Cosa visitare a Danzica una piacevole sorpresa

La special guest di oggi è Lorenza che abbiamo conosciuto su instagram. Il suo account è myfuchsiatrolley e le sue foto sono bellissime, vi invito ad andarle a vedere. Oggi Lorenza ci parla di cosa visitare a Danzica. Buona lettura! 

Cosa visitare a Danzica: una piacevole sorpresa

cosa visiare a Danzica

 

Ulica Długa

La sua dimensione, relativamente piccola, rende Danzica la meta ideale per trascorrere due o tre giorni piacevolmente rilassanti. Noi iniziamo l’esplorazione dalle bancarelle della Jarmark Dominikański, la fiera di San Domenico, che per tutto il mese di Agosto anima le vie del centro, il Główne Miasto, con banchi di prodotti tipici (da acquistare ma, soprattutto, da gustare sul posto) e il mercatino dell’antiquariato più strabiliante che io abbia mai visto: una distesa di meravigliosi lampadari di cristallo, posate d’argento e radio d’epoca, e poi ancora bancarelle che sembrano salotti con tanto di tappeti e quadri alle pareti, divani in velluto e servizi di ceramica. Mentre passeggiamo ci rifocilliamo con una fetta di pane e smalec, una crema di lardo aromatizzata con maggiorana e ciccioli, deliziosa, e una kiełbasa, succulenta salsiccia polacca.

cosa visiare a Danzica

Ci spostiamo verso il fiume Motława e percorriamo la Długie Pobrzeże, lungo la quale si trovano una serie di ristorantini, tanto romantici quanto turistici, e la famosa Gru quattocentesca, simbolo per eccellenza di Danzica. L’atmosfera è vivace e al tempo stesso romantica, sarà l’acqua che scorre placida o le luci soffuse che illuminano la sera in procinto di calare.

Vista su Długie Pobrzeże e la Gru quattrocentesca

Il giorno seguente, complice il sole, ci concediamo una gita in traghetto fino a Westerplatte, penisola dove ebbe inizio la seconda guerra mondiale, e al ritorno ammiriamo le splendide facciate dei palazzi (completamente ricostruiti in seguito ai bombardamenti durante la guerra) affacciati sull’Ulica Długa, decorati con ricchi frontoni di svariati stili architettonici, che mi fermo per fotografare ad ogni passo.

cosa visitare a Danzica

Lungo la Strada Reale vale decisamente la pena dedicare del tempo agli interni del gotico Municipio e del vicino Dwór Artusa, proprio di fronte alla famosa fontana del Nettuno, dove una splendida stufa in maiolica alta ben 12 metri fa bella mostra di sé. Per la cena decidiamo di rimpinzarci, finalmente, di pierogi nel più famoso ristorante di Ulica Piwna per poi concludere la serata nella più defilata e affascinante Ulica Mariacka dove ci scalderemo con due ottime cioccolate calde, immersi quasi nel buio più totale.

Ratusz Głownego Miasta e Dwór Artusa

cosa visiare a Danzica

Il terzo giorno lo dedichiamo alla città vecchia di Danzica non prima, però, di avere fatto visita alla chiesa di Santa Maria, che con la sua mole imponente è davvero stupefacente. Stare Miasto conserva due vecchi mulini, il municipio e una serie interminabile di chiese, ma il mio consiglio è di spingersi fino a Plac Solidarności, davanti ai Cantieri Navali, luogo di grande importanza storica, dove un gruppo di attivisti nel 1980 diede vita al sindacato che portò a una fase di libertà e democrazia e che fu all’origine della caduta del comunismo in Polonia, e non solo. Tornando verso il centro saliamo al Centrum Hevelianum, proprio sopra la stazione, per godere di una bella vista sulla città.

Vista su Głowne Miasto dal Centrum Hevelianum

cosa visiare a Danzica

L’ultima mezza giornata la dedichiamo alla cattedrale di Oliwa, a mezz’ora di tram dal centro, dove assistiamo al concerto dell’impressionante organo rococò, e gironzoliamo nel parco all’inglese che circonda il Pałac Opacki.

Se vi state chiedendo cosa visitare in Polonia non perdetevi Danzica!

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

3 commenti

  • Rispondi gennaio 18, 2017

    The Captain Has Fun

    Danzica è stato il mio primo grande amore polacco, ci sono stato due volte in 6 mesi.
    La combo BIRRA+PIEROGI+BIGOS è un po’ come mi immagino il paradiso 😉

    • Rispondi gennaio 23, 2017

      Elisa e Luca

      in effetti la combo al Paradiso ci va molto vicina 🙂

  • Rispondi gennaio 25, 2017

    Gustavo Woltmann

    Molto bella, ci sono stato tanti anni fa!

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.