Scoprire la Roma di Pasolini

Il nome di Roma è da sempre legato a grandi personalità del mondo dell’arte, della storia e della cultura. Una di queste è senza dubbio Pier Paolo Pasolini, il grande scrittore, regista e intellettuale che qui si trasferì nel 1950 e rimase sino alla tragica morte, avvenuta nel 1975. In questo interessante articolo Expedia, suggerisce di visitare la capitale in un modo inedito e suggestivo, ripercorrendo i luoghi determinanti della vita e dell’arte di questo grande artista poliedrico.

Roma insolita

Sapete quanto siamo sempre alla ricerca di itinerari insoliti e quindi oggi vi proponiamo di seguire le sue tracce in ordine cronologico.

Scoprire la Roma di Pasolini

Partiamo allora da Piazza Costaguti, in quello che fu il ghetto della città. È qui che Pasolini visse con la madre, figura centrale nella sua esistenza e nella sua produzione letteraria. Proseguiamo poi per le caratteristiche strade di Trastevere, dove era solito incontrare gli amici poeti e scrittori, da Sandro Penna a Elsa Morante, per non parlare di Alberto Moravia, col quale strinse un rapporto quasi fraterno. Ovviamente non si può lasciare Trastevere senza una sosta in una tipica trattoria, dove gustare le delizie della gastronomia romana.

Scoprire la Roma di Pasolini

Il quartiere di Monteverde è un’altra tappa importante per la formazione di Pasolini. Qui il regista di Uccellacci e uccellini andò ad abitare verso la metà degli anni Cinquanta. In questo periodo conoscerà non solo il poeta Attilio Bertolucci e il giovane figlio Bernardo, futuro grande regista, ma anche la gioventù inquieta che diventerà il soggetto corale del romanzo Ragazzi di vita.

Scoprire la Roma di Pasolini

Spostandoci poco distante da Monteverde troveremo il cimitero del Rione Testaccio, dove sono sepolte personalità ammirate da Pasolini, come Antonio Gramsci, nonché scrittori e poeti che gli erano amici, come Carlo Emilio Gadda e Dario Bellezza.

Scoprire la Roma di Pasolini

Da Rebibbia al Pigneto, sono ancora molti gli angoli di Roma dove Pasolini ha tratto ispirazione per i suoi lavori o ha girato scene dei suoi memorabili film. Tra queste, come ultima tappa del nostro viaggio sulle sue orme, vi consigliamo di non perdere Ostia, dove fu ucciso in circostanze drammatiche e non ancora del tutto chiarite. Qui potrete ammirare due monumenti dedicati all’intellettuale, oltre che visitare il Parco Letterario Pier Paolo Pasolini, in cui vengono organizzati frequenti eventi e incontri per grandi e piccini, a tema letterario ma non solo.

Foto via Pixababy

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi? Lascia un commento

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.