A Treviso c’è una mostra dedicata agli impressionisti da non perdere!

La prima volta che ho visitato una mostra sugli Impressionisti è stato insieme a Silvia, una delle mie più care amiche, a Treviso. Potete quindi immaginare la mia gioia quando abbiamo ricevuto l’invito di Segafredo Zanetti per #Segafredo4art, la blogger night che ha organizzato al Museo di Santa Caterina mercoledì scorso.

Treviso mostra impressionisti

Segafredo è main sponsor di “Storie dell’impressionismo, i grandi maestri da Monet a Renoir, da Van Gogh a Gauguin” che si terrà a Treviso fino al 17 aprile prossimo e noi abbiamo potuto assistere ad una visita esclusiva che ci ha permesso di raccogliere tanti scatti che oggi vi regaliamo.

Treviso mostra impressionisti

L’arte e il caffè due piaceri da gustare insieme

Non è la prima volta che Segafredo sostiene l’arte. Dopo la mostra incentrata sulla “ragazza con l’orecchino di perla” di Veemer e l’esplorazione dei notturni dagli Egizi al novecento poi, oggi sostiene questo grande progetto culturale sull’impressionismo con l’intento di contribuire ancora una volta a promuovere la bellezza e la cultura.

Treviso mostra impressionisti

Storie dell’impressionismo: la mostra di Treviso

Più di cento anni di storie per centoquaranta opere che Marco Goldin, ideatore di Linea d’ombra (il progetto artistico che con devozione e competenza si è imposto sul panorama italiano portando l’arte a tutti) e curatore della mostra “Storie dell’impressionismo, i grandi maestri da Monet a Renoir, da Van Gogh a Gauguin” ha raccolto con intento celebrativo e didattico.

Treviso mostra impressionisti

Opere provenienti da trentacinque musei e collezioni da tutto il mondo e che ci conduce a scoprire i capolavori che hanno segnato una delle più importanti rivoluzioni artistiche della storia.

Treviso mostra impressionisti

Treviso mostra impressionisti

Treviso mostra impressionisti

“Per raccontare non solo quel mezzo secolo che va dalla metà dell’Ottocento fino ai primi del Novecento, ma anche quanto la pittura in Francia aveva prodotto, con l’avvento di Ingres, nell’ambito di un classicismo che sfocerà, certamente con minore tensione creativa, nelle prove degli artisti del Salon”

Treviso mostra impressionisti

Treviso mostra impressionisti

Storie dell’impressionismo ci aiuta a capire cosa abbia influenzato gli impressionisti, ci parla della loro storia, del prima e del dopo. Parallelamente, grazie ai tre capolavori di Tiziano, Rubens e Rembrandt, ci fa capire quanto questa corrente sia stata influenzata dalla rappresentazione dell’immagine femminile.

Treviso mostra impressionisti

Treviso mostra impressionisti

Treviso mostra impressionisti

La mostra prende forma attraverso sei sezioni tematiche:

Sezione 1 e 2 Lo sguardo e il silenzio

I nostri quadri preferiti: Ritratto di un bambino della famiglia Longe di Manet e Bambina con un uccellino di Renoir

Sezione 3 e 4 La posa delle cose

I nostri quadri preferiti: Frutta e vaso di zenzero di Cezanne e Albicocchi in fiore di Van Gogh

Sezione 5 e 6 L’impressionismo in pericolo

I nostri quadri preferiti: Passeggiata sulla scogliera a Pourville e Salice piangente di Monet

Treviso mostra impressionisti

Treviso mostra impressionisti

Informazioni utili

Dove: Museo di Santa Caterina – Piazzetta Mario Botter, 1 Treviso

Quando: dal 29 ottobre 2016 al 17 aprile 2017

Orari: da lunedì a giovedì: 9.00 – 18.00 / da venerdì a domenica: 9.00 – 19.00 / dal 2 al 17 dicembre, il venerdì e il sabato la mostra è aperta dalle 9.00 alle 20.00

Sito web: www.lineadombra.it

Treviso mostra impressionisti

Treviso mostra impressionisti

E’ una mostra bellissima e vi consigliamo vivamente di andare a vederla. Treviso poi è un gioiellino, saranno i canali che l’attraversano, l’atmosfera natalizia di questo periodo dell’anno o la sua eleganza innata ma ogni volta che ci torno mi conquista.

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi? Lascia un commento

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.