San Francisco: il mio viaggio sulle orme del movimento hippie

Il mio secondo viaggio a San Francisco, durante l’anniversario della Summer of love, è stato un vortice di emozioni inattese.

viaggio a San Francisco durante la summer of love

Dal condividere una casa con tre ragazze ad Haight-Ashbury all’incontro con Heather che mi ha fatto conoscere un baluardo hippie dell’epoca moderna, la comunità di Sausalito che vive sull’acqua, alla gente che sorrideva incuriosita alla vista delle nostre coroncine di fiori (sì perché in pieno stile hippie io e le mie compagne di viaggio abbiamo indossato ogni giorno dei fiori fra i capelli ed è stato divertentissimo). Senza contare una quantità esorbitante di tassisti gentiluomini che ci hanno riempite di complimenti e nonnini di Chinatown che facevano a gara per farsi un selfie con noi.

San Francisco è la città delle possibilità e non è un caso che proprio qui sia nato il movimento hippie che ha dato vita alla Summer of Love. Ho cercato una parola che potesse riassumere questo viaggio a San Francisco e l’ho trovata. Condivisione.

Summer of love San Francisco

Il mio viaggio a San Francisco durante la Summer of Love

Il centro nevralgico della summer of love del ’67 fu il quartiere di Haight-Ashbury dove si riversarono più di centomila persone: attivisti anti guerra in Vietnam, giovani contro il materialismo generato dalla fine della seconda guerra mondiale, musicisti e artisti hippie si diedero appuntamento qui sotto l’icona di valori come amore, pace e libertà.

“When you came to San Francisco be sure to wear flowers in your hair”

Questa rivoluzione sociale e sessuale unita all’uso di marijuana e di altri allucinogeni e allo sviluppo del rock psichedelico diede vita al momento storico più importante della fine degli anni sessanta in America.

viaggio a San Francisco durante la summer of love

Il quartiere di Haight-Ashbury di San Francisco

Durante il novecento Haight ha attirato agricoltori, turisti, hippie, gente normale e rock stars. Fin dall’inizio questo quartiere è stato percepito come un luogo in cui star bene.

“Once you see this beautiful land, you’ll never want to live anywhere else” 

Circondato dal Golden Gate da una parte, dal Buona Vista Park dall’altra e dalla Foresta di Sutro e da Tank Hill, il mix fra la sua geografia così particolare e le case in stile vittoriano crearono il giusto mix per far da patria all’atmosfera in cui crebbe e si sviluppò il movimento hippie.

E la cosa bella è che questa attitudine continua a sopravvivere fra le strade di Haight Ashbury anche oggi. Ve lo assicuro, io l’ho provato direttamente sulla mia pelle.

Alloggiare ad Haight Ashbury durante un viaggio a San Francisco

Durante il mio viaggio a San Francisco ho abitato, insieme alle mie compagne di avventura, in una casa in vero stile vittoriano ad Haight Ashbury in collaborazione con Airbnb. La mansarda in cui dormivamo, luminosa e con le travi bianche al soffitto sarà un ricordo duro a scomparire, così come le mattine passate sul grande divano all’entrata quando il fuso orario si faceva sentire e ci ritrovavamo a piedi scalzi e avvolte nella coperta (sì perché a San Francisco può fare molto freddo anche in primavera se non addirittura in estate) a condividere pezzi di vita in attesa di uscire a fare colazione tutte insieme.

viaggio a San Francisco durante la summer of love

Sulle orme della Summer of Love a San Francisco

Nel quartiere di Haight Ashbury vissero numerose rock star e un pellegrinaggio è d’obbligo se amate questo tipo di musica. Io il pellegrinaggio l’ho fatto due volte, la prima volta trascinata da Luca durante il nostro primo viaggio in California insieme e la seconda volta durante questo mio ultimo viaggio a San Francisco. Qui sotto trovate una cartina con tutti i punti più importanti dove vissero star del calibro di Janis Joplin (vi consiglio di stamparla e portarla con voi), Grateful Dead e Jefferson Airplane.

San Francisco hippie

Un altro modo per respirare a pieno l’atmosfera della Summer of Love durante il proprio viaggio a San Francisco è visitare la mostra ad essa dedicata al De Young Museum.

Qui troverete più di trecento manufatti commemorativi dell’epoca oltre che a centocinquanta oggetti iconici. Mentre camminavo tra vestiti e poster con la mia immancabile coroncina di fiori tra i capelli due signore che avevano oltrepassato da poco la sessantina mi hanno guardato sorridenti e mentre se ne andavano le ho sentite sussurrare: “Love is the answer no matter is the question“. Non è fantastico?

Ma la vera ciliegina sulla torta di questa esperienza è stata poter girare per San Francisco a bordo del mezzo di trasporto che più amo in assoluto: un furgoncino Volkswagen.

Grazie a San Francisco Love Tours abbiamo attraversato i luoghi più caratteristici della città fino alla base del Golden Gate Bridge e ovviamente abbiamo attraversato Haight-Ashbury mentre la nostra guida ed autista ci raccontava gli aneddoti della scena hippie degli anni sessanta.

Se dovessi scegliere un periodo storico in cui rinascere senza dubbio sceglierei il periodo hippy.

Adoro i vestiti a fiori, le idee di pace e libertà che stavano alla base del movimento e la musica di quel periodo.

Potete quindi immaginare che felicità io abbia provato nel ritrovarmi a San Francisco durante i festeggiamenti della summer of love. Se però volete una prova basta guardare questo video:

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi? Lascia un commento

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.