Pratella: una passeggiata lungo le sponde del fiume Lete

Oggi vi porto alla scoperta di un luogo dove  la natura viene celebrata e ricordata dal mito, ma in una maniera semplice e avvolgente come lo è la sua gente.

Adagiata sul versante del monte Matese, antico insediamento sannita e poi romano, Pratella (CE) è conosciuta per la sorgente del fiume Lete,  il fiume dell’oblio secondo la mitologia greca e romana, citato da Dante come il corso d’acqua in cui si lavavano le anime per dimenticare le loro colpe terrene  prima di salire in Paradiso.

foto1

Pratella è conosciuta come la città delle acque, oltre a quelle del Lete che sono considerata tra le acque migliori di tutta Italia poiché effervescenti naturali, vi sono innumerevoli sorgenti di acque sulfuree ferruginose e magnesiache, a completa disposizione degli abitanti e un tempo adoperate per i trattamenti termali.

cri

Sono venuta a scoprire questa terra in un’occasione speciale: il secondo convegno su “Le erbe neglette incontrano il fiume Lete” organizzato per far incontrare gli appassionati del settore erboristico con lo scopo di allargare i confini della conoscenza sulle antiche varietà di erbe e sui loro utilizzi, riconoscere e scambiare le sementi, restituire alle nuove generazioni la bellezza della natura, i saperi legati alla terra e la responsabilizzazione sulla sua gestione.

emi-3

Percorrendo l’antico tratturo di via Pastenelle, che è uno dei sentieri naturalistici preferiti da chi viene a visitare questi luoghi insieme alle grotte e ai resti del teatro di roccia sannita, il comitato promotore dell’iniziativa ha spiegato come sulle sponde del fiume Lete siano presenti delle piante spontanee usate fino a qualche generazione fa come parte integrante dell’alimentazione e delle cure mediche e che solo i cambi di abitudini hanno portato a dimenticare.
Ho così scoperto che il Galium mollugo venivaadoperato per cagliare il latte e farne del formaggio, che le nonne utilizzavano la Sanguisorba minor come un’ovatta naturale, e che l’uso esterno delle foglie di Bardana è indicato in caso di affezioni cutanee come foruncoli, acne, herpes, ustioni, la pianta ha proprietà diuretiche e viene adoperata per rinforzare i capelli.

emi-4

Romanticamente penso che è davvero una bella sensazione sapere che esista un posto così vicino alla città dove tutto è rimasto così incontaminato da poter stender le mani e bere tranquillamente dalla fonte, e questo mi porta a voler decisamente fare mio il messaggio delle persone che ho conosciuto in questa terra che bisogna riappropriarsi dei territori, farli rivivere, preservarne le risorse, per salvaguardare il futuro.

emi-5

Informazioni

Come arrivare: il Comune di Pratella si trova a 15 Km dall’autostrada A1, con uscita a Caianello.

Un consiglio di lettura: se volete arrivare preparati alla prossima passeggiata nella natura ecco un libro che mi hanno suggerito, “Piante selvatiche. Come riconoscerle, raccoglierle e usarle in cucina”, editore Giunti Demetra.

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi? Lascia un commento

classe 1982, per lei viaggiare è ascoltare la storia che i luoghi e le persone vogliono raccontarti e trovare immagini e parole per trasferire agli altri le emozioni che l’esperienza ha regalato. Pianifica ogni viaggio con la stessa premura con cui lavora salvo poi dimenticare gli appunti e le mappe da qualche parte e girovagare spinta dalla curiosità.