Viaggio in Argentina fai da te: un ricordo che non svanisce

E’ passato quasi un anno dal nostro viaggio in Argentina fai da te, è stato il primo grande viaggio con Manina, il nostro bambino, e rimarrà per sempre, ne sono certa, uno dei più bei ricordi di viaggio che abbiamo insieme.

Un viaggio che è durato quasi un mese, ventisei giorni e tremila chilometri sulle quattro ruote. Un viaggio in Argentina fai da te, completamente organizzato da noi, dall’acquisto del volo all’ideazione dell’itinerario, creato passando ore a leggere guide e blog di viaggi.

Viaggio in Argentina fai da te

Organizzare un viaggio fai da te in Argentina

Qualche giorno prima che il nostro viaggio in Argentina avesse inizio il Paese ha dichiarato “default” con conseguente crollo del suo valore nei mercati internazionali e un panico diffuso di una rivolta civile. In realtà, quando siamo arrivati nel paese abbiamo trovato una situazione del tutto stazionaria di chi ormai è abituato ad una crisi permanente.

Ci eravamo portati più denaro del solito per timore di non poter utilizzare le carte di credito, scelta che si è rivelata azzeccata siccome in alcuni momenti i bancomat non funzionavano e in alcune occasioni per trovare denaro da prelevare abbiamo dovuto cambiare tre o quattro banche. Il fatto che a volte le banche non abbiano bancomat funzionanti non è il solo motivo per viaggiare in Argentina con denaro contante, un motivo ben più importante è il cambio Azul.

Viaggio in Argentina fai da te

Viaggio in Argentina: il cambio Azul

A causa di questa crisi permanente in Argentina esistono due cambi, uno ufficiale delle banche di credito ed uno detto “cambio Azul” della strada. Il cambio Azul vale quasi il doppio di quello ufficiale ed è il cambio a cui tutti si rifanno. E’ un cambio illegale legalizzato, una cosa per noi inconcepibile ma accettabile in un Paese dove chi decide di viaggiare all’estero viene tassato del 30% sia nell’acquisto del biglietto aereo sia nel cambiare pesos in banca.

Tutti gli alberghi offrono la possibilità di cambiare col cambio Azul e ci sono vere e proprie agenzie che si occupano di questo. Non sarete costretti quindi a cambiare per strada, cosa che noi abbiamo fatto nelle grandi città senza nessun pericolo. Il valore del cambio Azul cambia non solo da giorno a giorno ma anche da persona a persona ed è un po’ come giocare in borsa. Se decidete di andare in piccoli paesi provvedete a cambiare prima di arrivare a destinazione.

Viaggio in Argentina fai da te

Noleggiare la macchina in Argentina con drop off

Mai avremmo pensato di spendere così tanto per il noleggio di un’auto. Avete presente le tariffe stracciate che si trovano in Spagna? Ecco, dimenticatele.

Noleggiare una macchina in Argentina è costoso e il drop off lo è ancora di più. Il consiglio che possiamo darvi e di non prenotare la macchina in internet da casa ma di farlo in loco vagliando le diverse proposte delle diverse agenzie.

Noi abbiamo noleggiato la macchina a Cordoba e l’abbiamo lasciata a Salta dopo quasi tre settimane. Costo totale dell’operazione: mille euro, un prezzo che, per il noleggio di un’auto, ho pagato solo in Costa Rica nel 2008.

Le strade in Argentina sono in buono stato anche se nella provincia di Salta la mitica Ruta 40 in alcuni tratti non è asfaltata e diventa uno stradello di ghiaia tanto da chiederti se tu sia ancora sulla strada giusta. Non è mancato nel nostro viaggio on the road in Argentina una piccola grande disavventura sulla strada che puoi leggere qui: viaggio on the road da Cafayate a Cachi. Per fortuna, come ogni anno, avevamo sottoscritto una polizza annuale multiviaggio “Viaggi Nostop Vacanza” di Europe Assistance, ideale per chi come noi, viaggia spesso durante l’anno ma non per più di novanta giorni consecutivi.

