Consigli su come fotografare gli animali

Per molti versi, fotografare i nostri amici animali è come fotografare i bambini piccoli…imprevedibili, rapidi, impermeabili a tutti i nostri ordini o desideri in termini di postura, posizione, ecc.

Quanti momenti tuttavia abbiamo passato con leggerezza, divertimento e piacere con il nostro cane o il nostro gatto? Quante volte abbiamo pensato che ci sarebbe piaciuto fissare per sempre in un’immagine quei momenti?

In attesa di tornare a parlarti di fotografia di viaggio il mese prossimo, con qualche suggerimento su come fotografare i monumenti e le architetture delle città che visiti, voglio darti qualche semplice suggerimento, applicabile in qualsiasi momento e con qualsiasi strumento (reflex, cellulare, compatta), per migliorare le tue foto ad animali.

Regola n. 1: parti dal carattere

Sei l’unico che conosce fin nel minimo dettaglio il tuo animale.

Partendo da questo assunto, devi riflettere sul suo carattere, sulle sue preferenze, se è goloso di un biscotto in particolare, se ad una precisa ora del giorno è particolarmente pigro, dove si va a riposare, ecc.

Sfrutta tutte le informazioni in tuo possesso.

Prepara la scena.

Se ad esempio sai che il tuo gatto adora passare la sua pennichella pomeridiana sul divano togli (o aggiungi) eventuali oggetti per decorare la tua foto fin dal mattino in modo da non essere costretto ad armeggiare mentre il micio è già comodo. Se vuoi uno sfondo neutro, stendi un lenzuolo e lascia che il gatto prima o poi ci vada sopra da solo oppure fissa ad un mobile un telo nero e mettici sopra dei biscotti per il cane.

fotografare gli animali

Foto di Vanessa Kay

Un buon consiglio è quello di fare alcune foto ad un oggetto dopo aver preparato tutto, potresti accorgerti che la luce del mattino è migliore, che a luci accese o spente la foto cambia in meglio…fai qualche prova prima di attirare con l’inganno il tuo amico.

Pazienza!

Questo è il mantra di chi fotografa animali. Pazienza! Probabilmente non ci riuscirai, la foto che vuoi non verrà. Parti fin da subito con questa consapevolezza e non avere enormi aspettative, cogli quello che riesci senza innervosirti. Semplicemente, divertiti e ricorda che prima di tutto il tuo animale è tuo amico e merita rispetto. Più sarai paziente e rilassato e maggiori saranno le tue probabilità di riuscita.

Regola n. 2: mettiti al suo livello

Anche nel caso del più grande cane esistente, sarà sicuramente più basso di te e della tua macchina fotografica. Significa che non solo le tue foto avranno una visione prettamente umana ma anche che  l’unico sfondo che potrai avere sarà il pavimento su cui poggia il tuo amico.

Abbassandoti al suo livello le tue foto avranno una prospettiva più “animale” e potrai anche avere, se farai attenzione, uno sfondo gradevole (una finestra, il cielo, il parco, il mare, ecc.).

Fotografare animali

Foto di NT Design

Mettersi al suo livello significa anche considerare la sua stazza: un criceto ripreso da lontano si distinguerà a fatica dal prato…quindi avvicinati, riempi lo scatto.

Regola n. 3: includi le persone

Cani, gatti ma anche conigli e pesci rossi sono animali sociali e socievoli (le carpe koi del mio laghetto in giardino si fanno accarezzare) perciò nelle tue foto prova a catturare queste interazioni tra uomo ed animale.

Come per i bambini, è molto molto difficile farli rimanere in posa perciò approfitta di un amico o un parente per dei giochi o una corsa, asseconda la voglia di gioco e di socialità e ne verranno fuori scatti molto belli.

fotografare animali

Foto di San Ashton

Per tutti questi motivi, nemmeno a dirlo, gli scatti rubati sono i migliori, anche se il luogo è stato predisposto ad arte.

Come fotografare gli animali: riassumiamo

Ricorda che le foto agli animali sono una vera e propria caccia: è necessario che tu conosca la tua preda, che il luogo dell’imboscata sia pronto e che tu sia pronto a scattare da lontano.

Qualche tecnicismo non guasta: alza gli ISO per riuscire ad avere scatti più veloci e usa se è disponibile il focus predittivo (è quello che aggancia il soggetto che si sposta e poi lo tiene a fuoco) altrimenti le foto sfocate saranno la maggior parte.

fotografare gli animali

Foto di Mario Dias

Come per i bambini, anche gli animali ragionano per istinto ed esperienza e quindi se ti vedranno spesso con  la macchina fotografica sarà più facile passare inosservati (o quanto meno, ignorati…gatti e cani vedono tutto!). A presto!

Emi

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

3 commenti

  • Rispondi dicembre 1, 2014

    Tania

    Adoro fotografare animali e bambini, ovviamente sono i soggetti più “difficili” per un “non professionista”. Consigli utilissimi

  • Rispondi dicembre 6, 2014

    Fabionodariphoto.com

    Consigli sempre pratici.. 😉

    • Rispondi dicembre 7, 2014

      Elisa e Luca

      Fabio siamo curiosi, tu cosa aggiungeresti?

Più che un fotografo è un nomade, quando non è impegnato ad insegnare fotografia in uno dei suoi workshop o ad assecondare un cliente per un servizio fotografico, l'istinto lo porta a mollare tutto per esplorare mari e montagne. Da poco ha felicemente scoperto che suo figlio di 4 anni ha nel sangue la sua stessa irrequietezza e quindi partono in due con tenda, zaino e macchina fotografica.