5 cose da non perdere in un weekend a Vienna

Era da tanti anni che non tornavo a Vienna. E’ certamente cambiata, con file di imponenti palazzi dove un tempo non c’erano, colorati shop dedicati ai turisti, un viavai di persone di ogni provenienza che popolano le ampie strade del centro storico. Eppure ho ritrovato la stessa atmosfera elegante e raffinata che conservavo nella mia memoria. Vienna è una città che sa dare molto a chi la visita, sotto tanti punti di vista. Ecco cosa non vi dovete assolutamente perdere.

weekend a Vienna

Rivivere il fascino della Vienna Imperiale

C’è poco da dire, questo è stato il suo periodo di massimo splendore e fascino, un fascino che si conserva tutt’ora intatto. Il punto di partenza ideale per scopire la Vienna Imperiale è Stephansplatz, il cuore della città, dove troneggia con la bellezza della sua architettura gotica la chiesa simbolo della capitale: la cattedrale di Santo Stefano.

weekend a Vienna

Salite fino al campanile gugliato per ammirare il panorama della città dall’alto e non perdetevi l’ascesa alla Torre dell’Aquila per ammirare la sua settecentesca campana di bronzo. Proseguendo lungo la zona più elegante e alla moda di Vienna, il Graben, si incontra la barocca Peterskirche: entrate e  assaporate la quiete di questa chiesa osservando lo splendido pulpito, opera di Steindl. Raggiungete poi la piazza Freyung, coronata da affascinanti edifici del 1500-1600, per poi dirigervi verso la Kapuzinerkirche, la Chiesa barocca dove è sepolta la corte imperiale. Bene, ora siete pronti per fare un tuffo nel cuore dell’Impero: l’Hofburg, il palazzo imperiale degli Asburgo per più di sei secoli.

weekend a Vienna

Varcare questa soglia è come catapultarsi direttamente alla corte di Francesco Giuseppe, per rivivere grazie allo splendido museo di Sissi, la storia tormentata della coppia reale più famosa della storia. All’interno di questo complesso potete rimanere una giornata intera e anche più, ma uscendo non dimenticate di passare davanti all’elegantissimo Teatro dell’Opera, uno dei teatri più prestigiosi d’Europa e del mondo.

Un giro tra gli eleganti caffè storici di Vienna

I caffè letterari viennesi sono una tappa imperdibile in un weekend a Vienna. Sono parte integrante della cultura e della storia della città: qui hanno trascorso parte del loro tempo grandi scrittori, musicisti, letterati di ogni tempo. Sono dei veri e propri musei dove assaporare l’atmosfera raffinata degli ambienti e gustare una delle molte e celebri torte viennesi come la Sacher o la torta di Mozart. I caffè viennesi assolutamente da non perdere? Sicuramente il Cafè Central, frequentato da artisti come Robert Musil ed Egon Friedell.

weekend a Vienna

L’interno è davvero sontuoso, regale, ma allo stesso tempo intimo e accogliente. La sua bellezza e importanza storica l’ha fatto entrare nel novero dei luoghi Patrimonio Unesco. Da non perdere anche il “mitico”  Cafè Sacher, dove dai tipici menù a bastone potete ordinare una generosa fetta della celebre torta al cioccolato. Se invece preferite un’atmosfera più moderna allora entrate al Cafè Museum, ritrovo storico degli artisti della Secession.

Un pomeriggio di relax in uno dei tanti spazi verdi di Vienna 

I viennesi li adorano e li prendono d’assalto la Domenica per fare un pic nic, fare jogging o prendere semplicemente il sole. Se volete rimanere in centro potete semplicemente gironzolare lungo uno dei quartieri più affascinanti di Vienna, il Museumquartier e la Ringstrasse, dove ammirare i magnifici edifici tipici dello stile “Ringstrasse” per poi distendervi nei giardini a riposarvi, circondati da una grande tranquillità.

weekend a Vienna

Se invece avete l’auto raggiungete il Prater, uno dei parchi più cari ai viennesi. Godetevi la bellezza di questa immensa distesa verde curatissima, oppure salite sulla celebre ruota panoramica per godere di una bella vista sulla città.

Un viaggio tra i sapori tipici della capitale 

E smettetela di dire che in Austria no si mangia bene! Lo sento dire spesso e a torto. Vienna è stata capitale dell’Impero asburgico per secoli e ha inglobato molti piatti della cucina dei Paesi conquistati. Un esempio? Il goulash ungherese, oppure gli spatzle, i gnocchetti tipici tirolesi. A Vienna però non potete perdere il piatto principe: la Wiener Schnitzel, cotoletta impanata senza osso fritta nello strutto, servita con abbondante porzione di patate.

weekend a Vienna

Diciamo che basta a saziare anche i più affamati! Da provare anche il tipico street food viennese, l’hot dog, in uno dei tanti chioschi disseminati nel centro. Se preferite i piatti vegetariani allora provate una delle squisite zuppe come quella alle cipolle, al pomodoro o a base di zucca, anche se la più diffusa è la Frittatensuppe con striscioline di frittata. Chiudete con una golosa palacinka ripiena di marmellata o con un’invitante fetta di Apfelstrudel appena spolverata di zucchero.

Relax e benessere in un Cityhotel Spa 

Non avevo mai provato l’esperienza di alloggiare in un hotel benessere in centro città. Finora mi ero limitata alle strutture situate in montagna o in mezzo al verde. E’ stata una piacevole esperienza che ho vissuto per la prima volta proprio a Vienna al Falkensteiner Hotel Wien Margareten. Aperto di recente, ha uno stile che si sposa molto bene con quello tipico viennese: raffinato ed elegante ma accogliente e dall’atmosfera rilassata. Si trova in un quartiere molto comodo, a due passi dalla fermata della metro Margaretengȕrtel che in tre fermate porta in Karlsplatz, da dove inizia il nucleo pedonale della città.

weekend a Vienna

L’ultimo piano ospita un centro massaggi e SPA con sauna, bagno turco, sala massaggi. La sala relax è secondo me la vera chicca del centro: interamente vetrata, vanta una terrazza panoramica che regala una bella vista sulla città. Devo dire che trascorrere tutta la giornata a spasso per Vienna e terminare la giornata con un po’ di relax, sauna e massaggi è una combinazione fantastica, da provare!

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi? Lascia un commento

viaggiatrice appassionata, vive in simbiosi con la sua valigia, che dal Friuli l’ha portata in giro per il mondo. Ama fare esperienze autentiche e vivere in mezzo alla gente del posto, alla ricerca di emozioni vere. Ha viaggiato molto in Italia e visitato gran parte delle capitali europee, ma ha un debole per il Sudamerica e la sua cultura, che ha conosciuto attraverso due incedibili viaggi on the road in Messico e Perù. Travel blogger per passione, il suo blog è www.parliamodiviaggi.it.