Portofino mi rimani nel cuore

Non avrei mai immaginato che la Liguria potesse piacerci così tanto.

Piccoli paesini arroccati, possibilità di trekking, casine colorate. Più volte mi sono ritrovata a pensare “ma quanto è bella?

Io che sono esterofila al 100% (e mai più di ora mi accorgo quanto questa cosa sia sbagliata), per me che i viaggi sono viaggi solo se sono dall’altra parte del mondo (non ve l’ho mai nascosto) da quando la mia passione si è trasformata nel suo piccolo in lavoro e le occasioni di viaggiare si sono moltiplicate ho avuto il piacere di scoprire angoli del nostro Paese che altrimenti non avrei visitato, schiava di un motto ottuso che fa più o meno così: “per viaggiare in Italia e in Europa c’è tempo“.

Siamo qui in Liguria per piacere.

Abbiamo affittato una casina a due passi dal mare per un mese. La nostra base è Sestri Levante, l’orizzonte invece è la Liguria tutta.

Da oggi iniziamo a raccontarvela in una serie di visual post, poche parole e tante immagini.

Bene, cominciamo.

Da dove direte voi?

Da Portofino rispondo io.

E perché da Portofino? Perché è quella parte di Liguria che ho più viva nella mente. Visitata ieri. Ecco tutto. Motivazione banale q.b.

Portofino: come arrivare

Contrariamente a tanti paesini della Liguria a Portofino il treno non arriva. L’ultima stazione è quella di Santa Margherita Ligure. Da qui si può raggiungere Portofino via mare o col tram. Noi abbiamo scelto di percorrere i cinque chilometri la separano da Santa Margherita a piedi (che si è rivelata una scelta azzeccata visto che il bus che abbiamo preso per tornare era strapieno forse anche perché c’è ne è uno ogni ora e basta).

Portofino Liguria

La passeggiata pendonale scorre accanto all’unica strada asfaltata che c’è. Da un lato il mare con alcuni stabilimenti balneari fra le rocce, piccoli fazzoletti di spiaggia di sassi e splendide ville affacciate sul mare.

Portofino Liguria

Portofino Liguria

A circa metà percorso ci si imbatte nel borghetto di Paraggi, qualche decina di casa, un paio di begli hotel sulla baia e un susseguirsi di stabilimenti balneari uno appiccicato all’altro.

Paraggi

Paraggi

Portofino

Il sentiero è quasi tutto pianeggiante tranne la parte finale dove il percorso pedonale si inerpica nel Parco Naturale di Portofino, un saliscendi nel verde e fra il fresco della natura.

Parco Natuale di Portofino

Parco Regionale di portofino

Il sentiero termina dopo circa un chilometro e mezzo innanzi alla Chiesa di San Giorgio (tanto bella fuori quanto inospitale dentro)

Portofino

e poi via verso la piazzetta sulla baia che ha fatto la fortuna di Portofino fra boutique di grandi marche (ovviamente inaccessibili), yacht miliardari e lingue straniere.

Portofino

Portofino

Portofino

Portofino

Arrivederci Portofino, non so bene perché ma mi rimani nel cuore.

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

2 commenti

  • Rispondi aprile 13, 2016

    Muzio Milena Maria Mercede

    Portofino…..é splendido! ho dei bellissimi e cari ricordi d’infanzia….e… Santa Margherita ha un incanto speciale…qui molto ben suggerito.

    • Rispondi aprile 14, 2016

      Elisa e Luca

      Grazie e benvenuta sul nostro blog 🙂

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.