Non siamo padroni d’altro che del tempo

E’ tempo di salutare anche questo 2015, un anno per noi veramente intenso, un anno di grandi gioie e soddisfazioni. Un anno dove ci è sembrato di volare alto e saltare ancora più forte, senza paracadute. Perché la vertigine non è paura di cadere ma voglia di volare.

E’ stato un anno veramente ricco.

Di viaggi (non c’è stato mese in cui non abbiamo viaggiato). di nuove esperienze, di tante persone incontrate sulla strada, di affetti e soddisfazioni, di grandi sfide (la nomination ai Mia15 gli oscar della rete come miglior sito di viaggi, la mention di Repubblica e Vanity Fair tra i miglior blog da seguire nel mondo).

Abbiamo un bambino di due anni e entrambi siamo liberi professionisti con un lavoro da inventarsi ogni giorno, i conti da far quadrare a fine mese e l’incoscienza di chi vuole essere padrone di sé stesso. Quando anche prendere una multa è un problema perché incide sul budget ed equivale al buttare alle ortiche la fatica di ore passate al freddo in un mercatino handmade di qualche parte d’Emilia. Ma è la soddisfazione di fare le cose da sé, di incontrare il gusto della gente e i commenti di chi ti dice “mi piace quello che fai, continua così“, è questo tipo di soddisfazione che per me non ha prezzo.
Era quello che dicevo ieri alla mia commercialista che mi chiedeva perché non mi cerco un lavoro fisso, l’ho guardata dritta negli occhi e le ho risposto di getto “perché la mia libertà non ha prezzo“, farei mille rinunce (di vestiti, di appartamenti più grandi, di qualsiasi cosa) se è il prezzo da pagare per pranzare coi miei amori tutti i giorni o per avere la libertà di accettare l’invito di un giorno per l’altro a Guadalupa senza render conto a nessuno.

Amo fortissimamente questa vita ai cento all’ora passata a fare cose che mi piace fare, che ho scelto di fare, che voglio fare.

E badate bene che non sto parlando di “cazzeggiare” tutto il giorno. No, parlo di tutt’altro. Nella vita di cui vi parlo c’è una buona dose di fatica, momenti di sconforto, pressione che sale e crisi di ansia nel cuore della notte.

Ma è una vita dove si è padroni del proprio tempo e delle proprie azioni.

Elisa e Luca miprendoemiportovia

La nostra più bella foto scattata insieme nel 2015

Non siamo padroni d’altro che del tempo

Una volta ho assistito ad un corso di formazione dove il relatore ha detto alla platea che “non siamo padroni d’altro che del tempo” ed è con questo che paghiamo ogni nostra cosa. Un vestito, un viaggio, una macchina vengono pagati con il tempo che abbiamo impiegato a guadagnare quei soldi. E poi lo stesso relatore fece vedere questo film che vi consiglio vivamente, vi farà riflettere, ve lo prometto.

A volte lavoriamo tanto e ci ritroviamo senza tempo per fare veramente ciò che vorremmo. E allora ci consoliamo comprando cose costose per avere l’illusione che tutto quel tempo investito in un lavoro che spesso non ci piace, ci sia servito a qualcosa. Ma non siamo contenti. Quindi vuol dire che stiamo cercando di consolarci.

Un tempo almeno per me era così.

Io ho scelto di non passare la mia vita a pensare a “quando sarò in pensione“, di passare una vita sospesa in attesa di qualcosa che sarà. Nel tempo che manca a vivere ciò che vorremmo, c’è una vita che non vorremmo.

Siamo alla fine dell’anno, è tempo di bilanci e allora permettetemi di ringraziare (la vita, Dio o chi per lui) per aver scelto di essere padrona del mio tempo. Ho scelto di buttarmi senza paracadute ma sono felice, ogni giorno mi alzo per fare qualcosa che vorrei, ogni giorno faccio fatica certo, ma per far crescere un sogno, un sogno di famiglia che è un sogno di vita.

Per l’anno che viene auguro a voi la stessa cosa, siate padroni del vostro tempo perché è una delle cose più preziose che abbiamo.

