Vivere il viaggio è l’esperienza più bella che la vita possa darti

Probabilmente quello che state per leggere è l’ultimo post “live” dal nostro viaggio in Argentina. Lo scrivo qui nella notte mentre Manina e Luca dormono.

Siamo tornati a Buenos Aires, abbiamo passato la nostra ultima serata che poi era anche quella del duplice anniversario di matrimonio, ospiti di uno dei più bei ristoranti di Buenos Aires. Manina ha dormito tutto il tempo accoccolato al suo papà quasi volesse regalarci questa ultima notte romantica sorseggiando Torrontes (in assoluto il vino più buono che io abbia bevuto qui) in un viaggio culinario che ha attraversato tutta l’America Latina.

L’ultima settimana è stata la più emozionante. Siamo partiti da Mendoza e siamo risaliti fino a Salta.

Abbiamo attraversato parchi di una bellezza inimmaginabile. A Ischigualasto sembrava di stare sulla luna, a Talampaya nel grand Canyon, alla Quebrada de las Conchas su Marte.

vivere il viaggio

Abbiamo visto cactus alti tre metri, lama pascolare liberi, montagne di sette colori diversi. Siamo arrivati a quattromila metri di altezza, abbiamo guidato su strada sterrate, rotto il manicotto del radiatore con la macchina in panne in un paesino di venti anime.

Ci hanno attraversato la strada gli animali più disparati dalle caprette alle mucche passando per i cavalli senza dimenticare milioni di cani.

Siamo arrivati alle Ande, abbiamo conosciuto il popolo andino, assaggiato le loro tortillas buonissime. Abbiamo sorriso e battuto le mani nelle penas di Cafayate e Salta insieme a turisti da ogni parte dell’Argentina. Il contachilometri ha passato i tremila nelle Salinas Grandes, il mare di sale argentino.

vivere il viaggio

Questa sera ci è arrivata una bellissima mail da Ricardo, il nostro amico argentino in Italia (colui che ci ha dato importanti dritte di viaggio prima di partire). Il pezzo che ci ha lasciato un sorriso immenso sulle labbra è questo: “complimenti per il vostro viaggio, l’ho seguito quotidianamente e m’avete coinvolto molto. Avete vissuto piu che visto.”

Torniamo in Italia con questa consapevolezza che è crescita interiore, forza, energia, impulso a vivere ogni giorno nel miglior modo possibile.

Oggi finisce un viaggio che so ricorderò per sempre ma mi sento molto fortunata: vivere un viaggio di un mese on the road con le persone che più ami al mondo è il regalo più bello che la vita può farti.

vivere il viaggio

Per me vale più di qualsiasi altra cosa, di un armadio pieno di vestiti o di una macchina all’ultima moda. Oggi torno a casa ed inizio già a risparmiare per il prossimo viaggio perché è questo che voglio, regalare a mio figlio e condividere col mio compagno esperienze di vita, esperienze di viaggio.

Grazie a tutti voi che ci avete seguiti, letti e sostenuti in questa nostra indimenticabile avventura!

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

13 commenti

  • Rispondi settembre 10, 2014

    Francifragola

    Che bello leggere questo tuo post Elisa! Lo condivido in pieno! Alla faccia di tutti quelli che dicono che con un bambino non si può più viaggiare 😉
    Spero di essere come voi, un giorno… per ora mi godo i viaggi con il compagno.
    Buon rientro!

    • Rispondi settembre 10, 2014

      Elisa e Luca

      Ciao Francesca che bello leggere il tuo commento 🙂 è stata una super esperienza che sì, è vero, testimonia in pieno che continuare a viaggiare con un piccolo è possibile!

  • Concordo con tutto ciò che hai scritto Elisa ! Non c’è cosa più bella che metter da parte i soldi per la prossima meta e condividerla con le persone che ami 🙂

    • Rispondi settembre 12, 2014

      Elisa e Luca

      sììììììììì 🙂

  • Rispondi settembre 11, 2014

    luca

    Peccato.
    Mi piaceva leggere la mia tappa quasi quotidiana.
    Era diventato una specie di appuntamento di evasione.
    Complimenti per le Vs capacità di narratori , siete bravissimi.
    Luca

    • Rispondi settembre 12, 2014

      Elisa e Luca

      Carissimo Luca grazie a te per l’energia e l’entusiasmo che ci trasmetti nei tuoi commenti. Ma un giorno ci incontreremo mai?

  • Rispondi settembre 11, 2014

    Milena

    Elisa che meraviglia…
    Grazie di cuore per le emozioni che ci avete fatto vivere in questi giorni…posso solo dirti che, ovviamente, ora ho una voglia pazza di andare in Argentina con la mia famiglia!!!

    • Rispondi settembre 12, 2014

      Elisa e Luca

      Milly e sai che abbiamo prenotato il viaggio quando eravamo insieme a voi splendidi tre? Questo viaggio è anche un po’ merito vostro che ci avete detto: “Sì andate!” grazie 🙂

  • Ho seguito questo vostro viaggio giorno dopo giorno, diario dopo diario, e mi sembra di averlo vissuto anche io un po’ con voi. Adoro questa frase: “Regalare a mio figlio e condividere col mio compagno esperienze di vita, esperienze di viaggio.” Vi auguro di continuare a viaggiare e vivere sempre così, con quei sorrisi lì, siete fantastici!

  • Rispondi settembre 12, 2014

    2Giromondo

    Vi seguiamo da un pò!
    Siete semplicemente fantastici!!!! Trasmettete un’energia, una forza, una simpatia.. ma soprattutto tanto tanto AMORE! Si i vostri occhi, le vostre foto parlano più delle parole..
    ancora Complimenti!!! A presto 🙂

    • Rispondi settembre 15, 2014

      Elisa e Luca

      ragazzi! ma che commento bellissimo che ci avete scritto.
      Grazie, grazie, grazie.
      Anche voi due però non siete niente male 🙂
      un abbraccio virtuale!

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.