Sri Lanka: un gioiello ancora poco conosciuto

Oggi sul blog diamo il bentornata a Selina che ci ha già dedicato altri entusiasmanti racconti di viaggio. Oggi ci porta in Sri Lanka come mercoledì degli special guest. Lo Sri Lanka è una terra che anche noi vorremmo conoscere presto, chissà che non ci si possa riuscire entro la fine di quest’anno. Nel frattempo prendiamo informazioni! 

Racconto di viaggio in Sri Lanka

L’isola di Sri Lanka che fino al 1972 veniva chiamata Ceylon, si trova nell’Oceano Indiano e una leggenda narra che la sua particolare forma a goccia sia considerata una lacrima dell’India.

Molte persone non sanno neanche dove si trovi questo paese, specialmente i giovani che ahimè la geografia la studiano poco perché nelle scuole non è più tanto considerata.  Io penso che siamo ancora un tantino ignoranti sulla conoscenza del mondo, nonostante l’apertura delle frontiere, la globalizzazione e le tante possibilità tecnologiche.

Pur essendo a forma di pietra preziosa, lo Sri Lanka non è considerato turisticamente come un gioiello da visitare, purtroppo è molto spesso denigrato poiché molto vicino  all’arcipelago delle Maldive e deve quindi  competere con gli splendidi  atolli, motivo per cui  non viene neanche preso in considerazione.

Sri Lanka

Io personalmente non sono d’accordo, e non a caso ci sono stata due volte. L’isola è ricchissima di storia, di cultura, di monumenti e di tradizioni e il suo mare anche se molto diverso dalle vicine  Maldive, ha  un fascino meraviglioso e dei colori spettacolari.

L’ultima vacanza di Natale abbiamo deciso di trascorrerla lì  esattamente sulla costa sud ovest dell’isola, dove lo tzunami di 12 anni fa colpì  duramente la popolazione .

Inizialmente ero un po’ dispiaciuta di avere scelto di fare una vacanza balneare a discapito della cultura cingalese, ma la stanchezza, lo stress accumulato e il poco tempo a disposizione ci hanno fatto optare per un periodo di assoluto riposo, che ogni tanto non guasta.

racconto di viaggio in Sri Lanka

Al nostro arrivo in serata ci accoglie magicamente un tramonto stupefacente, ed entriamo subito nell’atmosfera tranquilla e di pace e capiamo che questo luogo sarebbe stato la giusta cura per l’anima.

Scopriamo con molta sorpresa e molto piacere che i turisti del nostro resort sono principalmente locali, che hanno deciso di trascorrere il Natale concedendosi 1 o 2 giorni in un posto da sogno.

La festa del Natale non ci delude affatto, cena a lume di candela sulla spiaggia, addobbi e luci veramente di effetto, per non parlare del cibo, preparazioni elaborate e buonissime, musiche, fuochi d’artificio, insomma un festeggiamento davvero “alla grande” e  capiamo che anche per i singalesi il Natale è molto importante poiché circa il 30 % di loro è cattolico.

Le persone hanno tanta voglia di divertirsi, di stare insieme e ci coinvolgono nei giochi e nei balli con Babbo Natale. E’ divertentissimo.

Le giornate trascorrono molto serene, lunghe passeggiate sulla spiaggia incontaminata e quasi deserta fanno si che il nostro stress si allontani sempre di più dalle nostre menti e ammiriamo  le  bellissime case sulla spiaggia che  sarebbe un sogno  possedere. Il mare è caldissimo e consente di fare infiniti bagni tra le onde che ti portano a riva.

Torniamo alla realtà e pensiamo di fare qualche piccola escursione per vedere anche l’entroterra. La vegetazione è ovunque lussureggiante, ci affidiamo a dei ragazzi del posto che  ci accompagnano a visitare dei piccoli templi molto suggestivi e poco turistici, entriamo  praticamente nelle case della gente.

racconto di viaggio in Sri Lanka

Poi, quasi d’obbligo andiamo  al sud per vedere alcuni posti più famosi come la cittadina fortificata di Galle, il suo faro sul mare, e alcune  delle spiaggie più  che  ci piacciono meno perché un po’  più affollate.

Ci gustiamo un giro in barca sul fiume Bentota, nonostante ci sorprenda un fortissimo acquazzone  tropicale, non possiamo fare altro che prendere con filosofia l’accaduto e ci riempiano gli occhi e il cuore di immagini indelebili della natura. Rientriamo fradici ma  contenti e soddisfatti al nostro hotel e ancora una volta ci godiamo la bellezza  del mare, essendo tornato il sereno, che ci regala immagini indescrivibili.

Consapevoli della bellissima esperienza vissuta in questo paese, consigliamo caldamente a tutti coloro che desiderano trovare “un paradiso” di valutare senza esitazioni e di andare in Sri Lanka, nulla potrà deludervi.

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi? Lascia un commento

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.