Friburgo piccola perla della Foresta Nera

Accompagnata dalla splendida cornice della Foresta Nera, a pochi chilometri dalla Francia, si incastra, in un paesaggio tutto da vedere, la piccola Friburgo, una città con un passato importante e con uno sguardo attento al futuro. 

Importante centro industriale già nel 1120, raggiunge il suo momento migliore sotto gli Asburgo, che la governarono dal 1415 al 1427. Fu nel 1457 che fu fondata l’Università, la prima che accettò più in là negli anni le iscrizioni da parte di studentesse di sesso femminile, ed ancora oggi, un centro di studi di riferimento internazionale.

Friburgo è attualmente un importante polo industriale, che conserva le caratteristiche di una città storica.
E’ la città degli stimoli: ricca di spettacoli teatrali, concerti ed eventi musicali. A misura d’uomo per tutti gli studenti, circa 30.000 su 200.000 abitanti, che qui seguono le lezioni o proseguono il loro percorso nei centri di ricerca di eccellenza.
friburgo

Foto di Chsanch

Ciò che colpisce della città è senza alcun dubbio la piazza principale, la Muensterplatz, in cui si può ammirare la chiesa gotica, la cui torre di 116 metri domina la città.

Sulla stessa piazza si trova l’edificio dalla facciata rossa, la Kaufhaus, anticamente adibito a deposito di sale e vino, utilizzato poi come Parlamento regionale del Baden. E’ proprio in questa piazza che si alternano, durante il periodo natalizio, i famosissimi mercatini di Natale. Si sa, al Nord sono bravi per questo, e sarà il tempo, la neve, il freddo.. ma tutta l’atmosfera è proprio natalizia.
friburgo

Foto di SSG

Friburgo, come le altre città tedesche di cui ho parlato, è contornata da parchi, quindi non è raro vedere persone di tutte le età sdraiate al sole, girare in bicicletta o percorrere il centro a piedi. I mezzi funzionano bene e questo permette di godere in totale tranquillità il centro. Negli ultimi anni, si è consolidata la sua fame di capitale dell’energia pulita, data la grande attenzione all’ecosostenibilità delle strutture ed all’ottimizzazione delle energie. Questa aria di pulito si respira a pieni polmoni girando tra le strade.

friburgo

Foto di Chsanch


Caratteristica di Friburgo sono i famosi canaletti, i Baechle
, che percorrono le strade pedonali del centro. Inizialmente utilizzati per il sistema fognario, oggi sono la gioia dei bambini, che ci camminano felici a piedi scalzi, ci si siedono e giocano con l’acqua. E vi assicuro non solo dei bambini, perché anche io ho camminato scalza per la città. C’è una leggenda che racconta che chi mette i piedi in questi canali, tornerà certamente in città. A me è successo, sarà vero?

Friburgo

Foto di chsanch

La sua bellezza sta anche nella posizione geografica: non ricordo di aver mai trovato un clima ostile, anzi, è spesso mite e soleggiato. La Foresta Nera in cui è immersa merita senza dubbio una visita, ecco perché io consiglio di affittare una macchina, o per i più coraggiosi, partirci direttamente dall’Italia. Nei dintorni meritano infatti una visita Baden Baden, Titisee, Triberg e da qui si può spaziare arrivando in Francia o scendendo verso la Svizzera (ho fatto entrambi e lo consiglio vivamente).

friburgo

Foto di Fcstpauligab

Infine, in realtà ho parlato di Friburgo perché non vedevo l’ora di menzionare il parco giochi a mio avviso più bello d’Europa. Per la gioia dei bambini, e non solo, a metà strada tra Friburgo e Strasburgo, nella cittadina di Rust, si trova lEuropa Park. Il parco è una delizia per la cura dei dettagli e dei particolari. E’ diviso, infatti, in circa 13 Paesi Europei, che, oltre a contenere le attrazioni (in totale il parco ne ha circa 100), riporta lo stile di vita della Nazione di riferimento. Ecco in Svizzera spuntare allora casette con i balconi pieni di fiori, negozietti di cioccolato, e strutture in legno, per poi passare in Italia, dove i colori, la pizza e la pasta fanno da protagonisti, passando per la Russia, con l’imponente EuroMir, la stazione spaziale Mir adattata a montagne russe e così via. Un vero divertimento per tutte le età, dai più piccini agli adulti.

Post scritto dalla tata collaboratrice Lucia di respirareconlapancia.it

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

5 commenti

  • Rispondi novembre 8, 2013

    leli_pat

    #Friburgo piccola perla della #ForestaNera

    Accompagnata dalla splendida cornice della Foresta Nera, a pochi… http://t.co/hWMbHu9LTd

  • Rispondi novembre 8, 2013

    Federica Di Girolamo

    Federica Di Girolamo liked this on Facebook.

  • Rispondi novembre 8, 2013

    respirareCLP

    @miportovia “#Friburgo piccola perla della ForestaNera http://t.co/bbHX6GRXYq #tatecollaboratrici” quando manina cresce tutti a Friburgo!;)

  • Rispondi novembre 20, 2013

    Sandra

    Adoro questa città e appena posso ci torno! spero infatti di andare per i mercatini di Natale, dove la magia aumenta. Inoltre posso consigliare 4 passi per il mercato del sabato mattina? da non perdere.
    Sa

    • Rispondi novembre 20, 2013

      miprendoemiportovia

      certo che puoi 🙂 grazie… e complimenti per il tuo blog!

Curiosa, sognatrice, a tratti disordinata, divoratrice di libri, chiacchierona. Viaggiare e scrivere sono la sua passione ed in qualche modo l'essenza. Amante dell'Australia dove ha vissuto per un po' di mesi, dell'Asia e della ricerca continua della felicità..