fai da te. Ma se hai già prenotato il volo, sappi che puoi tranquillamente organizzare un Safari low cost in totale autonomia. Ecco i miei consigli:

  • Non partire con la sola intenzione del Safari, cerca di fermarti per un lasso di tempo adeguato in modo da ottimizzare i costi di volo e vedere più cose possibili.
  • I Safari solitamente si fanno all’interno di riserve e parchi naturali, evita di dormire nelle zone limitrofe in quanto i prezzi sono parecchio alti. Piuttosto scegli una zona periferica o un campeggio.
  • Cerca di unirti ad altre comitive, solitamente per il Safari, autista e pullman hanno un prezzo standard, più siete e meno pagherete.
  • Informati con le agenzie del posto per acquistare l’esperienza, costano meno rispetto a quelle in Italia.
  • All’interno del parco Serengeti, hai la possibilità di fare un safari con pernottamento in tenda. Tenda che puoi portarti dall’Italia per risparmiare.
    Stessa cosa vale per l’attrezzatura per cucinare, fornellini e pentole ti faranno risparmiare tanti soldi.

safari in tanzania

Importantissimo da ricordare: in Tanzania qualsiasi tipo di sacchetto di plastica è vietato, anche quelli usati per contenere i liquidi nel bagaglio a mano, vanno rimossi prima di scendere dall’aereo.
Scegliere il tipo di tenda giusto per campeggiare durante un Safari è fondamentale. Prediligi un modello leggero, molto basico, semplice da montare e smontare.
Meglio sceglierne una con doppio strato, non è raro infatti che di notte ci si imbatta in forte vento o scariche di pioggia.

Importanti anche sacco a pelo e materassino, per il primo scegli un modello a mummia, che copra anche la testa e ti isoli completamente. Di notte le temperature, in gran parte dell’Africa, scendono fino a 5 gradi. Per il materassino, il mio consiglio è quello di acquistarne uno gonfiabile con annesso compressore ricaricabile, più comodo di quello auto-gonfiante.

Scopri l’itinerario della mia vacanza in Tanzania. 

Abbigliamento per un Safari in Tanzania

Fondamentale, quando si parte per questo tipo di destinazioni, è non caricarsi di vestiti inutili. Ci sono alcuni capi indispensabili che, mixati tra loro, bastano per tutta la durata del viaggio. Porta con te solo il necessario. Tra le cose da non dimenticare ti consiglio:

  • Pantaloni lunghi, che ti proteggeranno da insetti e polvere.
  • K-way: il tempo è imprevedibile e da un momento all’altro potrebbe piovere.
  • Cappellino per proteggere la testa dal sole.
  • Occhiali da sole per proteggerti, oltre che dalla luce abbagliante, anche dalla polvere.
  • Scarpe da trekking che siano leggere ma comode, meglio evitare le All Stars.
  • Accessori da campeggio: visto che sarai con la tua dolce metà vi basteranno 1 pentolino, 2 bicchieri, due piatti e due paia di posate, tutto rigorosamente in alluminio. Nei parchi prestano molta attenzione alla spazzatura che viene prodotta. Infine, coltellino e cavatappi.
  • Pila frontale, torcia e lampada da tenda. I campeggi solitamente, sono poco illuminati, in più la torcia potrebbe essere utile se ti capita di avvistare qualche animale notturno.
  • Qualche rotolo di carta igienica, molto rara da trovare all’interno dei campeggi.

Ricorda anche di portare con te un buon repellente per insetti, zanzare in particolare, con una concentrazione Deet di almeno il 50% e del dopopuntura. Prima di partire, ti consiglio di spruzzare tenda e indumenti che andrai ad indossare, con il Biokill. Informati anche se è necessario fare qualche vaccinazione prima di partire.

safari in tanzania

Spero di averti aiutato nell’organizzazione del tuo prossimo safari in Tanzania in modo low cost.
Se vuoi allungare il tuo viaggio e, dopo il safari, hai voglia di concederti una bella settimana di relax nella vicina Zanzibar, leggi le escursioni che non devi assolutamente perderti.

Non mi rimane che augurarti buon viaggio.
La Weekendiera Laura

Ti è piaciuto questo articolo? Allora salvalo su Pinterest!

safari in tanzania

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi? Lascia un commento

Ciao sono Laura la tua Weekendiera! Di professione social media manager e travel blogger. Una vera amante delle fughe nel weekend e di tutto quello che riguarda il mondo digital. Amo imparare e conoscere, e per questo, ogni fine settimana, parto per scoprire nuove destinazioni, in Italia o in Europa. Seguimi anche sul mio blog www.weekendieri.com