Sullo stesso argomento potrebbe anche interessarti:

Travel dreams 2016

Abbiate il coraggio di essere felici 

Segui i tuoi sogni

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

24 commenti

  • Rispondi dicembre 31, 2015

    La cri - ominouovo

    Bellissimo augurio. Hai una forza e una vitalità che ti contraddistingue Elisa. Mi piaci un sacco!
    Il tempo è la vera ricchezza. Nient’altro.
    Buon Anno a te, Luca e Manina. Che sia nuovamente intenso e pieno di voli pindarici.

    • Rispondi dicembre 31, 2015

      Elisa e Luca

      anche a te di cuore super Cri! Lo sai vero che ti ammiro? Per le scelte che hai fatto e per la fatica che fai sempre col sorriso e l’autoironia una dote veramente preziosa <3 grazie

      • Rispondi dicembre 31, 2015

        La cri - ominouovo

        Le scelte che ho fatto in teoria erano la base per altri progetti…e viaggi soprattutto. Ma “la sorpresa” di Poldina ha cambiato un po’ le cose. La prendo come viene, ridendo, anche quando non mi va. L’idea della roulotte per i Poldotrip si sta per concretizzare ehehe e piano piano so che ritroverò una strada. Come hai magnificamente fatto tu.

        • Rispondi gennaio 4, 2016

          Elisa e Luca

          mannaggia Cri la vita ti ha messo la carta “imprevisti” sul tuo percorso ma so che riuscirai a trovare il meglio anche da questa situazione. Ho un unico tatuaggio, è un ideogramma cinese che dice che in ogni crisi c’è un’opportunità, è la frase più vera che la vita mi ha regalato.
          Buon anno col botto!

  • Rispondi dicembre 31, 2015

    Marco

    Mi trovo nella stessa identica posizione in cui vi trovate voi. Anche a me il commercialista ha detto perché non ti trovi un lavoro fisso ? Essere padroni del proprio tempo non ha prezzo sul serio. Certo non è tutto rose e fiori, le difficoltà, le tasse, i contributi sono divenuti un vero problema ma a me piace tantissimo il mio lavoro come piace a voi. Auguri e che l’anno che verrà sia migliore per tutti. Auguri!

    • Rispondi gennaio 4, 2016

      Elisa e Luca

      auguri a te Marco!

  • Rispondi dicembre 31, 2015

    NonPuòEssereVero

    In Time è un film meraviglioso, uno dei più belli che abbia mai visto 🙂
    A parte questo: è vero non c’è nulla di più bello che essere padroni del proprio tempo, anche se -purtroppo- non sempre è facile.
    Buon anno!

    • Rispondi gennaio 4, 2016

      Elisa e Luca

      Hai ragione non sempre è facile ma provarci è un gran regalo che ci si fa 🙂 vero?

  • Rispondi dicembre 31, 2015

    viaggiesorrisi

    Bellissimo post…bellissimo augurio…
    Qualcuno mi ha insegnato questo:

    “Prendetevi tempo per ridere,
    perché il sorriso è la musica dell’anima!
    Prendetevi il tempo per amare,
    perché questo è il privilegio che Dio vi dà!
    Prendetevi il tempo per essere amabili,
    perché questo è il cammino della felicità!”

    Buon anno a Voi

    • Rispondi gennaio 4, 2016

      Elisa e Luca

      che bella poesia!

  • Rispondi dicembre 31, 2015

    Elisa

    Da questi post traspare tutta la tua voglia di fare e la tua forza 🙂
    Ho visto anche io quel film e avevo fatto le stesse riflessioni… peccato che poi nella vita di tutti i giorni a volte ci si dimentichi di tutto ciò, per cui l’augurio che mi faccio per il 2016 é di diventare più padrona del mio tempo.
    Non posso che dirvi che avete fatto bene!
    Spero di rivedervi presto! Buon 2016, ricco di tutto ciò che desiderate!

    • Rispondi gennaio 4, 2016

      Elisa e Luca

      Anche noi Eli speriamo di rivederti presto nel 2016 un abbraccio e vento in poppa Elisa e Luca

  • Rispondi dicembre 31, 2015

    Ernesto De Matteis

    Se la nostra vita non è altro che il tempo che riusciamo a passare su questo meraviglioso pianeta, è anche vero che il corollario, cioè tutto ciò che incontramo sulla nostra strada, fa risultare quel tempo vano o prezioso.
    E l’averVi incontrati, un giorno, è stato uno di quei momenti preziosi che gelosamente tengo incastonati nella memoria della mia esistenza.
    Grazie, meraviglie…

    • Rispondi gennaio 4, 2016

      Elisa e Luca

      anche per noi è la stessa cosa. L’averti incontrato è stato un bellissimo regalo caro Ernesto!

