Ode a Marzamemi l’imperdibile perla della Sicilia

Buongiorno viaggiatori la special guest di oggi è Serena, calabrese, amante della vita di mare, del buon cibo e dei piccoli borghi. Serena ha ventisette anni e ci ha inviato il suo racconto di viaggio su Marzamemi, uno dei paesini della Sicilia di cui siamo più innamorati. Il suo racconto ci ha riportato là fra le sue vie, tra i suoi negozietti che ogni volta che torniamo sono più belli e in riva al suo splendido porticciolo. Pronti per conoscere, insieme a lei, la perla del Val di Noto?

Un pomeriggio nella perla del Val di Noto: Marzamemi

Volevo condividere un piccolo pezzo del mio cuore lasciato in un posto unico, dotato di un’atmosfera particolare, semplice, naturale ma allo stesso tempo romantica. Quest’estate ho trascorso qualche giorno in una delle mie regioni italiane preferite, la Sicilia. Più precisamente nel Val di Noto, una perla del nostro paese che consiglio a tutti indistintamente di visitare.

Sono stata colpita dalle luci, dai rumori, dai colori di questo splendido borgo di pescatori che prende il nome da due origini controverse: secondo alcuni deriverebbe dalle parole arabe Marza significa ‘porto’ e Memi significa ‘piccolo’, mentre secondo altri deriverebbe dall’arabo Marsà ‘al hamam, cioè «baia delle tortore», per l’abbondante passo di questi uccelli in primavera. Ad ogni modo, il suo nome è Marzamemi ed è un posto dove ogni pensiero trova pace.

piazzacentrale

E’ un paese molto rinomato per la famosa “tonnara” che fu impiantata dagli arabi durante la loro dominazione in Sicilia. Tuttavia, questo luogo possiede una piazza splendida caratterizzata da un’atmosfera magica, una luce unica al tramonto del sole, un passeggio continuo sereno e rilassato ed una serie di localini tipici e graziosi che adornano, ancor di più nel dettaglio, il chiarore della pietra “bianca”che contraddistingue il posto.

Marzamemi

Facendo una piacevole passeggiata si possono notare le case dei pescatori, le abitazioni degli autoctoni, anche se gli abitanti che ci vivono sono quasi tutti oriundi da Siracusa. Ci sono delle vie molto strette e particolarmente caratteristiche del luogo, con colori che spezzano moltissimo sulla pietra chiara che ricopre tutto il paese. La sera puoi decidere se fare una semplice camminata lungo le tante bancarelle nel viale principale oppure bere un drink in uno dei numerosi locali del posto.

Infine, il punto più bello in assoluto per quanto mi riguarda: il porticciolo. Fonte di naturalezza, ricco di storia e di vita. La perla del borgo. Un posto in cui ancora c’è la possibilità di vedere i pescatori che attraccano con le loro barche portando del pesce freschissimo. Un punto in cui tutti i pensieri sono leciti, tutti i pensieri possono vivere e possono prendere forma. Una forma che prende vita dall’acqua, dalle luci del tramonto del sole riflesse e dal leggero movimento delle barche sul mare. Andateci, lì potete sognare come ho fatto io.

Marzamemi

La Sicilia mi ha stupito ancora una volta per la bellezza dei suoi luoghi, per la bontà dei suoi cibi e per la cordialità dei suoi abitanti. Penso che non smetterò mai di continuare a visitarla, e semmai un giorno potrò dire di averla visitata tutta, credo proprio che tornerò a farlo ancora, ancora e ancora.

Marzamemi

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi? Lascia un commento

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.