Esiste la Polinesia low cost?

Esiste la polinesia low cost?

polinesia low cost

Da quando sono tornata dal #tahitiblogtour questa domanda mi è stata rivolta tantissime volte.

La risposta è ni, vi può piacere? Dai datemi un po’ di tempo e vi spiego il perché.

La Polinesia meta da sogno per antonomasia e viaggio di nozze per elezione può essere pensata (e visitata) abbattendo alcuni costi grazie ad una serie di accorgimenti  e rinunciando un po’ al lusso che queste isole possono offrire.

Polinesia low cost: dove dormire

La Polinesia non è solo camere overwater in resort super costosi ma anche piccole pensioncine (a volte molto carine). Alcune sono gestite dai locali altre da stranieri che non hanno saputo resistere al fascino di queste isole paradisiache.

Le pensioni che, personalmente, ti posso consigliare sono due e molto diverse fra loro.
Una è le Relais de Josephine a Rangiroa gestita da un’amorevole e attempata francese con gusto chaby chic.
Per saperne di più leggi il racconto: Rangiora atollo corallino della Polinesia francese

L’altra è la Pensione Fare Maeva, gestita da polinesiani offre camere spartane immerse nel verde. La zona pranzo è molto confortevole e i proprietari veramente accoglienti. Nel racconto trovate tutti i dettagli: Polinesia francese Huahine the authentic island

Per una panoramica generale delle pensioni in Polinesia ti consiglio di consultare questo sito www.tahiti-pensions.com

Un altro modo molto interessante per soggiornare in Polinesia stando attenti al budget è quello di affittare una casa, molti proprietari affittano le proprie case  ai turisti che vogliono scoprire la destinazione.

Gli alloggi proposti sono di vario tipo (ville, appartamenti, bungalow …) e sono una valida alternativa per famiglie o per piccoli gruppi. Alcuni portali non offrono solo l’affitto della casa ma è possibile selezionare anche vari comfort, il personale , una macchina, una barca e  molto altro ancora. Puoi trovare maggiori informazioni su: www.tahiti-homes.com e su www.tahitiinstyle.com

polinesia low cost

Polinesia low cost: dove mangiare

Un modo per abbattere i costi di pranzi e cene è mangiare street food nelle roulottes che troverete in tutte le isole. Le più famose e assolutamente da non perdere sono quelle di Tahiti.

Immaginatevi tanti camioncini parcheggiati in uno spiazzo, ognuno coi suoi tavolini di plastica bianca, cucine da tutto il mondo (molto forte è l’influenza cinese ma ci sono anche hambuegherie, l’immancabile pesce crudo freschissimo condito con olio di cocco e sashimi a go go) e molte persone del luogo pronte a far festa.

polinesia low cost

Polinesia low cost: come muoversi fra le isole

Per muovervi fra le isole avete due soluzioni: aereo o cargo. La prima soluzione è ovviamente più dispendiosa ed un modo per abbattare i costi è comprare un pass aereo con la compagnia Air Tahiti Pass. Vi sono pass di diversi tipi, ad esempio:

· Discovery Pass: comprende Moorea, Huahine, Raiatea. Prezzi a partire da 299.20 € a persona, con 20 kg di bagaglio, e € 362.00 a persona con 50 kg

· Bora Bora-Tuamotu Pass: Moorea, Huahine, Raiatea, Maupiti, Bora Bora, Rangiroa, Tikehau, Manihi, Fakarava. Da 560.00€ a pax per 20 kg di bagaglio e da 703.90 € a pax per 50 kg.

· Bora Bora Pass: comprende Moorea, Huahine, Raiatea, Bora Bora, Maupiti. Prezzi a partire da 390.00 € a persona con 20 kg di bagaglio per la bassa stagione e € 410.00 € per l’alta stagione. Con 50 kg di bagaglio si pagano 479.00 € a persona in bassa stagione e 504.00 € in alta

· Lagoons Pass: comprende Moorea, Rangiroa, Tikehau, Manihi, Fakarava. Prezzi da 416.50 € ad adulto in alta e bassa stagione, per i viaggiatori con 20 kg di bagaglio e 526.00 € a persona per coloro che viaggiano con 50 kg.

