Weekend a Nizza: tutti gli indirizzi da non perdere

Buongiorno viaggiatori oggi vi portiamo con noi in weekend a Nizza! La special guest di oggi è una cara amica nonché collega nella mia vita parallela. Con Monica condivido da tanti anni l’insegnamento all’interno della formazione professionale.

E’ una persona fantastica con un’eleganza innata nell’anima e sono molto felice di ospitarla qui nel nostro spazio virtuale. Monica ci porta a Nizza durante uno dei più bei momenti dell’anno, il carnevale e ne approfitta per condividere con noi alcuni indirizzi per passare un indimenticabile weekend a Nizza. 

Weekend a Nizza

Se c’è una città che per me risulta magica in ogni stagione quella è Nizza…. in estate è stupenda grazie alle sue spiaggia di ciottoli e alle acque chiare, in inverno agghindata e scintillante per le feste come solo la Costa Azzurra sa essere, in autunno e in primavera ti conquista grazie al suo clima mite e al suo brulicare di attività.

weekend a Nizza

Quest’anno io e Antonio, il mio fidanzato, abbiamo deciso di concederci una pausa e di fare un weekend a Nizza proprio in occasione del carnevale, evento del quale avevamo sentito parlare ma che non avevamo mai avuto modo di vedere.

Appena arrivati, complici i quasi 25 gradi di fine febbraio e un sole brillante, abbiamo deciso di concederci una colazione in spiaggia a base di baguette e marmellata.

viaggio a Nizza
Il nostro posto preferito per queste lunghe e rigeneranti petit dejeuner è Le Sporting, un ristorante e bar situato sulla Promenade des Anglais che, in questa stagione, ti permette di fare colazione veramente a due passi dal mare.

weekend a Nizza

La nostra mattinata è proseguita con una meta obbligata per chi organizza un weekend a Nizza: il meraviglioso mercato di Cours Saleya che offre una varietà impressionante di fiori, frutta, spezie e che, il lunedì mattina, ospita un interessante mercato dell’antiquariato, vero punto di riferimento per gli appassionati del settore.

visitare Nizza
In Cours Saleya si concentrano le tante anime di Nizza: quella più popolare del mercato e quella più glamour dei locali che si affacciano sulla piazza, che vedono una costante affluenza di giovani dal momento della colazione fino a tarda notte.

viaggio a Nizza
Visto che si era fatta quasi ora di pranzo abbiamo deciso di andare a fare un brunch in un localino caratteristico che si chiama La Femme du Boulanger. Questo ristorante ci piace tanto perché tutto è fatto in casa e si respira un’aria familiare e veramente accogliente.

Un altro locale che mi sento di consigliare, anche se ha un’atmosfera più chic rispetto al precedente, è le Comptoir Central Electrique. Questo locale si trova nelle vicinanze di Place Garibaldi, zona frequentata da giovani e brulicante di attività, e la sua particolarità risiede nell’architettura dato che e’ stato ricavato da un ex negozio di materiale elettrico.

Finalmente, dopo aver gustato il nostro brunch, ci siamo recati in prossimità di Place Massena, cuore pulsante della Nizza nuova, ad acquistare i biglietti per poter assistere alla battaglia dei fiori, evento cardine del carnevale nizzardo.

carnevale di Nizza

Abbiamo assistito ad una vera e propria sfilata di carri, ballerine, maschere di ogni genere, tanta musica e allegria che ci ha accompagnato per più di due ore e che e’ culminata nel lancio di fiori di ogni genere e colore all’indirizzo del pubblico.

carnevale a Nizza

carnevale di Nizza

Frequentiamo Nizza da più di 15 anni, ma è proprio vero che riserva sempre delle meravigliose sorprese….

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi? Lascia un commento

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.