Un weekend alla scoperta della Carnia, luogo insolito e autentico

Se cercate un luogo insolito, ancora poco turistico ed autentico per vivere la montagna, un weekend in Carnia è sicuramente il posto che fa per voi.
Quando si arriva tra queste cime, ai piedi dello Zoncolan, nell’area montana a nord-ovest del Friuli Venezia Giulia, lasciate alle spalle piccole cittadine come Tolmezzo, si raggiungono borghi come Comeglians, o Pesariis dove il tempo sembra essersi fermato e dove il silenzio e lo spirito della montagna sovrastano sul tutto.

weekend in carnia

Dove dormire durante un weekend in Carnia: l’albergo diffuso

Se siete alla ricerca di un’ospitalità semplice, in appartamento, in un weekend in Carnia potrete sperimentare la realtà dell’Albergo Diffuso.
Il progetto dell’albergo diffuso nasce proprio qui dopo il terremoto del 1976, dall’idea di utilizzare a fini turistici le case ristrutturate con fondi pubblici post sisma.

Si tratta di un modello di sviluppo turistico basato sul recupero di strutture esistenti, quindi ad impatto nullo sul territorio, in grado di offrire al visitatore un soggiorno originale ed autentico in appartamento, con la possibilità di usufruire dei servizi più semplici tipici di un albergo (es. reception e servizio di prima colazione).

weekend in Carnia

Gli Alberghi Diffusi presenti in Carnia sono oggi veri e propri punti di riferimento per il visitatore; in una zona in cui il turismo è ancora poco sviluppato permettono ai borghi più isolati di mantenersi in vita, attraverso la promozione, il coordinamento e l’organizzazione di varie attività.
Sono tra le principali strutture da contattare per pianificare la propria vacanza in queste zone, veri e propri centri d’informazioni, ottimi intermediari tra turista e territorio.

Il primo albergo diffuso del mondo è proprio quello dove abbiamo dormito: si trova a Comeglians e le strutture ricettive sono divise tra le minuscole frazioni di Maranzanis e Povolaro. Per info: www.albergodiffuso.it

Cosa fare in un weekend in Carnia: attività all’aria aperta e cultura

Le dolomiti carniche sono sicuramente un luogo ideale per magnifiche passeggiate, escursioni in mountain bike, o bici su strada d’estate; sci e ciaspolate d’inverno.

Territorio ancora autentico, a tratti selvaggio ed incontaminato, essendo ancora all’inizio del suo sviluppo turistico, permette al visitatore di diventare un vero e proprio “pioniere” in queste terre.
Per non rischiare di perdersi, o di non approfittare al meglio di tutte le bellezze del luogo, consiglio di organizzare le attività prima del soggiorno.
Seguendo guide esperte potrete scoprire angoli di territorio rimasti intatti nel tempo e vivere esperienze rigeneranti tra la splendida natura di queste cime.

weekend in Carnia

Per l’organizzazione di una piacevole escursione in Mountain Bike nella zona di Ovaro (compreso il noleggio biciclette), potete riferirvi a Silvio del Campeggio Spin: vi svelerà tutti i segreti di queste montagne e sarà lieto di accompagnarvi.
Attenzione! Serve un po’ di allenamento e ricordate a Silvio di procurarvi un caschetto per una discesa più sicura!

La Carnia può essere un’ottima destinazione anche per quel turista che vuole solo staccare la spina dal tran-tran quotidiano, passando le giornate in relax e “limitandosi” alla visita di piccoli villaggi, riscoprendone antiche tradizioni, culture e sapori. Per maggiori info: www.carnia.it

Da non perdere in un weekend in Carnia: il piccolo borgo di Pesariis

Piccolo paese di soli 178 abitanti, celebre per la produzione di orologeria dal lontano 1725, è un vero e proprio museo a cielo aperto: tra le sue vie potrete seguire un itinerario espositivo di 14 orologi monumentali minuziosamente studiati e progettati per rappresentare in varie forme artistiche il trascorrere del tempo.

weekend in Carnia

Per completare questo piacevole percorso potrete visitare il Museo dell’Orologeria, una delle poche realtà del genere in Italia, con circa un centinaio di orologi funzionanti di varie epoche e provenienze.

Da poco disponibile anche l’applicazione gratuita ”Tic-Toc Pesariis” con immagini ed audio guida di tutti gli orologi che si incontrano sulle strade e piazze del paese e all’interno del museo, per info: www.valpesarina.org. A questo punto siete pronti per il vostro weekend in Carnia, insolito e autentico.

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

2 commenti

  • Rispondi maggio 8, 2015

    Monica

    Per quanto bella possa essere stata, sono quasi felice di essermi persa la biciclettata… Mi è sembrata che fosse un pochino impegnativa per me…. Ottimo percorso per gli amanti del genere, però…

  • Rispondi maggio 9, 2015

    Silvia

    Ciao Monica,
    in effetti è stata molto impegnativa, almeno per una “ciclista della domenica” come me!
    Per gli amanti del genere e per persone allenate un’esperienza assolutamente da fare.

Innamorata moglie ed orgogliosissima mamma dal 2013, adora ogni aspetto del viaggio: le piace sognarlo, organizzarlo viverlo e ricordarlo....Attenta, precisa e forse anche troppo prudente e scrupolosa, viaggia per passione, per curiosità, perché il viaggio è pura vita e conoscenza. Adora la natura, gli immensi spazi aperti, la montagna, gli alberi, la fotografia, le terse giornate d'autunno, lo sport e la nutella!