Venezia e la sua Biennale

Ma qual è il mondo degli artisti?

Sembra questa la domanda chiave che porta avanti quest’anno Il Palazzo Enciclopedico, 55esima Esposizione Internazionale d’arte di Venezia. Non solo un elenco di artisti contemporanei ma una riflessione sulle loro spinte creative, sulle “visioni” che sollecitano le ispirazioni degli artisti. 

Il Palazzo Enciclopedico forma un unico percorso espositivo che va dall’Arsenale ai Giardini della Biennale con opere che spaziano dal secolo scorso ad oggi per un totale di centocinquanta artisti. Vi partecipano ottantotto paesi di cui dieci presenti per la prima volta: Angola, Bahamas, Regno del Baharain, Repubblica della Costa d’Avorio, Repubblica del Kosovo, Kuwait, Maldive, Paraguay, Tuvalu e Santa Sede. 

La mostra è ispirata all’utopistica idea di Marino Auriti che nel 1955 depositò all’Ufficio brevetti statunitense il progetto Il palazzo Enciclopedico, un museo immaginario che avrebbe dovuto ospitare tutto il sapere dell’umanità. Il progetto prevedeva un edificio di centotrentasei piani per settecento metri di altezza. L’impresa rimase incompiuta ma il sogno di una conoscenza universale attraversa la storia dell’arte e dell’umanità. 

La mostra si apre al Padiglione Centrale dei Giardini della Biennale con il libro rosso di Carl Gustav Jung un manoscritto illustrato che introduce alla riflessione sulle immagini interiori e sui sogni che attraversa l’intera mostra. Il Palazzo enciclopedico è una mostra sulle ossessioni e sul potere trasformativo dell’immaginazione.

Questo sono i tratti salienti della presentazione alla stampa che la Biennale ha dato. Ve la riportiamo così come è rimasta impressa a noi, parteciparvi per noi è un’appuntamento imperdibile fosse anche solo per la splendida location in cui la mostra è allestita.

Quella che segue è una carrellata di immagini delle parti della mostra che più ci hanno colpito. Le condividiamo con voi nella speranza di sollecitare la vostra curiosità a visitarla, avete tempo fino al 24 Novembre. Ah quasi dimenticavamo, se andate per evitare la coda comprate il biglietto on-line mi raccomando!

il-palazzo-enciclopedico-biennale

Il Palazzo Enciclopedico Biennale

biennale-entrata

Roberto Cuoghi

Biennale il-palazzo-enciclopedico

Padiglione 2 Arsenale

Biennale il-palazzo-enciclopedico

Padiglione 5 Arsenale

Padiglione 6 Arsenale
Biennale venezia

Padiglione SudAfrica

Biennale venezia

Padiglione SudAfrica

Biennale venezia

Istituto America Latina

Biennale venezia

Bahamas

Biennale venezia

Padiglione centrale

Biennale venezia

Indonesia

Biennale venezia

Turchia

Biennale venezia

Cina

Biennale venezia

Cina

In assoluto, però, ciò che più ci è rimasto impresso è il Padiglione del Portogallo, un paese delle meraviglie galleggiante.

Biennale venezia

Padiglione Portogallo

Biennale venezia

Padiglione Portogallo

Biennale venezia

Padiglione Portogallo

 

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

4 commenti

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.