9 cose da fare in Corsica con bambini per farli felici

Se ci avete seguiti durante il nostro viaggio in Corsica sapete che siamo rimasti piacevolmente stupiti da quest’isola che si è rivelata un’ottima destinazione per una vacanza con bambini anche da parte di quei genitori che, come noi, cercano una destinazione avventurosa e piena di cose da vedere per entrambi i componenti della famiglia.

Per un bambino salire su una nave già di per sé è avventuroso e ogni vacanza in Corsica comincia col piede giusto. Manina, venti mesi allora, ha imparato a dire “barca” proprio grazie al viaggio in terra Corsa dove è stato per la prima volta in sella ad un pony, ha visto le tartarughe di grandi dimensioni e ha giocato sulla spiaggia fino a non poterne più.

Corsica con bambini

Corsica con bambini piccoli

Durante la nostra vacanza in Corsica Manina aveva quasi venti mesi e non abbiamo mai avuto nessun tipo di problema. Ci sono però tre cose che dovete tenere in conto:

Come spostarsi

Certo occorre far attenzione alle distanze visto che le strade non sono grandissime e ci si impiega un po’ più tempo a percorrerle quindi ricordate sempre di calcolare bene i tempi degli spostamenti. Sicuramente occorre avere a propria disposizione una macchina. Nel nostro post “come affrontare un lungo viaggio in macchina con bambini” potete trovare qualche idea su come passare il tempo durante tragitti lunghi.

Corsica con bambini

Costo della vita

Una vacanza in Corsica è abbastanza cara, portate con voi, se andate in macchina, una buona scorta d’acqua. Si sa in Francia l’acqua costa quasi quanto le birre se non di più.

Quando andare in vacanza in Corsica con bambini piccoli

L’ideale come sempre sono i mesi ancora non troppo caldi come maggio e giugno. Anche settembre potrebbe essere una buona opzione. Se avete solo agosto a disposizione non demordete, l’isola sarà un po’ affollata certo, ma sarà comunque una splendida vacanza. Noi siamo andati in Corsica la settimana a cavallo tra aprile e maggio, sebbene alcune attività erano ancora chiuse il clima era perfetto e la vacanza ottima.

Corsica con bambini

Cosa fare in Corsica con bambini

Qui vi elenco nove cose che abbiamo fatto insieme a Manina durante la nostra vacanza in Corsica e che lo hanno fatto divertire tantissimo (manca un’esperienza che a causa della bassa stagione non abbiamo potuto fare con un po’ di dispiacere, il trekking con gli asini):

– scoprire la cittadella di Bonifacio a bordo del trenino turistico. Trovarlo è facile, basta parcheggiare al porto e ve lo vedrete innanzi. Bonifacio è arroccata su una montagna e in questo modo potrete evitare la fatica. Se possibile, però, scegliete di scendere a piedi in modo da godervi lo spettacolo sulle bocche di Bonifacio che da sole valgono il viaggio.

– fare un giro sulla giostra antica nella piazza di Porto Vecchio. I motivi sono due, uno che farà la gioia del vostro bimbo e l’altro la gioia vostra. Innanzitutto la giostra è gestita da una persona squisita che ama i bambini e il suo lavoro, cosa si può volere di più? Ve lo dico io cosa si può volere di più, che proprio innanzi alla giostra ci sia una delle gelaterie migliori del paese, nonché birreria con una scelta di più di quaranta etichette di ottima birra artigianale in bottiglia.

– scoprire le tracce del neolitico di Stantari Fontanaccia e Renaju. Non sono gli unici siti paleolitici in Corsica ma è il primo che abbiamo visto, e quello che ci ha colpito più di tutti, anche grazie ad una passeggiata rilassante nella sua vallata. E’ un immersione nella storia della notte dei tempi che stupirà voi e anche i vostri bimbi. Se poi vi appassionate, come è successo a noi, allora non perdete nemmeno Filitosa.

Corsica con bambini

– immergersi nel verde al Bioprac d’Olva. E’ situato nelle montagne intorno a Sartene, qui si trovano allo stato libero cavalli, oche, maiali, montoni, asini e tanti altri animali. E’ disponibile un’area picnic ed è possibile fare passeggiate in pony per pochi soldi.

– provare l’esperienza di cavalcare un pony. Manina è letteralmente impazzito: non voleva più scendere e la sua felicità era la nostra. Tanti sono i luoghi in cui poter fare questa esperienza, noi abbiamo scelto il Bioparc d’Olva ma davvero basta mettersi alla ricerca.

– fare una gita in barca a les Iles Sanguinaires. Isole selvagge dove un tempo c’era un abitante nel faro e oggi nemmeno più quello. Si raggiungono con una traversata che costeggia la costa di Ajaccio.

Corsica con bambini

– giocare nel playground sul mare a place Miot ad Ajaccio. Il più bello di tutta la Corsica perché ha costruzioni molto interessanti e gode di una splendida vista sul mare.

– conoscere tutte le specie di tartarughe del mondo a A Cupulatta. A poco più di venti chilometri da Ajaccio si trova il più grande centro europeo di salvaguardia delle tartarughe per un totale di circa centosessanta specie.

– attraversare il maquis del desert de Agriates in calesse da plage du Lotu a plage Saleccia. Da Saint Florent si può prendere la barca in direzione plage du Lotu, splendida già di per sé e d’estate nel prezzo del biglietto è possibile combinare la visita del maquis, la macchia mediterranea corsa, a bordo di un calesse trainato da cavalli.

Ci sono alcune cose che in una settimana non siamo riusciti a vedere come per esempio la costa da Calvi ad Ajaccio, un buon motivo per tornare, non credete?

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi? Lascia un commento

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.