Per maggiori informazioni sul funzionamento dei Pass, ti consiglio di consultare il link della compagnia a questo link www.airtahiti.com/multiisland-fares

La seconda (e più economica) possibilità è percorrere alcuni degli itinerari più belli tra le isole a bordo della nave mista cargo e passeggeri, l’Aranui. Il personale e’ completamente polinesiano, principalmente delle Isole Marchesi. La nave opera tra Tahiti e le Marchesi e propone diverse tappe:

Day 1 – Papeete

Day 2 – Fakarava, Tuamotu Islands

Day 3 – At Sea

Day 4 – Nuku Hiva (Taiohae-Hatiheu-Taipival)

Day 5 – Ua Pou (Hakahau-Hakahetau) Marquesas

Day 6 – Hiva Oa (Atuona)

Day 7 – Fatu Hiva (Omoa-Hanavave)

Day 8 – Hiva oa (Puamau-Hanaiapa)

Day 9 – Tahuata (Vaitahu-Hapatoni)

Day 10 – Ua Huka (Vaipaee-Hane-Hokatu)

Day 11 – Nuku Hiva (Taiohae), Ua Pou (Hakahau)

Day 12 – At Sea

Day 13 – Rangiroa, Tuamotu Islands

Day 14 – Arrival back in Papeete at around 9:30am

Per approfondire questa possibilità ti consiglio di visitare il loro sito a questo indirizzo http://www.aranui.com

Infine un servizio di traghetto gestito da Aremiti collega anche Huahine con Bora Bora, Raiatea, e Papeete, ma è poco frequente. Qui trovi tutte le info www.aremiti.net

polinesia low cost

Polinesia low cost: dove acquistare le attività

Questo consiglio non vale solo per la Polinesia ma anche per tanti altri luoghi con ottimi fondali disseminati per il mondo. Acquistate le escursioni subacquee dai locali e portatevi da casa la vostra attrezzatura da snorklening. Sebbene anche molti operatori locali le diano in dotazione molto spesso è possibile incontrare la popolazione submarina anche da riva quindi avere con voi la vostra attrezzatura vi aiuterà.

polinesia low cost

Polinesia low cost: come muoversi sulle isole

Sulle isole minori, dati i pochi chilometri percorribili spesso non sono necessari i trasporti pubblici ma sono disponibili biciclette, auto e scooter. Su molte isole, come Huahine e Bora Bora sono presenti le Truck (un piccolo camion trasformato in autobus) che collegano i villaggi minori con quello principale. Il bus delle isole si ferma dove vuoi tu e ti delizierà con musica polinesiana che esce da uno stereo potente. A bordo con te tante mamme e bambini sorridenti, un’occasione unica per scattare fotografie speciali che non vediamo l’ora tu condivida con noi.

Buon viaggio low cost in Polinesia!

p.s questo post partecipa all’iniziativa di Equaero e easyviaggio “creazione di un e-book per viaggiare in modo economico”

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

5 commenti

  • Rispondi luglio 23, 2014

    Manuela

    Peccato non abbiate viaggiato su di un vero cargo alle Tuamoutu, o dormito in campeggio su di un motu (isoletta)a Bora Bora, il tutto gestito da polinesiani autentici!
    Seguito un vero festival come la Heiva I Tahiti… Peccato!

    • Rispondi luglio 23, 2014

      Elisa e Luca

      Ciao Manuela! Per noi che guardiamo sempre il lato positivo non è un peccato ma un buon motivo per tornare 🙂 abbiamo visto che tu ci sei stata dieci mesi in giro per il Pacifico quindi chissà mai potremmo fare come hai fatto tu 😉

  • Rispondi settembre 26, 2014

    Manuela

    Dopo i primi 10 mesi di prova mi sono “quasi” stabilita a Tahiti e gironzolo nel Pacifico! Lo scorso agosto ho organizzato un giro come coordinatore di AVVENTURE NEL MONDO in tenda in giro nelle isole… Che esperienza! Trovate le foto nella mia pagina FB, La mia vita in Polinesia: https://www.facebook.com/pages/La-mia-vita-in-Polinesia/252411511489839, vi auguro di ritornare presto in questa straordinaria parte di mondo!

    • Rispondi settembre 27, 2014

      Elisa e Luca

      Manuela che meraviglia! Vogliamo i tuoi racconti

  • Rispondi aprile 13, 2015

    Michela

    Bellissimi consigli!! Ora devo solo trovare in volo non troppo costoso!

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.