Top
Image Alt

Blog di viaggi di Elisa & Luca - Miprendoemiportovia

Un viaggio in Spagna di tutto rispetto non può prescindere dal rito del tapear.

Tapear è molto di più che fare l’aperitivo, non è un vero pranzo o una vera cena, è differente.

Quando si tapea si gustano numerose e differenti tapas. La loro origine si perde nella notte dei tempi e si dice nasca in Andalusia. La tapa era un piattino utilizzato dagli osti per tappare il bicchiere con l’alcolico di turno e proteggerlo dai moscerini. Spesso per richiamare clienti si usava mettere nei piattini olive, formaggio, un gesto semplice che nel tempo è diventato un rito.

Ormai le tapas sono diventati veri e propri piatti con un  costo di pochi euro.

Si dice anche che un locale più è buono e rinomato più debba avere numerosi fazzolettini per terra, sinonimo di alto tasso di tapeo nel locale.

Per me il ristorante migliore in assoluto per tapar a Barcellona è la cerveceria catalana in calle Mallorca all’incrocio con Passeis de Gracia.

A me piace mettermi a bancone e ordinare tutto ciò che gli occhi mi ispirano! E’ un posto veramente stupendo dove i camerieri sono dietro ai due banconi principali in piedi su degli sgabelli e ti servono direttamente.

Mi raccomando non mettetevi in fila per i tavoli ma fermatevi al bancone anche se c’è da aspettare è molto più divertente.

 

Ciao siamo Elisa e Luca, due viaggiatori incalliti che hanno fatto della loro vita un viaggio senza fine. Ci siamo entrambi licenziati da un lavoro che ci piaceva ma che non ci permetteva di vivere la vita che volevamo. Abbiamo un cuore rock’n’roll che batte all’unisono e un’anima gipsy. Il nostro motto? I sogni nel cassetto fanno la muffa, quindi tiriamoli fuori che la vita è lì che ci aspetta!

post a comment