Top
Image Alt

Miprendoemiportovia

Dal 10 al 18 marzo è tornato letteralmente in pista il festival Dolomiti Ski Jazz, con gli inimitabili ingredienti che lo rendono da sempre uno dei più originali appuntamenti musicali italiani: piste da sci e musicisti di fama internazionale, i paesaggi delle Dolomiti e le note del jazz più eccitante. I diciotto concerti della quindicesima edizione del Dolomiti Ski Jazz stanno dando vita a nove giorni di accattivante musica live da gustarsi in quel paradiso degli sport invernali che è la Val di Fiemme.

La magica alchimia tra musica e natura, tra caldi ritmi afro-americani e paesaggi innevati, è l’elemento che conferisce ai concerti diurni del festival (tutti gratuiti) il loro particolare fascino.

Appuntamenti musicali all’aria aperta, questi spettacoli si svolgono direttamente lungo i tracciati delle piste da sci, nei più noti luoghi di ritrovo, dove sarà possibile fermarsi tra una discesa e l’altra e ascoltare musica di qualità con scarponi e sci ai piedi.

Bene ci siamo.

Domani si parte.

Miprendoemiportovia va al Dolomiti Ski Jazz.

Obiettivo vivere a pieno la montagna d’inverno.

Fino a qualche anno fa odiavo la montagna. L’associavo allo sci, sport in cui sono negata.

Ultimamente invece ho scoperto che montagna d’inverno vuol dire anche tante altre cose: buona tavola, percorsi termali, camminate, divertimento sfrenato in slittino.

E da domani potrò associare a montagna ad uno dei generi musicali che più adoro, il jazz.

Tombola!

Partiremo in due, io, Elisa mi occuperò dei post e dei tweet e Luca si occuperà dei video e delle foto.

Vi ricordo che se volete seguire l’evento su twitter l’ashtag ufficiale è #dolomitiskijazz.

Sulla rotta per Cavalese, a Rovereto, incontreremo parte dei nostri compagni di viaggio per pranzare insieme e gustarci il MART.

Ciao siamo Elisa e Luca, due viaggiatori incalliti che hanno fatto della loro vita un viaggio senza fine. Ci siamo entrambi licenziati da un lavoro che ci piaceva ma che non ci permetteva di vivere la vita che volevamo. Abbiamo un cuore rock’n’roll che batte all’unisono e un’anima gipsy. Il nostro motto? I sogni nel cassetto fanno la muffa, quindi tiriamoli fuori che la vita è lì che ci aspetta!

post a comment