Il battesimo di volo di Manina

Sabato 21 Dicembre 2013. Manina ha quattro mesi e mezzo, ce lo mettiamo nella fascia porta bebè come sempre nei nostri viaggi senza passeggino da quando è nato e via verso il gate. Direzione Barcellona.

Siamo emozionati, noi ovviamente più di lui che dorme beato.

Oggi sarà il suo battesimo di volo.

Siamo preparatissimi. Voliamo con Vueling.com che non è attrezzata con moduli già pre-stampati come altre compagnie low cost e quindi Luca ha impostato graficamente un documento in A4 che il Capitano del volo gentilmente firmerà. Abbiamo già contattato via twitter la compagnia che ci ha confermato che la cosa è fattibile.

Ci abbiamo messo il nome e il cognome di Manina, il numero del volo, la compagnia aerea.

Perché lo facciamo?

Perché immaginiamo che sarà bello per Manina da grande avere tra le mani il certificato che attesta il suo primo volo in aereo.

Il pullman ci porta all’aereo. Foto di rito. Saliamo a bordo.

Sono impaziente. Già nella vita, figuriamoci oggi. Fermo subito l’hostess e le chiediamo di dare il certificato al capitano per essere firmato. Mi sorride gentilmente. Torna dopo poco con il mio trofeo in mano.

Lo guardo e spero vivamente che questo per lui sia l’inizio di una grande avventura, chissà di una grande passione come quella di suo padre e sua madre, che lo porterà lontano nella vita, forse anche da me, ma va bene così perchè il regalo più bello che possiamo fare a chi amiamo è lasciarli liberi di andare.

Ti amo Manina e ti auguro di avere una vita piena di esperienze

Battesimo di volo

Alcuni consigli pratici per volare con un neonato:

Se viaggiate in aereo con un neonato fino a due anni non gli verrà assegnato nessun posto ma dovrete tenerlo sulle vostre gambe. Vi verrà data una piccola cintura da attaccare alla vostra.

Per evitare che gli si tappino le orecchie fatelo succhiare al momento del decollo e dell’atterraggio. Sebastiano è stato tranquillo tutto il tempo cullato dal dondolio dell’aereo.

Avendo un bimbo così piccolo se lo chiedete alle hostess molto probabilmente verrete imbarcati dopo i prioritari. Questo vi permetterà di trovare spazio nelle cappelliere per il vostro bagaglio a mano.

Tenete conto che molte compagnie low cost fanno pagare il volo del bambino. Fino a due anni c’è un prezzo standard di trenta euro quindi se per caso incappate in un volo molto vantaggioso (al di sotto cioè dei trenta euro) vi conviene acquistare un biglietto in più anche per il pargolo, questo vi permetterà di viaggiare più comodamente avendo un sedile a disposizione anche per lui.

Infine io credo che i bimbi spesso siano quello che respirano da noi. Se per noi viaggiare con loro non è un problema molto probabilmente lo avvertiranno e saranno anche loro più sereni. Quindi viaggiate coi vostri bambini, portateli con voi in aereo ma ricordatevi di farlo se per voi è una gioia e non un’ansia da gestire.

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

16 commenti

  • Rispondi febbraio 6, 2014

    Milly Bimbieviaggi

    Bravo Manina!!
    E brava mamma…l’ultimo paragrafo andrebbe scritto a caratteri cubitali ovunque!!! 😀

    • Rispondi febbraio 6, 2014

      miprendoemiportovia

      Grazie Nilly hai proprio ragione!

  • Rispondi febbraio 7, 2014

    freya

    Che bella emozione deve essere stata! Mi sono sempre chiesta come non far tappare le orecchie ai lattanti…serbero’ la dritta per il futuro 😉

    • Rispondi febbraio 7, 2014

      miprendoemiportovia

      Ora sei pronta a tutto 🙂

  • Rispondi febbraio 7, 2014

    Andrea da Bangkok

    Premettendo che adoro i bimbi e non ho mai avuto problemi a viaggiare con un neonato su sedile accanto…

    …faccio (come spesso capita) l’avvocato del diavolo…voi super eccitati e i passeggeri che vi erano accanto al momento dell’imbarco?

