In Viaggio con Manina alla scoperta di Barcellona e della Costa Brava

Chi segue questo blog conosce bene quanto, durante la gravidanza, io fossi terrorizzata all’idea di dover smettere di viaggiare dopo la nascita di Sebastiano.

In tanti di voi mi hanno consolata e supportata in special modo alcune care amiche mamme blogger.

Poi è nato “manina” e per fugare ogni incertezza dopo due settimane ce lo siamo portati con noi a Nizza senza tanti fronzoli ma solo con l’aiuto della fascia porta bebè.

Dopo Nizza sono seguiti tanti altri piccoli viaggi in giro per l’Italia tanto che il nonno materno di Sebastiano ha un foglio excel apposito dove annota tutti i viaggi che manina ha fatto fino ad ora.

Ogni volta che viaggiamo succede una cosa bellissima. Incontriamo tante coppie molto simili a ElisaeLucaprimadiSebastiano che ci guardano tra il fiducioso e lo speranzoso.

Se lo facciamo noi lo possono fare tutti.

Certo non sempre è semplice non lo nascondiamo. Ci vuole una sana dose di incoscienza che ti fa bypassare pensieri del tipo “c’è troppo freddo, c’è troppo caldo…” e anche tanto feeling per aiutarsi a vicenda quando magari Sebastiano non è al 100%.

Progetto #inviaggioconmanina

Tra fine 2013 e per tutto il 2014 vogliamo mostrare con la nostra esperienza, che condivideremo “live” sui social, che viaggiare con un bimbo molto piccolo si può fare anche rimanendo fedeli a sé stessi.

Il progetto prevede diversi step il cui banco di prova sarà a breve anzi brevissimo, l’ultima settimana di dicembre (dal 21 al 28) ci vedrà in viaggio verso la Costa Brava ed in particolare a Barcellona.

blog tour #inbiaggioconmanina

Perché Barcellona? Perchè è sinonimo di divertimento a trecentosessanta gradi e noi la visiteremo insieme al nostro piccolo per sfatare un po’ il mito che i bambini, in special modo neonati, hanno più che altro bisogno di situazioni che si distanziano molto dal modo di viaggiare che una coppia aveva prima di diventare genitori.

Come rimarremo fedeli a noi stessi?

Non andremo alla ricerca di parchi gioco o attività per bambini ma continueremo a viaggiare come abbiamo sempre fatto condividendo con il nostro piccolo “manina” quelli che sono i nostri gusti e le nostre passioni. Guideremo i suoi piccoli occhi alla scoperta della Barcellona artistica tramite la visita dei più importanti edifici del modernismo di Gaudì e dei musei di grandi pittori come Picasso e Mirò. Ci sposteremo poi con l’auto alla volta di Figueres e  Cadaques inseguendo Dalì.

Inoltre andremo alla scoperta della “ruta del vino” visitando le cantine vinicole della zona. L’enoturismo infatti è uno dei grandi pilastri del nostro blog oltre che una nostra grande passione.

Ma la vera forza del progetto sarà testimoniare che per viaggiare con un bimbo piccolo non sono necessarie tante cose ma che è possibile sposare un modo di viaggiare easy e leggero senza passeggini grazie all’uso della fascia porta bebè che ci permetterà di muoverci con maggiore libertà.

Progetto #inviaggioconmanina a #Barcellona e #costabrava

Tramite questi hashtag quindi da sabato 21 a sabato 28 potrete seguire il nostro progetto sui social. Dove andremo e cosa faremo dunque?

Baratteremo visibilità con ospitalità e servizi e questo ci permetterà di vivere insieme a “manina” il modo di viaggiare che avevamo in coppia prima che arrivasse lui. Siamo convinti che un figlio non impara dalle parole ma dalle esperienze che gli fai vivere. 

Grazie a  Logo_SoloAffitti_Vacanze alloggeremo in un appartamento alquanto insolito a Barcellona il cui nome sembra una garanzia: Edificio Alhambra, nelle fotografie il patio interno appare veramente particolare e non vediamo l’ora di vederlo dal vivo.

ci supporterà nella scoperta di Barcellona guidandoci all’interno dei Musei e del modernismo mentre in Costa Brava ci porterà alla scoperta di Dalì e di alcune cantine vinicole. Il nostro appartamento in Costa Brava sarà a Figueres grazie a

Logo-CostaBrava_600

a pochi passi dal Teatro Museo Dalì. Con loro inoltre faremo alcune attività a Barcellona che vi sveleremo una volta là. Riuscite ad aspettare?

Infine “last but not least” ciò che ci permetterà di viaggiare in libertà saranno le fasce porta bebè di

logo-tabata

Allora cosa ne pensate, vi piace?

Nei prossimi giorni vi daremo altri dettagli di ciò che ruoterà intorno al nostro progetto, stay tuned!

Aggiornamento, ecco tutti i post di #inviaggioconmanina in Costa Brava e Barcellona:

Il battesimo di volo di Manina

Cadaquès e la magia di Portlligat

Quell’eccentrico, pazzo, surreale Museo Dalì a Figueres

Il Castello di Pubol simbolo dell’amore di Dalì per Gala

Raval il quartiere che vibra

Dormire a Barcellona, noi scegliamo l’appartamento

Il percorso del modernismo a Barcellona tra Gaudì e Montaner

Viaggiare “easy” con un neonato senza portarti il mondo: la fascia porta bebè

In viaggio con Manina, la nostra settimana in viaggio 

Viaggiare leggeri con un neonato grazie alla fascia porta bebè

Altezza 50 cm, professione nessuna, la carta d’identità di un neonato

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

15 commenti

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.