Viaggio on the road negli Stati Uniti in camper

Buongiorno a tutti cari lettori, gli special guest di oggi sono una famiglia intera partita per un viaggio on the road nei mitici Stati Uniti. Loro sono Giuliana, Samuele, Camilla e Gianluca e ci portano in un viaggio affascinante non privo di colpi di scena. Buona lettura!

viaggio on the road negli stati uniti

Strada verso la Monument Valley

Questo viaggio negli Stati Uniti ha occupato per “20 anni” i nostri sogni, come forse quelli di molti di voi. Così in occasione del nostro 20° anniversario di matrimonio abbiamo coronato con i nostri 2 ragazzi (11-14 anni) questo evento.

Monument Valley

Monument Valley

Gli Stati Uniti, il luogo degli eccessi e dei primati dove, come in nessun altro, il sogno sembra potersi avverare.

tramonto sulla Monument Valley

tramonto sulla Monument Valley

Il percorso da noi scelto inizialmente era: Los Angeles, San Diego, Grand Canyon, Monument valley, Bryce Canyon, Lake Powell, Zion, Las Vegas, San Francisco, Costa Pacifica, Los Angeles. Tempo a disposizione: tre settimane.

Grand-Canyon-all'alba

Grand Canyon

Così, dopo 2 notti in hotel a Los Angeles  al Westine Bonaventure che consigliamo vivamente per la posizione e il rapporto qualità-prezzo, abbiamo ritirato il nostro mega super camper (prenotato dall’Italia ) e siamo partiti alla volta di S.Diego per il nostro viaggio on the road negli Stati Uniti. Prima tappa un supermercato messicano “El Super” dove abbiamo potuto rifornirci di ogni genere.

Walt Disney concert Hall a Los Angeles

Walt Disney concert Hall a Los Angeles

L’ itinerario è stato rispettato in pieno fino a Las Vegas, dove purtroppo, visti i pochi giorni che rimanevano alla fine della vacanza, abbiamo deciso di rinunciare alla mitica S. Francisco e goderci con più calma la costa del Pacifico.

Las Vegas

Las Vegas

Così grazie alla libertà di spostamento data dal camper, abbiamo puntato dritto per S. Simeon, una deliziosa località sulla costa pacifica, dove abbiamo potuto osservare gli elefanti marini che si godevano il sole ( e il vento) “spaparanzati”sulla spiaggia. Da lì poi abbiamo iniziato ad avvicinarci a Los Angeles toccando tipiche  località californiane come S.Barbara, S.Monica e Malibù.

Los Angeles

Los Angeles

La scelta del camper si è rivelata fin da subito azzeccata siccome ci ha dato la possibilità di essere liberi in tutto e per tutto. Ci siamo potuti fermare a visitare posti che incontravamo casualmente lungo il percorso rispettando i nostri tempi e i nostri ritmi, come ad esempio passare 3 ore in un negozio originale LEWIS fra la merce in saldo!

viaggio in camper negli states

il bestione

Ma la cosa più importante del camper, soprattutto per noi in quanto famiglia di 4 persone, è stato il risparmio sul cibo. Avere le possibilità di mangiare ciò che vuoi quando vuoi è stato veramente un gran vantaggio, soprattutto economico. Le cene al ristorante sono state veramente poche e abbiamo puntato al risparmio in un viaggio così costoso, cenando e pranzando nella nostra super mega casa viaggiante.

Tramonto con arcobaleno allaMonument Valley

Tramonto con arcobaleno allaMonument Valley

Fortunatamente grandi inconvenienti o disavventure non ci hanno toccato a parte la rottura del frigorifero del camper a causa dei 45 C° di Las Vegas, infatti un consiglio che diamo è:  attenti col camper alle temperature alte dei deserti. Durante uno spostamento attraverso il deserto del Mohawe, dove la temperatura toccava i 50 C°, la bombola del gas posta in uno scompartimento all’esterno dell’abitacolo improvvisamente ha iniziato a fischiare come un treno impazzito rilasciando una grande quantità di gas. Noi morti di paura, pensando che scoppiasse da un momento all’altro, siamo scesi in fretta, allontanandoci. Fortunatamente era solo il gran caldo che ha fatto aumentare la pressione all’interno della bombola, che si è messa a sfiatare dalla valvola di sicurezza.

alba sul Grand Canyon

alba sul Grand Canyon

Al contrario la California non è assolutamente calda ad agosto, qui le temperature variano dai 22/23° ai 29/30°, con un po di escursione termica dal giorno alla notte. Tanto è vero che in alcuni posti abbiamo dovuto accendere il riscaldamento!

San Diego

San DiegosTATI uNITI

Se ne avete la possibilità scegliete un camper di piccole dimensioni (la tendenza è quella di offrirvi degli up grade con dimensioni ingestibili come è successo a noi) un camper un po più piccolo di questo avrebbe limitato meno la scelta dei percorsi e delle strade e soprattutto avremmo potuto risparmiare un po’ di più sulla benzina dato che il nostro “bestione” era un 6.200 cc a benzina. Alla fine il costo totale del viaggio si è aggirato intorno ai tredicimila euro per quattro persone.

Bryce Canyon

Bryce Canyon

Questo viaggio on the road negli Stati Uniti di circa quattromila chilometri con i suoi spazi infiniti, paesaggi mozzafiato, colori e tramonti stupendi rimarrà per sempre nei nostri pensieri ne siamo sicuri!

ti è piaciuto quello che hai letto?

Condividilo

Ricevi i nostri racconti via email

* = campo richiesto!

Cosa ne pensi?