  • Rispondi gennaio 1, 2016

    Selina

    Ed io vi ammiro un sacco.
    Ci vuole coraggio per fare quello che fate, per vivere un po’ alla giornata, per avere scelto di fare quello che più vi piace.
    Ecco, io non so se avrò mai questo coraggio…
    Buona fortuna ragazzi

    • Rispondi gennaio 4, 2016

      Elisa e Luca

      in effetti può sembrare che viviamo alla giornata in realtà c’è tutta una progettazione dietro anche se non abbiamo la sicurezza del posto fisso. Sappiamo dove vogliamo direzionale la nave, il fatto che ci arrivi dipende tutto da noi. Grazie Selina sei uno dei bell’incontro fatti nel 2015

  • Rispondi gennaio 1, 2016

    Anna

    Avete coraggio e capacità, più di una passione e la volontà di seguirle tutte… Mi piace molto il blog, ma ancora di più mi piace la scelta di vita.
    Una curiosità: quale film fece vedere l’istruttore del corso di formazione (quello che disse la frase sul tempo)?

    • Rispondi gennaio 4, 2016

      Elisa e Luca

      Ciao Anna fece vedere “in time” il film di cui nel post c’è il trailer, il trailer di per sé è riduttivo, il film fa riflettere…

  • Rispondi gennaio 2, 2016

    Martina

    Sto cercando di portare avanti due cose che mi piacciono molto, la magistrale in giornalismo e il blog, e fortunatamente aggiungerei, visto che sono due impegni nati da una passione. Il problema però è che occupano tutte le mie ore e in questo nuovo anno vorrei riuscire a gestire meglio il mio tempo, ad esserne veramente padrona, prendendo meno sul serio certe scadenze che mi sono imposta da sola.

    Il vostro è uno dei migliori auguri letti nell’ultimo periodo, calza a pennello.

    Buon anno a tutti e tre ❤

    • Rispondi gennaio 4, 2016

      Elisa e Luca

      grazie mille, in bocca al lupo e un abbraccio Martina!

  • Rispondi febbraio 18, 2016

    Marika

    Eli pensavo di averlo già commentato invece no.
    Questo post, come tutti quelli che scrivi quando non devi riordinare appunti ma ascoltando solo il cuore, è bellissimo e secondo me molto più utile di qualsiasi post ricco di info sui luoghi visitati o su una destinazione in generale.
    E’ un post che riesce a dare un esempio, questa è la cosa più importante. E non lo do io l’esempio, che devo pensare soltanto a me stessa, lo date tu e Luca che avete delle responsabilità perchè siete mamma e papà di un bimbo bellissimo, al quale non manca nulla. Chi ha detto che libertà non fa rima con responsabilità?
    Spero che questo messaggio arrivi a tante orecchie. Bravi ragazzi, siete grandi! :*

    • Rispondi febbraio 18, 2016

      Elisa e Luca

      Marika che carina che sei <3
      Sai che me lo dice sempre anche Luca? Dice che "rendo" meglio in questo tipo di post piuttosto che in quelli dove devo raccontare un viaggio 🙂
      Però di una cosa non sono d'accordo. Anche tu dai l'esempio. Dai l'esempio con la tenacia, la coerenza e la passione che dimostri ogni giorno per avverare i tuoi sogni, un abbraccio giga fortissimo

  • Rispondi marzo 6, 2016

    chiara

    Vi ho letto, condiviso, perchè mi riconosco al 100% in quello che avete scritto. Voglio vivere ed essere padrona del tempo, perchè è l’unica cosa che abbiamo. Ragazzi continuate a credere nei sogni come io ci credo.
    Bravi per davvero:-)

    • Rispondi marzo 7, 2016

      Elisa e Luca

      Ciao Chiara benvenuta sul nostro blog e grazie! Buoni sogni di vita a te 🙂

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.