Mappe e guide di viaggio: un consiglio per le vostre vacanze

Vi piacerebbe se ogni volta che pianificate un viaggio ci fosse la possibilità di consultare mappe e guide personali di altri viaggiatori?

Certo tutti conoscono la più famosa di tutte Lonely Planet ora anche guida viaggi online.

Cosa direste se vi dicessi che c’è la possibilità di avere tra le mani anche una guida di viaggio cartacea fatta da un esperto viaggiatore e amante dell’architettura?

Io non vedrei l’ora di comprarla. Il progetto di Enrico Iori ci è piaciuto fin da subito. Enrico, pensate voi è dirimpettaio del nostro amato Pop Corner Lab.

mappe di viaggio

Mappe e guide personali: la storia di Enrico 

Enrico è un architetto che ha ideato il progetto WEarch_maps che racchiude in un pratico strumento cartaceo, una vera e propria mappa di viaggio, le sue passioni e i suoi studi. Classe 1984, ingegnere edile-architetto, ha sviluppato nel tempo una predisposizione per l’oggetto grafico, rendendola di fatto una vera e propria passione. Le naturali inclinazioni per il viaggio, la fotografia e la scoperta del nuovo sono stati gli elementi aggiuntivi per concretizzare quello che fa normalmente ogni volta che intraprende una nuova avventura: creare mappe e guide personali.
Il suo prodotto è innovativo e completamente indipendente (dalle ricerche ai contenuti, dalle grafiche alla stampa) che è anche il riassunto del suo modo di vivere il mondo: scoprire, rielaborare e produrre.

mappe di viaggio

Mappe e guide di viaggio: il progetto WEarch_maps

Lo abbiamo intervistato per voi:

Ciao Enrico puoi spiegarci in cosa consiste il tuo progetto?

– il mio progetto è una proposta editoriale completamente indipendente di mappe/guide di città europee (visitabili nell’arco di un weekend e fuori dai circuiti mainstream) dalla storia e dall’anima ben definita, ma proiettate col sorriso verso il futuro; città dove architettura e design la fanno da padrone

Da dove nasce la voglia di condividere una guida di viaggio tutta tua?

– la voglia nasce dalla mia passione per l’architettura e dal mio scontrarmi, da assiduo viaggiatore, con la mancanza di questo prodotto sul mercato: un oggetto che in una mappa/guida dalla grafica minimale accattivante (che richiusa è un 15×15, quindi praticissima) contenga tutto quello che altre pubblicazioni dicono in pagine e pagine, senza spesso arrivare al dunque, e vada ad indagare anche luoghi più defilati, che spesso raccontano meglio la città rispetto alle tappe obbligate

mappe di viaggio

Per sostenere il tuo progetto hai scelto di aprire un foundreising, ci spieghi un po’ di più?

– il crowdfunding è un modo per farmi conoscere e arrivare soprattutto al target per cui ho pensato il progetto, e cioè amanti dei viaggi sì, ma anche soggetti intrigati dal nuovo e attenti a quei dettagli che rendono un prodotto cartaceo differente e fortemente riconoscibile.
Chi mi sostiene riceve in cambio la mappa/guida dedicata alla prima destinazione (PORTO) e merchandise con grafiche in coordinato sulle architetture della città (secondo le ricompense riportate sul sito) e può sostenere il progetto in vista delle prossime mete che saranno pronte a breve (Rotterdam, Basilea, Valencia, Amburgo ecc.) e delle edizioni in inglese delle stesse.

Potete aiutare Enrico partecipando al crowndfiunding a questo link www.ulule.com/wearch-maps

Quin invece i suoi contatti Instagram @wearch_maps

Mail [email protected]

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi? Lascia un commento

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.