21 commenti

  • Rispondi ottobre 30, 2013

    leli_pat

    Buonasera a tutti cari lettori, gli special guest di oggi sono una famiglia intera partita per un #viaggio… http://t.co/jxx42gow8d

  • Rispondi ottobre 30, 2013

    CatturaAttimi

    RT @miportovia: #Viaggio #ontheroad negli #StatiUniti in camper http://t.co/F7ulFIZCs4 #specialguestmercoledì

  • Rispondi ottobre 30, 2013

    Manuela_Vitulli

    che splendore! è bellissimo questo post.. sul SIGNOR on the road!

  • Rispondi ottobre 30, 2013

    Samuele Norberto Gallingani

    Samuele Norberto Gallingani liked this on Facebook.

  • Rispondi ottobre 30, 2013

    alepicciau

    RT @miportovia: #Viaggio #ontheroad negli #StatiUniti in camper http://t.co/F7ulFIZCs4 #specialguestmercoledì

  • Rispondi ottobre 31, 2013

    Luca Paladini

    Luca Paladini liked this on Facebook.

  • Rispondi ottobre 31, 2013

    miportovia

    alzi la mano chi ha sognato un mitico #viaggio #ontheroad negli #StatiUniti, loro lo hanno fatto in camper http://t.co/7eWygWqlTY

  • Rispondi ottobre 31, 2013

    tangibiliemoz

    @miportovia mitici!!!

  • Rispondi ottobre 31, 2013

    polly674

    @miportovia io l’ho sognato, l’ho fatto e continuo. Voglio visitare tutti i 50 #Usaontheroad

  • Rispondi ottobre 31, 2013

    Hostelworld_IT

    4000chilometri negli #USA con @miportovia: alzi la mano chi ha sognato un #viaggio #ontheroad negli #StatiUniti http://t.co/BZwYJIMxcu

  • Il sogno americano, sogno di molti e anche mio e di Fabry. Ogni anno lo posticipiamo causa budget. Ma prima o poi l’ovest sarà anche nostro! Bel guest post e foto perfette, un saluto ai padroni di casa. 🙂

  • Rispondi ottobre 31, 2013

    miportovia

    RT @Hostelworld_IT: 4000chilometri negli #USA con @miportovia: alzi la mano chi ha sognato un #viaggio #ontheroad negli #StatiUniti http://…

  • Rispondi ottobre 31, 2013

    Lucia

    Questo articolo è bellissimo, e le foto fanno venir voglia di partire istantaneamente!!!

  • Rispondi ottobre 31, 2013

    respirareCLP

    @miportovia in Portogallo ed in America 😉 http://t.co/DWWPSfcBs2
    http://t.co/ToaFE4yf9N

  • Rispondi giugno 19, 2014

    Rosario Colorito

    La descrizione del viaggio mi fa venire l’acquolina in bocca.
    Da poco inizio a documentarmi ed immagazzinare maggiori informazioni possibili per poter dare vita ad un sogno.
    Poter raggiungere il centro america via terra col camper, cioè Italia Austria Polonia Russia Alaska Canada Stati Uniti Messico Costa Rica ecc + ritorno.
    Spero di poter coinvolgere altri appassionati di viaggi, in modo da formare una semplice carovana.
    Saluti Ros e Cristina

    • Rispondi giugno 23, 2014

      Elisa e Luca

      e noi te lo auguriamo! anzi quasi quasi ci aggreghiamo perché l’idea della carovana è molto carina.
      Tienici aggiornati!

  • Rispondi gennaio 4, 2015

    rocco e francesca

    Grandi, foto bellissime e credo anche il viaggio!

    Noi stiamo cercando di organizzare un viaggio simile e ci piacerebbe scambiare qualche domanda (in particolare riguardo il noleggio del camper) con qualcuno che abbia già fatto questa esperienza per evitare spiacevoli sorprese.

    Vi dispiacerebbe darci una mano?

    Rocco e Francesca

    • Rispondi gennaio 14, 2015

      Elisa e Luca

      Cari Rocco e Francesca abbiamo contattato la famiglia che ha scritto il post e questa è la loro prima risposta: “L’esperienza del camper ci e piaciuta molto anche perché essendo in 4, potevamo mangiare ciò che volevamo, quando volevamo e alla fine la spesa è risultata più contenuta. Molto positivo è anche il fatto di non avere orari di arrivo obbligati e di poter cambiare programmi lungo il percorso. L unico contro sono state le dimensioni esagerate del camper, che hanno un po intralciato il percorso (parcheggi, starde strette, ecc) e consumi esagerati di benzina. Questo problema però si risolve molto semplicemente, noleggiando un camper un po più piccolo in modo da viaggiare piu veloci e riducendo i problemi di parcheggio. Rimaniamo a disposizione per altre info, ciao Samuele, Camilla, Gianluca e Giuliana

  • Rispondi ottobre 14, 2015

    roberta

    Un viaggio in camper fa parte dei miei sogni ..ma purtroppo non del mio ragazzo eheh!!

    • Rispondi ottobre 15, 2015

      Elisa e Luca

      Roberta proprio non si riesce a convincere? Cosa non apprezza del camper?

  • Rispondi giugno 14, 2016

    giulia canavero

    Dove avete affittato (sito web) il camper?

Moglie e marito, lei viaggia da sempre e lui non quanto avrebbe voluto, lei fotografava prima e lui lo fa adesso, lei scrive e lui disegna fumetti, lei recita e lui suona la chitarra, lei è laureata e lui autodidatta, lei ama le lingue e lui ascoltarla, a lei piace il design e a lui il R’n’R, lei ha gli occhi azzurri e lui due basettoni, lei ha detto di sì quando lui le ha chiesto di sposarlo dopo tre mesi in un ristorante turco a Berlino. Ah, dimenticavo, da due anni lei è mamma e lui papà.