Con Zurigusto Zurigo è vicina anche nel gusto

Spiegare che cos’è Zurigusto iniziando dall’università di Bologna, dall’Africa, da Taranto per poi finire con Zurigo, è cosa priva di senso? Apparentemente sono luoghi che non hanno nessun collegamento. Apparentemente.

A volte succedono cose strane, incontro belle persone con le quali sto bene al primo colpo, una sorta di amicizia colpo di fulmine. Poi la vita fa lunghi giri e per le cause più disparate mi ritrovo un po’ più in là negli anni a fare un altro pezzettino di strada insieme. La prima volta questo colpo di fulmine mi è capitato con Marta, un’amica dei tempi dell’università alla quale ero molto legata poi il lavoro l’ha portata in Africa e ci siamo ritrovate più unite di prima quasi dieci anni dopo su una spiaggia delle Marche.

La stessa cosa mi è successa con Teresa, food blogger di peperoniepatate. Ci siamo conosciute a Taranto l’anno scorso, abbiamo passato insieme giorni di sole, percorso vie di città vecchie, mangiato pesce fresco e poi, così va la vita, ci siamo perse di vista.

Ma il prossimo weekend, complice un nuovo progetto che non vedevo l’ora di presentarvi, finalmente ci rivedremo.

Zurigusto

Dal 10 al 14 di aprile, io, Luca e Manina, saremo a Zurigo ospiti di Zurigo Turismo e di stadt-zuerich.ch

Andremo alla scoperta di posti insoliti della città come piacciono a noi, di mille cose da fare coi bambini e potremo assistere ad una delle più belle manifestazioni svizzere: ogni anno, infatti, Zurigo celebra la sua tradizionale festa di primavera, la Sechseläuten. In cima ad una pira infuocata troneggia il “Böögg”, un pupazzo di neve che simboleggia l’inverno, prima esplode la testa, più bella sarà l’estate.

Arriveremo a Zurigo grazie a swisstravelsystem.com e potrete seguire tutte le nostre avventure tramite l’hashtag “zurigusto”. Insieme a noi ci sarà anche Teresa e se amate il cibo fossi in voi correrei a leggere il suo articolo su “la fonduta della Svizzera orientale“.

Perché seguire Zurigusto?

Zurigo ha tantissimo da offrire: un vivace panorama culturale con più di cento gallerie e cinquanta musei, una pulsante vita notturna e numerosi stabilimenti balneari fluviali in cui perdersi in lunghe passeggiate. Cercheremo di raccontarvela col cuore, come piace a noi, da oggi fino ad un ultimo grande evento.

Perché le sorprese non sono finite qui, tra giugno e luglio saremo a Expo2015 per raccontarvi tanti altri aspetti della città direttamente dal padiglione svizzero!

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi? Lascia un commento

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.