Viaggio in Argentina fai da te

Acquistare voli interni in Argentina

Una cosa importantissima da tenere in considerazione per chi si accinge ad organizzare un viaggio in Argentina è che i voli interni hanno due prezzi distinti, uno per i residenti argentini e uno per gli stranieri. Inutile dire che il secondo prezzo è molto più alto. Quando prenotate un volo prestate molta attenzione per capire se la tariffa che state comprando vale anche per voi. Noi ci siamo lasciati abbindolare dal prezzo super vantaggioso per poi scoprire solo successivamente che era il prezzo per i cittadini argentini. Attenzione perché il sito non te lo dice, devi essere tu che devi selezionare l’opzione non residente.

Viaggio in Argentina periodo migliore

Il nostro viaggio in Argentina si è svolto in Agosto e per questo motivo abbiamo scelto di evitare la Patagonia a causa delle temperatura eccessivamente fredde. Ma l’Argentina non è solo la Patagonia, l’Argentina è molto altro.

Buenos Aires è una meraviglia da cui non ci si vorrebbe staccare mai e la nostra vera scoperta è la Provincia di Salta. In Agosto questi luoghi sono visitabili con una giacchetta. Unico neo, se decidete di vedere la Provincia di Mendoza, troverete i vigneti nel loro peggiore periodo quello che corrisponde al nostro inverno.

Viaggio in Argentina fai da te Viaggio in Argentina con bambini

Seppur viaggiando con un bambino non ci siamo lasciati intimorire e abbiamo voluto organizzare tutto in prima persona, un viaggio in Argentina fai da te è assolutamente fattibile anche con bambini, in Argentina sembra di stare in Europa, non abbiamo mai avvertito pericoli e anche quando siamo incappati in alcune disavventure abbiamo trovato gente sorridente pronta ad aiutarci. Gli argentini amano i bambini alla follia, nei ristoranti, nei bar, negli alberghi abbiamo sempre trovato persone pronte a giocare con lui.

Alcuni consigli per un viaggio fai da te in Argentina con bambini

Cibo: ci siamo organizzati portandoci qualcosa da casa in caso di emergenza per poter cucinare per lui.

Spostamenti: ci siamo mossi senza passeggino, come piace a noi, affidandoci al marsupio ergonomico ed è stata la scelta azzeccata per viaggiare sempre con le mani libere.

Fuso orario: il viaggio aereo per l’Argentina è lungo, noi abbiamo fatto scalo a Madrid per qualche ora e all’andata abbiamo viaggiato di giorno in modo da arrivare la sera a Buenos Aires e metterci a letto grazie alla stanchezza accumulata in viaggio. Nel post: “Buongiorno dall’Argentina, come va col fuso orario?” trovate qualche piccolo consiglio su come affrontare il fuso.

Viaggio in Argentina cosa vedere

Qui di seguito vi elenchiamo il nostro programma di viaggio in Argentina, se vuoi leggere la descrizione dettagliata di tutte le tappe la trovi a questa pagina “Argentina” negli articoli datati agosto 2014. Inoltre durante il viaggio Luca ha prodotto un diario di viaggio a fumetti che puoi scaricare qui “diario di viaggi a fumetti in Argentina

Programma di viaggio

Buenos Aires – Cordoba (con volo interno e noleggio auto sul posto) – Mendoza – Cafayate– Cachi – Salta.

I luoghi indimenticabili incontrati sulla strada: Estancia Santa Catalina, terme di Cacheuta, Punte del Inca, Ischigualasto – valle de la luna, Parque de Talampya, Quebrada de las Flenchas, Tilcara – Humahuaca – Purmamarca (e la montagna dei setti colori), Salinas Grandes.

Mi sembra ieri mentre invece è già passato un anno. E’ proprio vero un viaggio in Argentina è un ricordo che non svanisce mai.

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

1 commento

  • Differenziare i prezzi in base alla nazionalità dell’acquirente è qualcosa di odioso, eppure alla fine comprensibile, visto che tutto sommato l’Argentina è talmente grande da rendere l’aereo necessario.

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.