Via Roma, la via più pop di Reggio Emilia

E’ la via più vivace della nostra piccola città. Tanto multiculturale quanto viva, appena svolti l’angolo dalla via Emilia quasi non ti sembra di essere ancora a Reggio Emilia ma da qualche parte in Europa, a Belville o a Russafa a dire il vero. Qui negli anni si sono alternate tantissime esperienze e realtà attirando molti artisti che vi si sono trasferiti ad abitare e dal dopoguerra è la via dove abitano gli immigrati.

Alle finestre donne con copricapi africani, dai negozi profumi di terre lontane, curry, curcuma, zenzero. Metà strada è pedonale, ricca di palazzi molto belli e l’altra metà è trafficata, povera, densa di negozi e di anfratti abitati densamente.

La strada è come una calamita, tante, tantissime le persone che vi abitano o camminano per la strada, sembra quasi che le persone sentano il suo richiamo anche dalle strade vicine. Qui tutti si conoscono, si salutano o comunque si guardano.

Se poi uno continua e va oltre la porta arriva al quartiere operaio per eccellenza di Reggio Emilia, il quartiere delle Reggiane, la famosissima fabbrica dove c’è stata una grandissima occupazione. Se si prosegue per chilometri e chilometri ancora si arriva al Lago di Garda e certe persone dicono che certi giorni arriva proprio l’aria del Lago fin qui e vengono ad abitare e lavorare in via Roma per respirare un clima diverso.

Via Roma pullula di vita e di persone, ognuna con la sua storia e se vuoi conoscere meglio questa splendida realtà puoi citofonare alla sua gente e farti raccontare la loro storia. Puoi farlo anche stando a casa tua scaricando l’app “via Roma trip” anche se poi la tua voglia di conoscerla crescerà ancor più e vorrai venire a vederla. A quel punto se ti va, citofona anche a noi, saremo contenti di conoscerti.

sui tetti di via Roma per le mostre di Fotografia Europea

Il progetto “via Roma Trip” è a cura dei volontari del progetto Ghirba che gestisce anche la Biosteria della Gabella al civico 76.

Per info: 340/8249668 info@ghirbabiosteria.it sito web: www.ghirbabiosteria.it

Durante le giornate inaugurali di Fotografia Europea via Roma è stata luogo di una mostra partecipata del circuito off “la mia foto è la tua foto” che ci ha permesso di entrare a casa di sconosciuti, sbirciare dentro i cortili, affacciarci dai loro balconi per conoscere ancor meglio la strada più pop del centro storico reggiano. Ogni mostra era contrassegnata da una sedia rosa, simbolo di ospitalità e accoglienza e della modalità cara agli italiani di mettere una sedia sul marciapiede e sedersi in strada durante le belle giornate di sole a socializzare con chi passa.

fotografia europea 2014

N.b Fotografia Europea prosegue fino a Giugno, puoi trovare una piccola descrizione del tema di quest’anno su questo nostro articolo su Grouponmag  fotografia-europea-2014

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi? Lascia un commento

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.