Da non perdere a Valencia: il quartiere bohémien di Russafa

Anche Valencia come molte città europee ha il suo quartiere bohémien e si chiama Russafa (in valenciano, Ruzafa in castigliano). Se calle de caballeros è il luogo del divertimento ormai un po’ più scontato e turistico il quartiere di Russafa è il cuore del divertimento alternativo. E’ il posto giusto dove vedere le migliori mostre, il posto migliore dove andare a ballare o semplicemente assaggiare per un drink.

Russafa Valencia Russafa è un concentrato di locali dove bere buon vino e leggere un libro, dove trovare negozi di giovani design e provare cucina etnica. Il quartiere di trova a Sud della stazione del Norte e i locali si sviluppano principalmente fra calle Ruzafa, calle Cadiz e Calle Cervera. Siccome però il quartiere è in continuo fermento e i locali aprono come funghi, per essere sempre aggiornati potete scaricare il pdf dal sito guiarussafa.org.

Russafa Valencia Che Russafa sia uno dei quartieri più belli di Valencia lo sanno quasi tutti. Quello che forse non si sa è come arrivare a quel caffè tanto speciale, a quel negozio così carino o a quel delizioso ristorante, ecco quindi perché vi consigliamo di armarvi di quella piccola mappa stampata su carta riciclata che troverete in molti locali a Russafa.

I locali di Russafa che abbiamo provato per voi:

Ubik Cafè: lo si riconosce già dalla strada grazie al modo eccentrico in cui è arredata al facciata del palazzo che lo ospita. Libreria-cafè come altre qui a Russafa se non che il locale è gestito da giovani ragazzi romagnoli, che sulla porta che conduce al bagno c’è un pezzo della Divina Commedia e che soprattutto la birra artigianale alla spina è ottima.

Dove si trova: Literato azorin 13 sito web:  ubikcafe.blogspot.it

Russafa Valencia Recordershop: siamo stati attirati qui dalla musica che si sentiva provenire da questo piccolo locale. Negozio di dischi e bar con musica dal vivo è un indirizzo da tenere d’occhio qui a Russafa.

Dove si trova: Carrer Sevilla, 31

Le Petit Canibaal: a metà tra la sede di una rivista di arte e letteratura e uno spazio creativo, qui potrete trovare anche creazioni di giovani artisti ancora poco noti e libri autoprodotti.

Dove si trova: Puerto Rico, 22 

Allora cosa aspettate? Correte a Russafa prima che sia troppo tardi e il turismo si impossessi di lui.

Se ci siete già stati invece ci farebbe piacere sapere quali siano per voi i migliori locali, vi aspettiamo nei commenti!

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

4 commenti

  • Rispondi aprile 28, 2014

    Sara Chandana

    Valencia è una delle mete inserite nella mia lista desideri. Non conoscevo questo quartiere, adesso sono ancora più curiosa di andarci 🙂

    • Rispondi aprile 28, 2014

      Elisa

      Care Sara ed Elisa questo quartiere per noi è stata una splendida scoperta! Sapevamo che il cuore del divertimento è calle de caballeros e sì uno dei vostri giorni a Valencia andateci per un aperitivo con agua de valencia ma Russafa merita una e più visite, anzi merita una programmazione accurata, vi consigliamo di controllare il sito di guia Russafa e controllare sui siti intenet devi vari locali cosa bolle in pentola!
      Buona viaggio a tutte e due

  • Rispondi aprile 28, 2014

    Elisa

    Cavolo…me lo sono perso a Valencia! dovrò tornarci 😉

  • Rispondi ottobre 15, 2014

    Love Valencia Italia

    Ciao ragazzi!
    Molto carino il vostro articolo. Non mi sorprende che Valencia, e soprattutto Russafa, vi abbia colpito! Questa città ha qualcosa di magico… Se siete interessati a consultare una guida di Valencia vi invito a dare un’occhiata alla nostra pagina web http://it.lovevalencia.com/ e a seguirci su facebook https://www.facebook.com/pages/Love-Valencia-Italia/656892484348210
    Vi aspettiamo!

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.