    • Rispondi febbraio 7, 2014

      miprendoemiportovia

      Ciao Andrea,

      quando abbiamo imbarcato Manina ci sorridevano tutti quasi inebetiti! Una ragazza ha passato tutto il viaggio voltata a gurdarlo 🙂
      Sarà stato perchè lui o era sveglio e rideva o dormiva beato… io stessa prima di diventare mamma ero terrorizzata ad avere bimbi vicini in aereo

      grazie per il commento caro avvocato!

  • Io resteri a guardarlo per ore Manina!! Ma che meraviglia! Lo sai che la prima volta che abbiamo volato con i bimbi non ce l’hanno dato il diploma? Ne farei un altro solo per questo!! Un abbraccio cara!

    • Rispondi febbraio 12, 2014

      miprendoemiportovia

      ma Vale che carina! Dobbiamo far incontrare i nostri bimbi. Anche a noi non l’hanno dato e quindi ce lo siamo costruiti da soli e poi lo abbiamo fatto firmare al pilota

  • “Io credo che i bimbi spesso siano quello che respirano da noi”: quanto è vero, Elisa!
    E Manina sarà un potpourri di arte, musica e avventura!

    • Rispondi febbraio 13, 2014

      miprendoemiportovia

      speriamo davvero Silvia, almeno noi ci stiamo impegnando per quello 🙂

  • Rispondi febbraio 13, 2014

    Marily

    In verità c’è una legge non scritta che dice che sia per fare check in che per salire sul aereo, con i bambini meno di 5 anni, hai la precedenza!
    Nei voli intercontinentali lo dicono anche, fanno passare bimbi per prima, poi altra gente!
    Ns figlia ormai ha quasi 7 anni e ha viaggiato il mondo! Buona vita e tanti bei viaggi anche a Manina!

    • Rispondi febbraio 13, 2014

      miprendoemiportovia

      Ciao Marily che bello averti qui. Ha viaggiato il mondo? Ti va di raccontarcelo? Dove l’hai portata quando era molto piccola? Accettiamo suggerimenti! Grazie 🙂

  • Rispondi febbraio 13, 2014

    Marily

    Molto piccola solo in Europa, subito da mia mamma in Estonia, poi Londra e Grecia ( isole Skiathos una anno e un altra volta a Karpathos)
    Poi a 3 anni l’abbiamo portato in Thailandia, 4 la Los Roques, 5 Kerala e 6 Sudafrica. Ora la scuola e il fratellino in arrivo ci hanno distrutto i viaggi a febbraio. Dobbiamo cominciare a viaggiare solo di estate… ma se il fratellino che arriva è bravo e buono come lo era lei, lo portiamo subito lontano 🙂 Credo Thailandia che è il posto piu babyfriendly e meno pericolosa ( visto che per formare anticorpi io non faccio vaccini ma do il mio latte fino a diventare grandi).

    • Rispondi febbraio 14, 2014

      miprendoemiportovia

      Stupendi viaggi! Sì vedrai che il fratellino è bravo, basta abituarli da piccoli 🙂

  • Rispondi aprile 26, 2016

    Isidoro Maugeri

    un neonato di 7 mesi farà il suo primo volo, da catania a firenze, con la compagnia Vueling. Posso richiedere il certificato di battesimo del volo? cosa devo fare?

    • Rispondi aprile 27, 2016

      Elisa e Luca

      Ciao Isidoro! Certo che lo puoi chiedere. Noi abbiamo fatto così: ci siamo stampati un foglio scritto da noi (che è quello che vedi in foto) e abbiamo chiesto alle hostess di farlo firmare al comandante. Alcune compagnie di linea ne hanno dei propri mentre non tutte le low cost hanno fogli già prestampati, per questo motivo ti consigliamo di procurartene uno tuo (con numero del volo, data di volo, compagnia e destinazione). Se vuoi puoi anche provare a contattare precedentemente la compagnia aerea per sapere se hanno già moduli da loro prodotti. Sarà un ricordo bellissimo!

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.